TiPress - foto d'archivio
BELLINZONA
28.02.21 - 10:330

Contro lo smantellamento delle Officine, chiesto l'intervento della Città

Proposta di risoluzione al Consiglio comunale da parte del gruppo MPS-POP-Indipedenti

BELLINZONA - Alla prossima riunione del Consiglio Comunale di Bellinzona, l'8 marzo, il gruppo MPS-POP-Indipendenti presenterà un progetto di risoluzione in favore delle Officine di Bellinzona (e contro le FFS).

In particolare, la commissione del personale, i sindacati SEV, Transfair ed Unia (CoPe allargata in seno alla Piattaforma presieduta da F.Steinegger) sono contrari allo scorporo di tutto il settore merci e hanno chiesto alle FFS di ritornare su questa decisione. Hanno inoltre domandato alle FFS di presentare il piano industriale del futuro stabilimento di Castione (attività previste, numero di personale, etc).

Le FFS hanno deciso che dal 2026 Castione si occuperà dell’intera flotta Astoro (ETR610 e RABe503) composta da 19 treni. Ma per «mettere a disposizione abbastanza spazio in Officina per queste nuove attività è necessario fare delle scelte sull’attuale spettro di prodotti», hanno comunicato a fine gennaio. Le FFS hanno quindi deciso di rinunciare alla revisione dei carri merci e di farlo con quattro anni di anticipo rispetto a quanto pianificato in precedenza. «Questa notizia non è altro che la conferma che le illusioni, le false promesse e aspettative erano solo fumo negli occhi - si legge nella proposta di risoluzione -. La “nuova” Officina rinuncerà a una parte delle produzioni (come il settore merci) attualmente svolte che garantiscono occupazione (circa 70% del personale) e competenze professionali utili per lo sviluppo del sito industriale».

Con la risoluzione - qualora venisse accettata - il Consiglio comunale di Bellinzona chiederebbe alle FFS di rinunciare alla dismissione del settore carri, oltre a sollecitare l'ex Regia federale affinché presenti, in tempi brevi, il piano industriale dettagliato del nuovo stabilimento industriale di Castione. Inoltre, rivolgendosi al Municipio, domanderebbe il suo sostegno alle rivendicazioni del personale e delle organizzazioni sindacali (negli scorsi giorni il Consiglio di Stato si è espresso a sostegno).

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
LOCARNO
30 min
Solduno, un giovane «psichicamente instabile»
Il 20enne che ha sparato alla ex fidanzata è accusato di tentato assassinio. Chiesta una perizia psichiatrica
LUGANO
1 ora
In piazza per l'autogestione: «C'è bisogno di nuovi spazi»
I manifestanti sono muniti di ombrelli, per ripararsi dalla «pioggia repressiva» delle autorità
SOLDUNO
4 ore
È salva la 22enne, giallo sul fucile
Sparatoria a Solduno: le condizioni della giovane sono stabili. Intanto riprendono gli interrogatori
MENDRISIO
5 ore
Il car-pooling salverà Ligornetto?
Un'interrogazione del gruppo Lega-Udc-Udf propone di puntare sulla modalità condivisa
CURIO
19 ore
Cede un pannello di legno, gravi ferite per un 49enne
L'infortunio è avvenuto questo tardo pomeriggio in un'abitazione privata di Curio.
CANTONE
20 ore
Quando le recinzioni sono trappole letali per la selvaggina
In Svizzera si stima che ogni anno migliaia di animali muoiano a causa dei mezzi di cinta.
AIROLO
20 ore
Lo scatto che gli salvò la vita
Vent'anni fa Oliviero Toscani entrava in galleria dietro al camion della tragedia
LOCARNO
21 ore
Sparatoria di Solduno, l'ex compagno non poteva avvicinarsi
Prima di esplodere i colpi, il 20enne ha probabilmente rincorso la malcapitata giù per le scale.
CANTONE
23 ore
Più radar nel Luganese che in tutto il resto del cantone
La lista dei controlli della velocità annunciati per la settimana dal 25 al 31 ottobre sulle strade del nostro cantone
CANTONE
1 gior
Trasparenza totale in politica: «Giù le maschere!»
Il caso Fidinam-Pandora riporta d'attualità il tema delle «relazioni d'interesse» tra politica e parastato
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile