tipress
LOCARNO
04.02.21 - 15:390

Mappo Morettina, lavori per 35 milioni

Nella galleria «elevato rischio di incidenti» e poche vie di fuga. Entro il 2028 ne verranno aggiunte altre

LOCARNO - Le nuove vie di fuga della galleria Mappo Morettina, una delle più trafficate del Paese, dovrebbero essere pronte entro il 2028. Per il costo dell'intervento sono stati predisposti 35 milioni di franchi, somma che non include i lavori per il rinnovo e la manutenzione di diverse altre parti dell'opera.

È quanto scrive il Consiglio federale rispondendo a un'interrogazione del consigliere nazionale Bruno Storni (PS/TI) circa la sicurezza della galleria.

Stando a un'analisi dell'Ufficio federale delle strade (USTRA) pubblicata lo scorso luglio, sottolinea il consigliere nazionale, la Mappo Morettina presenta importanti criticità nelle vie di fuga in caso di incidenti o incendio a causa dell'eccessiva distanza tra le vie di fuga di 600 metri invece dei 250 previsti dalle norme di sicurezza in vigore. Per Storni sussiste quindi un elevato rischio di incidenti, alla luce anche del fatto che quest'opera è tra le più trafficate del Paese, ancor più della galleria autostradale del San Gottardo.

Nella sua risposta, il governo rammenta che nel 1996, quando è entrata in servizio la Mappo Morettina, le norme in vigore non prevedevano la costruzione di vie di fuga, emanate successivamente (2004). L'adozione di queste norme, stando all'esecutivo, non impone di adeguare le infrastrutture esistenti alle nuove direttive immediatamente dopo la loro emissione; bisogna rimediarvi al più tardi in occasione della prossima grande manutenzione.

Nel frattempo, laddove è possibile, si sono adottate misure di riduzione del rischio. Il Ticino ha realizzato, per esempio, «interventi mirati e molto efficaci tra il 2002 e il 2012 che favorissero comunque l'autosalvataggio attraverso ad esempio l'utilizzo del vano tecnico sotto la carreggiata quale via di fuga, la garanzia di un rapido rilevamento di situazioni anomale e di incendi, la possibilità di informare gli utenti nel vano traffico e l'aspirazione in modo concentrato dei fumi in caso d'incendio».

In prospettiva dell'assunzione della proprietà della galleria da parte della Confederazione dal primo di gennaio 2020, l'USTRA aveva fatto eseguire l'ispezione dell'intera galleria nell'autunno 2019, aggiornando l'analisi di rischio alle attuali condizioni di esercizio.

Nell'ampliata rete delle strade nazionali, dal 2020 sono entrate a far parte altre gallerie che non rispettano totalmente i parametri di sicurezza delle più recenti norme e direttive; i Cantoni che gestivano in precedenza questi tratti di strade nazionali non dovevano infatti sottostare alle stesse direttive dell'USTRA.

Considerato i tempi per allestire i progetti, ottenere le approvazioni di legge, procedere con l'assegnazione pubblica dei lavori e realizzarli, l'USTRA conta di poter disporre delle nuove vie di fuga entro il 2028. Al momento, senza un progetto dettagliato, sulla base di esperienze passate si stimano costi per 35 milioni.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
LUGANO
7 ore
Forti piogge, nuovi disagi al traffico
Una corsia dell'A2 è stata chiusa, in direzione nord, all'altezza della galleria di San Nicolao
CANTONE
9 ore
In arrivo una serata bagnata
Allerta 3 nel Sottoceneri e nelle valli orientali. Previsti fino 120 mm di pioggia
LUGANO
1 gior
Un primo agosto... col fischio
La provocazione del gruppo "Taspettofuori": una gara di fischi durante l'allocuzione di Karin Valenzano Rossi.
CANTONE
1 gior
Radar un po' in vacanza, un po' nel Luganese
L'elenco dei rilevamenti della velocità previsti dal 2 all'8 agosto
MENDRISIO
1 gior
Ferrovia Monte Generoso, esercizio sospeso
La causa sono i recenti forti temporali e l’allerta Meteo di livello 3 prevista per il fine settimana.
LUGANO
1 gior
La Città opta per i 30 all’ora nelle vie del centro
Uno studio di ingegneria esterno analizzerà la fattibilità della proposta
CANTONE
1 gior
Coronavirus: in Ticino 29 nuovi casi e 10 ricoverati in tutto
I pazienti Covid che necessitano di cure intensive scendono a 3.
FOTO
GIORNICO
1 gior
Auto contro il guard rail, incidente sull'A2
Nella notte il conducente di un veicolo con targhe tedesche ha perso la padronanza del suo mezzo.
CANTONE / SVIZZERA
1 gior
«È troppo presto per dire chi ha fatto meglio»
In Svizzera la seconda ondata è stata cinque volte più pesante della prima. In Ticino il rapporto è più bilanciato.
LUGANO
2 gior
Demolizione dell'ex Macello? Se ne parlava già a marzo
Nell'inchiesta sui fatti avvenuti a fine maggio spuntano alcune mail in cui si ipotizzava l'intervento
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile