tipress
CANTONE
30.03.21 - 12:230

«Aziende in fallimento, il Cantone faccia qualcosa»

La Camera di commercio e l'Associazione imprese familiari chiedono aiuto al governo

BELLINZONA - Troppo rigore nei casi di rigore. La linea "del 40 per cento" tracciata da Berna per le aziende in difficoltà (solo quelle con un calo del fatturato del 40 per cento o più possono accedere agli aiuti) va stretta alle associazioni degli imprenditori. Che scrivono al governo ticinese, chiedendo un intervento. 

La Camera di Commercio del canton Ticino (Cc-Ti) ha lanciato questa mattina un appello al Consiglio di Stato. L'organizzazione mantello dell'economia, assieme all'Associazione delle imprese familiari (AIF), chiede al Cantone di «colmare le lacune lasciate scoperte» dall'intervento federale. 

Il governo cantonale, si legge nella lettera, dovrebbe «allestire senza indugi un piano d'intervento come già fatto in altri cantoni». Diverse aziende a rischio fallimento avrebbero già «espresso tutte le proprie preoccupazioni» per la decisione del Consiglio federale di non ampliare le maglie dei casi di rigore. Le aziende con un calo del fatturato del 39 per cento, sottolineano le associazioni di categoria, in questo momento «devono arrangiarsi da sole» così come quelle che «purtroppo non rientrano nei settori privilegiati dalle norme». 

L'intervento cantonale, sollecitano Cc-Ti e AIF, sarebbe «nell'interesse di tutti e non solo delle aziende medesime» per «salvaguardare il tessuto economico come previsto dalla Costituzione cantonale».   

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
CANTONE
15 min
Valle di Blenio senza radar, Luganese sotto stretta sorveglianza
La prossima settimana nessun radar mobile in Valle di Blenio. Nel Luganese possibili controlli in ben 23 località.
CADENAZZO
2 ore
Due anni di lavori per 7 km di strada: «È inevitabile»
La strada cantonale tra Cadenazzo e lo svincolo di Rivera avrà un cantiere per 24 mesi.
CANTONE
7 ore
Altri 15 contagi in Ticino
Le strutture sanitarie accolgono 19 pazienti con sintomi gravi della malattia. Sei si trovano in cure intense.
CANTONE
7 ore
Vaccinazione: un weekend dedicato agli adolescenti
Il primo fine settimana di ottobre verranno riaperti quattro centri cantonali.
RIAZZINO
8 ore
Al Vanilla si torna a ballare
Il reopening, a lungo rimandato a causa della pandemia, è previsto per il 9 ottobre prossimo.
LOCARNO
11 ore
«Che imbarazzo, io trattato come un mostro»
Calci, pugni e pallone: dopo la rissa delle Semine, settimana da incubo per Mauro Cavalli, presidente del FC Locarno.
CANTONE
22 ore
«Metà dei clienti scappati per il pass»
Nel mondo "bio" la diffidenza nei confronti dei vaccini è maggiore. Lo sfogo di un esercente in difficoltà
MENDRISIO
1 gior
La biblioteca si trasferisce e diventa una palestra
Il progetto SportAcademy riunirà sotto lo stesso tetto, a Genestrerio, diverse discipline sportive.
CANTONE
1 gior
Salario minimo: «La situazione va monitorata»
Le parti convocate al tavolo delle discussioni hanno condiviso che la deroga prevista per i CCL non va stralciata.
CANTONE
1 gior
Fattacci fra Semine e Locarno, arrivano le prime sospensioni
Per far luce sull'accaduto è stata pure avviata un'inchiesta, il cui rapporto è atteso a inizio ottobre.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile