tipress
LOCARNO
04.02.21 - 15:390

Mappo Morettina, lavori per 35 milioni

Nella galleria «elevato rischio di incidenti» e poche vie di fuga. Entro il 2028 ne verranno aggiunte altre

LOCARNO - Le nuove vie di fuga della galleria Mappo Morettina, una delle più trafficate del Paese, dovrebbero essere pronte entro il 2028. Per il costo dell'intervento sono stati predisposti 35 milioni di franchi, somma che non include i lavori per il rinnovo e la manutenzione di diverse altre parti dell'opera.

È quanto scrive il Consiglio federale rispondendo a un'interrogazione del consigliere nazionale Bruno Storni (PS/TI) circa la sicurezza della galleria.

Stando a un'analisi dell'Ufficio federale delle strade (USTRA) pubblicata lo scorso luglio, sottolinea il consigliere nazionale, la Mappo Morettina presenta importanti criticità nelle vie di fuga in caso di incidenti o incendio a causa dell'eccessiva distanza tra le vie di fuga di 600 metri invece dei 250 previsti dalle norme di sicurezza in vigore. Per Storni sussiste quindi un elevato rischio di incidenti, alla luce anche del fatto che quest'opera è tra le più trafficate del Paese, ancor più della galleria autostradale del San Gottardo.

Nella sua risposta, il governo rammenta che nel 1996, quando è entrata in servizio la Mappo Morettina, le norme in vigore non prevedevano la costruzione di vie di fuga, emanate successivamente (2004). L'adozione di queste norme, stando all'esecutivo, non impone di adeguare le infrastrutture esistenti alle nuove direttive immediatamente dopo la loro emissione; bisogna rimediarvi al più tardi in occasione della prossima grande manutenzione.

Nel frattempo, laddove è possibile, si sono adottate misure di riduzione del rischio. Il Ticino ha realizzato, per esempio, «interventi mirati e molto efficaci tra il 2002 e il 2012 che favorissero comunque l'autosalvataggio attraverso ad esempio l'utilizzo del vano tecnico sotto la carreggiata quale via di fuga, la garanzia di un rapido rilevamento di situazioni anomale e di incendi, la possibilità di informare gli utenti nel vano traffico e l'aspirazione in modo concentrato dei fumi in caso d'incendio».

In prospettiva dell'assunzione della proprietà della galleria da parte della Confederazione dal primo di gennaio 2020, l'USTRA aveva fatto eseguire l'ispezione dell'intera galleria nell'autunno 2019, aggiornando l'analisi di rischio alle attuali condizioni di esercizio.

Nell'ampliata rete delle strade nazionali, dal 2020 sono entrate a far parte altre gallerie che non rispettano totalmente i parametri di sicurezza delle più recenti norme e direttive; i Cantoni che gestivano in precedenza questi tratti di strade nazionali non dovevano infatti sottostare alle stesse direttive dell'USTRA.

Considerato i tempi per allestire i progetti, ottenere le approvazioni di legge, procedere con l'assegnazione pubblica dei lavori e realizzarli, l'USTRA conta di poter disporre delle nuove vie di fuga entro il 2028. Al momento, senza un progetto dettagliato, sulla base di esperienze passate si stimano costi per 35 milioni.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
CANTONE / SVIZZERA
59 min
I tempi cambiano e il 162 va in pensione
Alla fine del mese verrà disattivato il bollettino meteo consultabile telefonicamente.
LUGANO
59 min
«Cornaredo fa paura perché gli appartamenti in centro non sono più funzionali»
PSE: il dibattito si sposta sugli sfitti già presenti. Perché? Lo spiega Gianluigi Piazzini, presidente della CATEF.
CANTONE
8 ore
Certificato Covid, le proposte che non convincono il Ticino
Il Consiglio di Stato ha risposto alla consultazione del Consiglio federale sullo sviluppo del pass.
SVIZZERA
14 ore
L'aereo è partito senza Chiesa
Il presidente Udc doveva partecipare a un viaggio di rappresentanza negli Stati Uniti. Ma è rimasto bloccato al check-in
CANTONE
15 ore
Donazione di sangue: a decine tra politici e dipendenti cantonali
Per 27 di loro si è trattato della prima donazione.
LUGANO
20 ore
Infortunio sul lavoro a Cadro, 59enne in fin di vita
L'uomo è caduto da un'altezza di circa un metro e mezzo, battendo la testa. La sua vita è in pericolo.
BELLINZONA
20 ore
Altre 28 postazioni per il bike sharing di Bellinzona
Il Municipio intende aumentare ulteriormente il numero di biciclette disponibili sul territorio comunale
CANTONE
20 ore
I nuovi contagi in Ticino sono 36
Quattro le sezioni in quarantena nelle scuole ticinesi
CANTONE
22 ore
Tecnologie: «Si sta creando una tribù di esclusi»
Il "divario digitale" si è amplificato con la pandemia. Serenella Morinini, 73enne valmaggese, suona la carica.
LUGANO
22 ore
L'uomo che vuole costruire lo stadio
Chi è l'imprenditore che realizzerà il Polo Sportivo, votazione permettendo? Lo abbiamo intervistato.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile