Deposit
CANTONE
09.02.21 - 13:450

«Tra il personale delle case anziani cresce la paura dei tagli»

Il sindacato OCST invita le direzioni a una comunicazione trasparente per evitare la diffusione di tensioni

A livello nazionale cresce la pressione sui dipendenti a causa del calo di ospiti nelle strutture. In Ticino la situazione appare più tranquilla, ma la preoccupazione è presente.

BELLINZONA - Il Covid sta lasciando una scia di ansia tra il personale delle case anziani che oggi teme per il proprio posto di lavoro. Il problema, come rileva in un comunicato stampa l’OCST, sta emergendo a livello nazionale, dove sempre più strutture sono confrontate con un calo di posti occupati. Non soltanto perché la malattia ha colpito duramente gli anziani residenti, ma anche per una diminuzione di richieste tra i potenziali futuri ospiti.

I tagli a livello nazionale - «A fronte di questa tendenza - scrive l’OCST - siamo venuti a conoscenza del fatto che, a livello nazionale, diverse strutture potrebbero adottare delle misure drastiche, decidendo di ridurre il numero dei dipendenti».

Il clima di timore crescente - In Ticino non vi sono dati che attestino per ora una tendenza analoga. «Tuttavia una certa preoccupazione - secondo il sindacato cristiano-sociale - incomincia a serpeggiare anche in questo ambito. È infatti inevitabile, ed attestato da diverse segnalazioni, che tra il personale delle case per anziani si sia creato un clima di timore, dovuto all’incognita circa il proprio futuro professionale».

L’invito alle direzioni - Da qui l’invito dell’OCST ai responsabili delle strutture e alle stesse autorità, «affinché qualsiasi decisione che dovesse interessare il personale venga valutata con la massima attenzione, ricordando in particolare che stiamo attraversando un periodo certo difficile ma, come tutti si augurano, temporaneo».

Trasparenza e dialogo - Allo scopo di evitare il diffondersi di un clima di incertezza e timore, il sindacato chiede anche alle direzioni delle case anziani di «favorire una comunicazione trasparente con il personale onde limitare la diffusione di tensioni», ma ricorda pure come «qualsiasi modifica dell’organizzazione debba essere condivisa e discussa con i sindacati».

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
FOTO
MELIDE
12 ore
Fiamme da una canna fumaria, pompieri in azione
Il fuoco è stato domato prima che si propagasse al tetto
CANTONE
15 ore
Un paio di cose da sapere quando si prenota la terza dose
Da «Ci si può prenotare anche se vaccinati da meno di 6 mesi?» a «Siamo sicuri che mi danno il farmaco giusto?».
CANTONE
19 ore
Qualche fiocco di neve in arrivo in serata?
Sarà in ogni caso una breve parentesi. Ma la neve, fino a basse quote, potrebbe tornare durante la settimana
Lugano
1 gior
Più Donne chiede delucidazioni sul caso dell'ex funzionario del Dss
Dopo che la loro interrogazione non ha avuto seguito dai vertici, tornano con un'interpellanza che contiene 15 domande
CANTONE
1 gior
I più scattanti con il "booster" agli over16
A questa cifra vanno aggiunte le persone che si sono rivolte alle farmacie e agli studi medici
RIAZZINO
1 gior
Al Vanilla la musica resta spenta
Il Consiglio federale è andato incontro alle discoteche. Ma la struttura di Riazzino mantiene la propria decisione
BELLINZONA
1 gior
Il villaggio natalizio di Bellinzona solo per vaccinati e guariti
Per il mercato del sabato e i mercatini in programma varrà invece l'obbligo di mascherina
Ticino
1 gior
Ecco dove verranno posizionati i radar la prossima settimana
La polizia ricorda che «la velocità elevata permane una delle maggiori cause d'incidenti»
CANTONE
1 gior
La cucciolata che non intenerisce gli allevatori
Il nascita di tre lupacchiotti è «una cattiva notizia» commenta l'associazione per la protezione dai predatori
LUGANO
1 gior
Obbligo di mascherina in centro a Lugano
La misura scatta domani, sabato 4 dicembre, nella zona pedonale della città
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile