tipress
CANTONE
10.03.21 - 15:060

Docente licenziato: «Brutta storia, la scuola non c'entra»

Manuele Bertoli sulla festa costata il posto a un insegnante delle medie di Locarno. «Caso isolato, voltiamo pagina»

Dalle verifiche del Decs non è risultato il coinvolgimento di altre persone, all'interno della scuola. «Ora c'è bisogno di serenità».

LOCARNO - Una storia assurda, «incresciosa», grave. Ma una storia chiusa, per il Decs. Il licenziamento in tronco deciso dal governo per il docente delle medie di Locarno ha messo un punto alla vicenda iniziata settimana scorsa, con le immagini - pubblicate sui social - del festino a base di alcol e droga organizzato nottetempo all'interno della scuola.  

Manuele Bertoli, al telefono con tio.ch/20minuti, commenta la decisione comunicata oggi dal Consiglio di Stato. Una decisione «importante per lasciarsi alle spalle questa vicenda» e «per riportare serenità tra le componenti scolastiche».  

Il consigliere di Stato non entra nei dettagli del confronto avuto con il docente, che si è comunque dimostrato «pienamente collaborativo». Precisa che il provvedimento, in ogni caso, non si è basato sulle risultanze dell'inchiesta di polizia. «Credo comunque che da parte delle autorità in caso di provvedimenti gravi come questi ci debba essere una riservatezza».

Dalle verifiche condotte dal Decs, aggiunge Bertoli, «non risulta il coinvolgimento di altre persone» tra il personale scolastico. Il docente aveva infatti accesso autonomamente ai locali della scuola. «Si tratta di un caso isolato e circoscritto, che non coinvolge in alcun modo l'istituzione scuola in quanto tale».

Nelle giornate di sabato e lunedì all'interno dell'istituto sono stati organizzati incontri informativi e momenti di confronto con gli allievi e le famiglie. Al momento il clima «è fortunatamente tornato alla tranquillità» conclude il direttore del Decs. 

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
MENDRISIO
10 min
Il car-pooling salverà Ligornetto?
Un'interrogazione del gruppo Lega-Udc-Udf propone di puntare sulla modalità condivisa
CURIO
14 ore
Cede un pannello di legno, gravi ferite per un 49enne
L'infortunio è avvenuto questo tardo pomeriggio in un'abitazione privata di Curio.
CANTONE
14 ore
Quando le recinzioni sono trappole letali per la selvaggina
In Svizzera si stima che ogni anno migliaia di animali muoiano a causa dei mezzi di cinta.
AIROLO
14 ore
Lo scatto che gli salvò la vita
Vent'anni fa Oliviero Toscani entrava in galleria dietro al camion della tragedia
LOCARNO
15 ore
Sparatoria di Solduno, l'ex compagno non poteva avvicinarsi
Prima di esplodere i colpi, il 20enne ha probabilmente rincorso la malcapitata giù per le scale.
CANTONE
17 ore
Più radar nel Luganese che in tutto il resto del cantone
La lista dei controlli della velocità annunciati per la settimana dal 25 al 31 ottobre sulle strade del nostro cantone
CANTONE
20 ore
Trasparenza totale in politica: «Giù le maschere!»
Il caso Fidinam-Pandora riporta d'attualità il tema delle «relazioni d'interesse» tra politica e parastato
CANTONE
22 ore
Mobilità e Covid: «È evidente che qualcosa è cambiato in peggio»
Un'interrogazione di Marco Passalia chiede al Consiglio di Stato di chinarsi sulla situazione dei trasporti ticinesi
CANTONE
1 gior
In Ticino 18 positivi e due nuovi ricoverati
I pazienti Covid che necessitano di cure ospedaliere salgono a 11 in tutto.
FOTO
CANTONE
1 gior
«Dentro il tunnel c'era uno scenario apocalittico»
Era il 24 ottobre 2001, quando nella galleria del San Gottardo morirono undici persone in un tragico incendio
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile