Comitato studentesco LILO
LOCARNO
29.01.21 - 19:000

Quando i forni a microonde non bastano...

Al Liceo di Locarno è andata in scena una protesta pacifica per chiedere l'installazione di ulteriori apparecchi

Il Comitato studentesco: «Durante l'ora di pranzo si creano file e assembramenti»

LOCARNO - Due forni a microonde per seicento studenti non bastano! È questo il messaggio che oggi il Comitato studentesco del Liceo di Locarno ha lanciato con una protesta pacifica avvenuta all'esterno dell'istituto scolastico. Una protesta organizzata dopo che le autorità non hanno dato ascolto alla richiesta degli studenti.

«Durante l'ora del pranzo si formano file ingestibili nella sala microonde, causando assembramenti e affollamenti eccessivi». Situazioni, queste, che a dire del comitato sono «inconcepibili se pensiamo alla crisi pandemica che stiamo affrontando». Ecco dunque che negli scorsi mesi, come fanno sapere gli studenti, in due occasioni è stato contattato l'Ufficio della refezione scolastica per chiedere altri apparecchi: una richiesta è stata inoltrata dalla direzione dell'istituto, un'altra dal comitato. Entrambe sono state bocciate.

Ecco dunque che oggi è andata in scena la protesta: all'esterno dell'istituto sono stati installati altri tre forni a microonde con tanto di generatore. In questo modo gli studenti hanno potuto scaldare il proprio pranzo con meno attese.

«Siamo convinti del fatto che la nostra non sia una richiesta sproporzionata, ma al contrario estremamente pertinente anche in relazione all’emergenza sanitaria in corso» scrive ancora il comitato, in una nota, spiegando che da un recente sondaggio è inoltre emerso che circa l'88% degli studenti riteneva che due forni a microonde non fossero sufficienti.

Il comitato sottolinea, infine, che la protesta odierna era «completamente autonoma e distaccata dalla direzione del Liceo di Locarno» e rappresentava «l'ultima di tante opzioni che abbiamo messo in pratica».

Comitato studentesco LILO
Guarda le 2 immagini
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
LUGANO
2 ore
Sempre più studenti ammassati sui bus
Grossi problemi su alcune linee. In particolare al mattino tra le 7.30 e le 8.15. La TPL cerca di correre ai ripari.
FOTO
CANTONE
2 ore
Fare del tempo libero un lavoro: alla Supsi si può
Il Bachelor in Leisure Management è un unicum in Svizzera. Ne abbiamo parlato con il responsabile Alessandro Siviero.
AUSTRIA
11 ore
Il vetraio Luca si porta a casa il bronzo
Una competizione memorabile per la Nazionale Svizzera delle professioni, che ha ottenuto 14 medaglie
CANTONE
12 ore
«C'è chi ha chiesto di entrare senza certificato, né mascherina»
Alle lamentele di alcuni familiari, che segnalano incongruenze nelle nuove normative, risponde il direttore di LIS.
CANTONE
15 ore
Guasto sulla linea e i treni vanno in tilt
Disagi importanti per chi oggi pomeriggio viaggia su rotaia con ritardi che continuano a protrarsi
CANTONE
17 ore
Matrimonio per tutti: «Ha vinto l'amore»
I Verdi applaudono quella che definiscono una «vittoria storica».
CANTONE
17 ore
Ribaltone alle urne: Ghiringhelli canta vittoria
L'iniziativa sulla legittima difesa è stata approvata dai ticinesi con il 52,4 per cento di voti favorevoli
AGNO
18 ore
Fiamme in un negozio di parrucchiere
I pompieri sono intervenuti a mezzogiorno in piazza Vicari ad Agno
CHIASSO
19 ore
«È davvero possibile, siamo tornati a vivere!»
Un successo il party di Nebiopoli, organizzato dal Comitato direttivo del Carnevale.
CANTONE
21 ore
Ultime gocce, poi un tiepido autunno
Ancora qualche precipitazione, specie nel Sottoceneri, poi di nuovo il sole.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile