tipress
LUGANO
28.02.21 - 20:300
Aggiornamento : 01.03.21 - 08:21

«Immobili in centro a Lugano? Certo che ne ho»

L'ex presidente del PLR Fulvio Pelli si oppone al nuovo Polo Sportivo. E punta il dito contro il Municipio

L'avvocato pronto al ricorso «Battaglia personale e politica. Il progetto residenziale impoverirà il centro città. E ci sono grossolani errori di pianificazione»

LUGANO - Opposizioni, probabili ricorsi, attacchi a mezzo stampa e risposte piccate. La partita sul Polo sportivo di Cornaredo si infiamma, e oggi è il turno di Fulvio Pelli di salire sul ring. Il noto avvocato ed ex presidente del Plr svizzero è accusato dal Mattino della Domenica di avere «interessi personali» per osteggiare il nuovo stadio. 

In una lettera inviata al Municipio - riferisce il domenicale - Pelli avrebbe chiarito i motivi della propria opposizione: sarebbe proprietario di «palazzi» in centro i quali «rischierebbero di perdere inquilini» se accanto allo stadio dovessero sorgere (come da progetto) anche due lotti di uffici e appartamenti. 

L'ex consigliere nazionale, secondo il Mattino, non perseguirebbe dunque «gli interessi della città» ma avrebbe «solo paura di perdere incassi». Gli affitti più bassi attirerebbero a Cornaredo aziende e inquilini, "rubandoli" al centro cittadino. A danno di Pelli ma - afferma il domenicale leghista, vicino al Municipio - a vantaggio della comunità.

Un'accusa che il destinatario rimanda al mittente. Raggiunto da tio.ch/20minuti, Pelli conferma il contenuto della lettera. «Sono proprietario d'immobili in centro a Lugano, è vero. Proprio per questo ho diritto di presentare un'opposizione formale al progetto, in quanto ho un interesse diretto che verrebbe danneggiato».

L'opposizione di Pelli - già espressa pubblicamente - riguarda in particolare due delle cinque domande di costruzione: quelle relative agli appartamenti e agli uffici, appunto. Non il palazzetto e l'arena. Fatta salva la parte sportiva, dunque, il timore è che «la costruzione di spazi commerciali e abitativi, questi ultimi per altro non previsti dal piano regolatore, porti a un impoverimento e a una perdita di attrattività del centro cittadino» spiega l'avvocato. 

Un problema che non riguarderebbe solo Pelli, ma «come me tutti i proprietari d'immobili nel centro di Lugano». All'opposizione - fondata su elementi di diritto ed errori «anche grossolani» - l'esecutivo ha risposto finora con una "non entrata in materia". «Non sarei legittimato a oppormi perché non ho interessi diretti, secondo il Municipio». La lettera citata dal Mattino - e che Pelli si ripromette di pubblicare online a breve - chiarirebbe il contrario. 

Se non dovesse bastare, l'avvocato promette ricorso. «La mia è una battaglia personale ma anche politica, dettata da considerazioni generali sul futuro della città e sull'interesse collettivo» conclude Pelli. «Il risultato è che sono fatto bersaglio di attacchi scorretti, e di tentativi di screditarmi. Mi stupisce, in particolare, che una lettera destinata al Municipio venga pubblicata sul Mattino, a cui non era indirizzata. È una violazione delle regole». Segno che la battaglia è entrata nel vivo, e non prevede esclusione di colpi. 

 

 

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
CANTONE
2 ore
Quante aziende hanno chiuso in Ticino?
Meno del solito, nell'ultimo trimestre del 2020. L'indagine dell'USI
CANTONE
4 ore
Mascherine trasparenti a scuola per leggere il labiale
Permettono di vedere la bocca, ma anche di "leggere" le emozioni della persona che le indossa
CANTONE / SVIZZERA
4 ore
Premiati gli scatti sul Covid-19 di Pablo Gianinazzi
Il fotografo ticinese è tra i sei vincitori dello "Swiss Press Photo 2021".
CANTONE
5 ore
78 nuovi casi di Coronavirus in Ticino, nessun decesso
I nuovi ricoveri sono invece 7, mentre 7 persone hanno potuto lasciare le strutture ospedaliere.
CANTONE
9 ore
Vini all'asta per 37mila franchi: «Imbevibili»
Le bottiglie di Bordeaux messe all'incanto dal Cantone il 24 marzo sono andati a male, secondo uno degli acquirenti
CANTONE
9 ore
Il lavoro che c'è, ma che tutti ignorano
Skyguide cerca controllori del traffico aereo per l'aeroporto di Lugano-Agno. I residenti però non rispondono.
FOTO
CANTONE
19 ore
«Le donne non sono “consenzienti per default”»
Protesta del collettivo “Io l'8 ogni giorno” contro la revisione della legge in materia di crimini di natura sessuale
CANTONE
19 ore
Vino e birra si potranno acquistare anche alla sera
Il Parlamento ha approvato il controprogetto relativo all'iniziativa che chiedeva di togliere il divieto di vendita
LUGANO
21 ore
Borradori: «Dico no ai profeti del declino»
Il sindaco critica la corsa elettorale in cui spicca «chi riesce a dipingere la città nel modo più brutto e decadente»
COMANO
21 ore
Molestie e sessismo in RSI: «Non permetterò mai più simili derive»
Parla il nuovo direttore della RSI, Mario Timbal, che affronta con noi le critiche verso una tv "sprecona".
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile