Comitato studentesco LILO
LOCARNO
29.01.21 - 19:000

Quando i forni a microonde non bastano...

Al Liceo di Locarno è andata in scena una protesta pacifica per chiedere l'installazione di ulteriori apparecchi

Il Comitato studentesco: «Durante l'ora di pranzo si creano file e assembramenti»

LOCARNO - Due forni a microonde per seicento studenti non bastano! È questo il messaggio che oggi il Comitato studentesco del Liceo di Locarno ha lanciato con una protesta pacifica avvenuta all'esterno dell'istituto scolastico. Una protesta organizzata dopo che le autorità non hanno dato ascolto alla richiesta degli studenti.

«Durante l'ora del pranzo si formano file ingestibili nella sala microonde, causando assembramenti e affollamenti eccessivi». Situazioni, queste, che a dire del comitato sono «inconcepibili se pensiamo alla crisi pandemica che stiamo affrontando». Ecco dunque che negli scorsi mesi, come fanno sapere gli studenti, in due occasioni è stato contattato l'Ufficio della refezione scolastica per chiedere altri apparecchi: una richiesta è stata inoltrata dalla direzione dell'istituto, un'altra dal comitato. Entrambe sono state bocciate.

Ecco dunque che oggi è andata in scena la protesta: all'esterno dell'istituto sono stati installati altri tre forni a microonde con tanto di generatore. In questo modo gli studenti hanno potuto scaldare il proprio pranzo con meno attese.

«Siamo convinti del fatto che la nostra non sia una richiesta sproporzionata, ma al contrario estremamente pertinente anche in relazione all’emergenza sanitaria in corso» scrive ancora il comitato, in una nota, spiegando che da un recente sondaggio è inoltre emerso che circa l'88% degli studenti riteneva che due forni a microonde non fossero sufficienti.

Il comitato sottolinea, infine, che la protesta odierna era «completamente autonoma e distaccata dalla direzione del Liceo di Locarno» e rappresentava «l'ultima di tante opzioni che abbiamo messo in pratica».

Comitato studentesco LILO
Guarda le 2 immagini
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
LUGANO
10 ore
Demolizione dell'ex Macello? Se ne parlava già a marzo
Nell'inchiesta sui fatti avvenuti a fine maggio spuntano alcune mail in cui si ipotizzava l'intervento
CANTONE
12 ore
«Sabato pomeriggio potrebbero essere violenti»
Avviso di maltempo per il weekend, preoccupa la situazione idrologica e sono in arrivo altri temporali.
FOTO
TENERO
13 ore
Sbaglia manovra e termina contro un muro, ferita una donna
L'incidente si è verificato nel posteggio di un supermercato.
FOTO
CANTONE
18 ore
Le faggete valmaggesi sono Patrimonio mondiale dell'Unesco
La riserva ticinese è stata ufficialmente iscritta nell lista, assieme a quella solettese di Bettlachstock
LUGANO
19 ore
La causa del crollo? «Probabilmente un difetto di progettazione»
Secondo un esperto, a causare il crollo della pensilina del benzinaio Coop di Noranco non sarebbe stata solo la pioggia.
CANTONE
20 ore
Coronavirus: prima morte dopo due mesi in Ticino
I casi sono 42 mentre i ricoverati sono 9 in tutto.
MENDRISIO
21 ore
Le frane sono due, Ferrovia del Generoso chiusa anche domani
Entrambi gli smottamenti sono avvenuti fra le stazioni di San Nicolao e Bellavista.
CANTONE
21 ore
«Per gli inquilini è un buon momento per tirare sul prezzo»
A Lugano appartamenti sfitti, in media, per due mesi. I padroni di casa non sono contenti
LUGANO
23 ore
L'arte ti fa bella, ecco come rendere originale una città
Oggi in pensione, Stefan Ferretti è stato per anni tra i creatori delle installazioni artistiche che animano Lugano
CANTONE
23 ore
La pandemia non spaventa gli amanti della Grecia
Poche o nulle le lamentele. Lo stesso per le cancellazioni.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile