tipress
LUGANO
22.02.21 - 07:260
Aggiornamento : 09:49

«Un centro del lavoro con annesso Ufficio esigenze primarie subito!»

Adibire lo stabile ex Swisscom di VIganello a tale scopo.

Lo chiedono Giovanni Albertini e Sara Beretta Piccoli in un'interpellanza al Municipio.

LUGANO - Con la mozione “Un centro del lavoro con annesso ufficio esigenze primarie”, Patrizia Gaggero e il gruppo lavoro del Movimento Ticino&Lavoro (nel marzo dello scorso anno) chiedevano la creazione di un Centro del lavoro con annesso Ufficio Comunale per le urgenze primarie e di supporto al lavoro, nonché la riorganizzazione degli Uffici esistenti in materia Sociale, del Lavoro e il loro raggruppamento.

Una parte della mozione in oggetto, è stata implementata, realizzando lo Spazio Lavoro. «Sono molte le persone soddisfatte del servizio erogato, ma lo spazio risulta essere limitato e l’apertura settimanale solo parziale, fanno notare gli indipendenti Giovanni Albertini e Sara Beretta Piccoli.

In un'interpellanza al Municipio, nell'ottica della futura sistemazione dello stabile ex Swisscom a Viganello, pongono i seguenti interrogativi:

  • Come valuta il Municipio di Lugano la possibilità di trovare una sede più adeguata e con una superficie maggiore per lo Spazio Lavoro?
  • Come valuta il Municipio di Lugano la possibilità di potenziare con forza lavoro aggiuntiva i servizi erogati da Spazio Lavoro, garantendo una copertura dal lunedì al venerdì?
  • Il Municipio di Lugano non crede che la proposta di integrare negli spazi del progetto ex Swisscom di Viganello un centro del lavoro con annesso ufficio esigenze primarie possa rappresentare una priorità per i cittadini in difficoltà e per chi è alla ricerca di un’occupazione?
  • Quali sono gli attuali edifici della Città che potrebbero accogliere un Centro del lavoro e dare maggiormente superficie ai sevizi erogati da Spazio Lavoro?
  • Il Municipio di Lugano non pensa che si dovrebbero dare delle priorità di contenuto, pianificando oggi, quello che i suoi cittadini necessiteranno in ambito sociale e occupazionale, quando l’emergenza sanitaria sarà finita?
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
LUGANO
2 ore
Dieci giorni all'ex Macello: «Poi la polizia»
Scatta il secondo ultimatum del Municipio. Ma si slitta a dopo le elezioni
FOTO E VIDEO
BELLINZONA
2 ore
Grave incidente a Gudo, strada riaperta
Un'auto, dopo aver sbattuto contro il guardrail, è uscita di strada prima della curva a esse, finendo nella scarpata
CANTONE
5 ore
Consuntivo influenzato dalla pandemia
Il 2020 si chiude con un disavanzo d’esercizio di 165.1 milioni di franchi
LUGANO
7 ore
Nasce il movimento di chi si sente tradito… dalla Città
La piattaforma villaggitraditi.ch dedica il primo capitolo alla piscina di Carona e al controverso progetto di “glamping” 
CANTONE
7 ore
76 nuovi contagi in Ticino, un decesso
8 i nuovi ricoveri e 4 i dimessi. Salgono gli ospedalizzati, oggi a quota 89.
LUGANO
11 ore
«Non stiamo contattando artisti, troppa incertezza»
Il Covid soffoca la cultura. Carmelo Rifici, direttore artistico del LAC: «Così non si possono fare pianificazioni».
CANTONE
12 ore
La pandemia in Ticino viaggia in Tesla
Le auto elettriche e ibride hanno raddoppiato le vendite negli ultimi mesi. Chi le acquista?
CANTONE
19 ore
«Così possono vedere le parole e le emozioni»
Le mascherine trasparenti renderanno più semplice l'apprendimento per i ragazzi con problemi di udito.
CANTONE
21 ore
«Sta fallendo più di un ristorante su cento»
I dati del Registro di commercio confermano una triste tendenza. Per Arioldi (Ire) il peggio potrebbe ancora venire
FOTO
CHIASSO
1 gior
Sassaiola contro la palestra di arti marziali
Presa di mira la porta d'ingresso dello stabile in via Vincenzo d'Alberti. Accertamenti in corso da parte della polizia.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile