TiPress - foto d'archivio
LUGANO
04.03.21 - 15:460
Aggiornamento : 18:21

Aeroporto, il Municipio ha scelto con chi prendere il volo

Licenziato il messaggio per l'autorizzazione a intavolare trattative con Amici dell'aeroporto e Marending-Artioli

Il sindaco Borradori allontana le accuse di aver favorito il gruppo Artioli: «Non è stato deciso nulla. Abbiamo scelto i due gruppi "migliori" con cui discutere». Intanto spunta un ricorso che "blocca" tutto.

LUGANO - «Nessuno di noi pensava che al concorso per l'aeroporto avrebbero partecipato sei gruppi e che ci sarebbe stata una forte contesa». Ha esordito così oggi il sindaco di Lugano, Marco Borradori, presentando il messaggio licenziato con la richiesta al Consiglio comunale per attivare le trattative con i due gruppi investitori per la gestione privata dell'aeroporto di Agno: Amici dell'Aeroporto e cordata Marending-Artioli e partners.

Nessuna preferenza - Il sindaco non nasconde che non si aspettava di «ricevere accuse di avere favorito un gruppo». E chiarisce le due fasi che hanno portato al messaggio di oggi: «Il Call for expression of interest non è un concorso pubblico, e neppure una gara. L'obiettivo era far partecipare qualcuno e permettere al Municipio di far valutare l'interesse nei confronti dell'aeroporto. Poi c'è stato il gruppo di lavoro che ha presentato un rapporto sulla base delle informazioni raccolte. Nella seconda fase l'Esecutivo ha fatto il lavoro "politico" e ha proposto di continuare la procedura con i gruppi Amici dell'aeroporto e Marending-Artioli. Il Consiglio comunale potrà ora dirci se "va bene" la nostra scelta oppure no».

Un ricorso che potrebbe diventare un problema - Ma c'è una novità, emersa lunedì, che «farà perdere un po' di tempo»: il ricorso inoltrato al Consiglio di Stato da parte del gruppo indiano Skn, uno degli esclusi. «Secondo noi non ha molto fondamento, ma ha effetto sospensivo», ha aggiunto il sindaco. Ciò che si cercherà di fare è «lavorare con i ricorrenti per vedere se c’è margine di manovra», perché il ricorso oltre a fermare tutto pone anche dei problemi di operatività.

La polemica su Artioli - L'avvio delle trattative avverrà con il gruppo Amici dell'aeroporto e il gruppo Marending-Artioli. Quest'ultimo ha però suscitato polemiche. «Noi non abbiamo dato al gruppo Artioli mandato di realizzare qualcosa, come un hangar. Non hanno carta bianca - ha precisato Borradori -. Ma abbiamo solo scelto i gruppi "migliori" per iniziare con loro trattative. Queste porteranno il Consiglio comunale e il Municipio a scegliere tra i due gruppi».

Non proprietari, ma gestori (privati) - Il sindaco non nasconde una certa soddisfazione: «Un anno fa l’aeroporto era considerato moribondo. E nonostante l’anno di pandemia siamo in linea con i risultati degli scorsi anni. Anzi, chiudiamo con un piccolo avanzo d’esercizio». L'obiettivo è che il messaggio «possa mettere un po’ di chiarezza e anche un po’ più di armonia in questa procedura che rimane difficile». Il municipale Michele Foletti, titolare del Dicastero finanze, dal canto suo sottolinea: «Noi non cerchiamo qualcuno che faccia un progetto immobiliare dell’aeroporto, ma un modello di gestione sostenibile e credibile a medio-lungo termine e rispettoso delle regole e dei criteri posti dal Municipio. È evidente che chi ha un modello di gestione ha anche necessità di fare degli investimenti a livello immobiliare. Siamo convinti che il Municipio abbia fatto la scelta giusta, ora chiediamo al Consiglio comunale di poter iniziare le trattative con questi due gruppi. Perché le proposte sono da migliorare, non sono perfette». 

La scamperà un solo "vincitore" - C'è la speranza che (qualora il Consiglio comunale dia il via libera) i due gruppi "prescelti" collaborino? «Non credo sia una via percorribile - boccia subito Foletti -. Ognuno ha la sua visione sul futuro dell’aeroporto e le due non coincidono».

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
FOTO
CHIASSO
2 ore
Sassaiola contro la palestra di arti marziali
Presa di mira la porta d'ingresso dello stabile in via Vincenzo d'Alberti. Accertamenti in corso da parte della polizia.
CANTONE
5 ore
Quante aziende hanno chiuso in Ticino?
Meno del solito, nell'ultimo trimestre del 2020. L'indagine dell'USI
CANTONE
8 ore
Mascherine trasparenti a scuola per leggere il labiale
Permettono di vedere la bocca, ma anche di "leggere" le emozioni della persona che le indossa
CANTONE / SVIZZERA
8 ore
Premiati gli scatti sul Covid-19 di Pablo Gianinazzi
Il fotografo ticinese è tra i sei vincitori dello "Swiss Press Photo 2021".
CANTONE
9 ore
78 nuovi casi di Coronavirus in Ticino, nessun decesso
I nuovi ricoveri sono invece 7, mentre 7 persone hanno potuto lasciare le strutture ospedaliere.
CANTONE
13 ore
Vini all'asta per 37mila franchi: «Imbevibili»
Le bottiglie di Bordeaux messe all'incanto dal Cantone il 24 marzo sono andati a male, secondo uno degli acquirenti
CANTONE
13 ore
Il lavoro che c'è, ma che tutti ignorano
Skyguide cerca controllori del traffico aereo per l'aeroporto di Lugano-Agno. I residenti però non rispondono.
FOTO
CANTONE
22 ore
«Le donne non sono “consenzienti per default”»
Protesta del collettivo “Io l'8 ogni giorno” contro la revisione della legge in materia di crimini di natura sessuale
CANTONE
23 ore
Vino e birra si potranno acquistare anche alla sera
Il Parlamento ha approvato il controprogetto relativo all'iniziativa che chiedeva di togliere il divieto di vendita
LUGANO
1 gior
Borradori: «Dico no ai profeti del declino»
Il sindaco critica la corsa elettorale in cui spicca «chi riesce a dipingere la città nel modo più brutto e decadente»
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile