tipress
LUGANO
07.02.21 - 19:070
Aggiornamento : 08.02.21 - 06:52

Feste in casa e assembramenti: multati in 64

Sabato sera vivace a Lugano, nonostante i divieti. La Comunale ha avuto un bel daffare

Il comandante Roberto Torrente: «I giovani dimostrino responsabilità. Siamo preoccupati per l'arrivo del Carnevale»

LUGANO - I cittadini erano stati avvisati, quindi mezzo salvati. Eppure, non sono mancate nel weekend le infrazioni alle norme di protezione, e dunque le multe. Sono 67 quelle elevate fino a venerdì solo dalla Polizia comunale di Lugano, a cui si aggiungono - come riferito dalla Rsi - un'ottantina di sanzioni nelle altre principali città.

Per un bilancio complessivo bisognerà attendere i prossimi giorni, spiegano dalla Polizia cantonale: quel che sembra certo, comunque, è che nella prima settimana di "pugno duro" gli agenti hanno avuto un bel daffare. E il sabato sera non è stato da meno.

A Lugano la Comunale ieri sera è intervenuta per assembramenti e una festa in appartamento (7-8 persone) per un totale di altre 64 sanzioni, spiega il comandante Roberto Torrente. I controlli «sono stati intensificati» e hanno interessato «soprattutto minorenni per quanto riguarda gli assembramenti». Visto il maltempo «ci si aspettava una riduzione delle contravvenzioni, invece così non è stato». 

Ora gli occhi sono puntati sulle prossime settimane, e sul Carnevale. Il timore «è che questi comportamenti aumentino con la chiusura delle scuole, quando tanti giovani saranno a casa e aumenterà la voglia di divertimento» confessa Torrente. «Capiamo il bisogno di socialità, ma in questo momento il contributo anche dei giovanissimi sarà determinante».

Più frequenti tra gli adulti, invece, le multe per mancanza di mascherina, in particolare in coincidenza delle fermate dei bus o sui mezzi pubblici. La parola d'ordine resta comunque il dialogo: «Gli agenti procedono con un invito a coprirsi il volto, e procedono alla sanzione nel caso in cui da parte del cittadino non ci sia collaborazione» spiega ancora Torrente. 

Nel complesso comunque, sul Ceresio la maggior parte delle sanzioni sono dovute ad assembramenti: venerdì e sabato i punti di ritrovo più gettonati sono stati la stazione FFS e Rivetta Tell, con un assembramento addirittura di circa 200 persone. In questi casi sono scattate multe da 50 franchi a testa, mentre nelle feste in appartamento (due) gli organizzatori stati sanzionati con 200 franchi, e gli ospiti con 100 franchi a testa.

La polizia «è intervenuta su segnalazione dei vicini per rumori molesti» spiega Torrente. La presenza oltre il limite di 5 persone - due o tre persone in più, in entrambi i casi - ha fatto scattare l'ammenda. Giovani tra i 16 e i 17 anni, la fascia più multata (per i quali comunque l'ordinanza federale prevede la sanzionabilità). La stessa "fascia a rischio" che sarà particolarmente sotto osservazione durante il carnevale. 

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
CANTONE
6 ore
La Rsi replica alle critiche: «Informazione sempre al centro»
Forma cambiata, ma «mantenendo qualità e quantità».
CANTONE
11 ore
«Come pensare che un carcere minorile possa essere educativo?»
I contrari al progetto di un centro educativo chiuso escono allo scoperto
CANTONE
11 ore
Cassis presidente, festa annullata
La cerimonia a Bellinzona verrà rimandata «causa Covid»
LUGANO
13 ore
Salta anche il carnevale di Tesserete
Cancellata preventivamente la manifestazione. Il Comune di Capriasca: «Gesto di responsabilità sociale»
CANTONE
16 ore
Dose di richiamo, ultima chiamata per gli over 65
In vista dell'apertura alle altre fasce d'età, le autorità cantonali sollecitano i pensionati ad annunciarsi.
CANTONE
18 ore
Altri 167 nuovi contagi e sette classi in quarantena
Negli ospedali del nostro cantone si contano attualmente settanta pazienti Covid
CHIASSO
18 ore
Cinquanta milioni per cinquanta impieghi?
L'Mps punta il dito contro la Scuola di Moda di Chiasso. Costi troppo elevati rispetto all'impatto sul territorio
CANTONE
22 ore
«Il medico di famiglia vi farà risparmiare»
Dietro le quinte del progetto mediX ticino, coordinato dall'infettivologo Christian Garzoni.
LUGANO
1 gior
S'invola per gli Emirati, lasciando un cavallino nero in Ticino
Sul sito delle aste dell'Ufficio di esecuzione è sbucata una Ferrari 458 nera
CANTONE
1 gior
La “pandemia dei bambini”... anche nelle scuole ticinesi
In molti si dicono favorevoli all'introduzione dei test ripetuti e alla mascherina obbligatoria dalla quarta elementare
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile