Tipress
LUGANO
13.03.21 - 22:240
Aggiornamento : 14.03.21 - 18:36

Sgombero sospeso? Il Molino non si fida: «Uno specchietto per le allodole»

Gli autogestiti sostengono di avere informazioni in merito a un presunto doppio gioco del Municipio.

In caso di sfratto, annunciano, scenderanno immediatamente in piazza: «Qua è da un po' che ci stiamo preparando a una risposta», avvertono.

LUGANO - I molinari non credono all'annunciata intenzione del Municipio di Lugano di congelare lo sgombero dell'ex Macello. In un volantino diffuso oggi online, denunciano anzi la mossa dell'esecutivo cittadino come uno stratagemma per procedere a sorpresa e «cogliere impreparati» gli occupanti del centro sociale.

«Sembrerebbe che il nervosismo e la voglia di pugno duro aumenti nelle stanze (leghiste) dei palazzi di potere ticinese», scrivono nella nota dal titolo "Il bosco, il formicaio e i cinguettii". Un riferimento, il secondo, all'analogia fatta dall'ex sindaco di Lugano GIorgio Giudici fra il Molino e un «formicaio» da cui stare alla larga.

«Un uccellino ci sussurra infatti che l'annunciata attesa in merito alla decisione dello sgombero sia solo uno specchietto per le allodole per coglierci impreparate e procedere speditamente con lo sgombero del centro sociale», continuano. Una riprova, questa, del «solito atteggiamento infame e subdolo visto anche in piazza (davanti alla stazione, ndr) lunedì 8 marzo», dove gli autogestiti hanno inscenato una manifestazione sfociata in tafferugli con la polizia.

«La cosa ancora una volta non ci sorprende e qua è da un po' che ci stiamo preparando a una risposta», aggiunge l'assemblea del CSOA il Molino. «Nel caso si dovesse procedere a uno sgombero», annunciano gli autogestiti, sarebbe indetta una manifestazione «determinata» da tenersi «nel primo sabato» dopo l'eventuale sfratto.

«Qui siamo e qui resteremo, ci vediamo nelle strade!», concludono, con un avvertimento già scandito in precedenza.           

Lettore Tio.ch / 20 minuti
Ingrandisci l'immagine
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
LUGANO
1 ora
«Sempre più solo, così il prete cede al sesso»
Torna d'attualità il celibato obbligatorio tra i sacerdoti cattolici. Il teologo Alberto Bondolfi lo abolirebbe.
CANTONE
2 ore
Con la mascherina già dalla quarta elementare
Il Consiglio di Stato ha comunicato ai Comuni di voler introdurre la misura a partire da lunedì.
CANTONE
4 ore
Test ripetuti nelle scuole? «I laboratori sarebbero in difficoltà»
Ecco il parere ticinese sulle misure anti-coronavirus che il Consiglio federale ha messo in consultazione
LUGANO
5 ore
Ex Macello, di nuovo interrogata Karin Valenzano Rossi
La municipale ha risposto oggi alle domande dell'avvocato degli autogestiti Costantino Castelli.
CANTONE
9 ore
Le quarantene di classe salgono ancora: ce ne sono altre 12
Anche il Ticino deve fare i conti con la quinta ondata. Mai così tanti casi giornalieri dal 6 gennaio scorso a oggi.
CANTONE
10 ore
Scatta Prevena 2021: ecco come prevenire furti e borseggi
I consigli della polizia per le festività. Prevista la presenza accresciuta di agenti su tutto il territorio
LUGANO
11 ore
L'Orto a scuola, perché solo con loro il futuro sarà più green
Alle scuole elementari di Besso ha preso avvio un innovativo progetto di "Permacultura".
FOCUS
11 ore
Che fine ha fatto l'AIDS?
Esiste da 40 anni. Un vaccino ancora non c'è. Perché? Intervista a Enos Bernasconi, viceprimario Malattie infettive ORL
LOCARNO
13 ore
«Ecco l'idea che libererà le valli dai campeggiatori selvaggi»
L'app "parknsleep.eu" vince il premio per l'innovazione del turismo svizzero. E sbarca anche in Ticino.
CANTONE
21 ore
La Rsi replica alle critiche: «Informazione sempre al centro»
Forma cambiata, ma «mantenendo qualità e quantità».
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile