Ti-Press
GORDOLA
29.01.21 - 08:150

«Il risanamento del Burio è l'unica soluzione pronta»

In vista del referendum del 7 marzo, PLR e PPD difendono il progetto: «È funzionale e sostenibile finanziariamente».

I due partiti poi attaccano i referendisti accusandoli di divulgare false informazioni: «Non esiste alcun piano B attuabile da subito e una nuova scuola costerebbe di più».

GORDOLA - Continua a tenere banco a Gordola il risanamento della scuola al Burio. E in vista del referendum - previsto il prossimo 7 marzo e lanciato dai gruppi Lega-UDC e Alternativa Gordola - a prendere parola sull'infinito dibattito sono questa volta le Sezioni PPD e PLR, che compatti invitano la popolazione a votare di "Sì". «Quello del riammodernamento della scuola al Burio è un progetto pronto, funzionale, sostenibile dalle finanze pubbliche e che i cittadini aspettano da 12 anni, per non ritornare nuovamente ai piedi della scala».

Anche perché secondo PPD e PLR di alternative immediate non ce ne sono: «Con a disposizione una soluzione pronta a partire ancora quest’anno e che, proprio per evitare disagi ad allievi e docenti, verrà realizzata prevalentemente durante il periodo di chiusura delle scuole, si rimette tutto in discussione nonostante un chiaro tetto ai costi, illudendo i gordolesi che vi sia un piano “B”, quando invece vi sono solo “concetti di massima” senza alcuna unità d’intenti tra gli stessi promotori».

I due partiti poi si dicono «sconcertati» del modo d'agire dei referendisti. In primo luogo secondo PLR e PPD l'alternativa da loro proposta è inattuabile. «Mettere la nuova sede delle scuole nel quartiere Santa Maria è impensabile», sottolineano. «Ci vorranno anni per completarlo. Con quei disagi di cantiere a cielo aperto che gli stessi fautori della votazione adducono quale motivo per non risanare un edificio dall’innegabile valore, oltre che economico pure affettivo». 

PLR e PPD infine giudicano «irrispettoso e ingannevole» verso la popolazione far credere una “nuova scuola” costi meno del risanamento stesso: «Vi è un chiaro tetto (16 milioni, ndr) che progettisti, direzione lavori ed ente pubblico saranno chiamati a rispettare scrupolosamente».

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
LUGANO
1 ora
Polo sportivo, ecco cosa accadrà da domani
Tutte le prossime tappe che porteranno alla costruzione del nuovo stadio e dell'intero progetto
CANTONE
2 ore
Votazioni federali: due "sì" e un "no" dal Ticino
Il 65,3% dei votanti ha dato via libera alla Legge Covid-19, mentre il 56,1% ha sostenuto l'iniziativa sugli infermieri.
LUGANO
2 ore
Paolo Beltraminelli è il nuovo presidente del PPD di Lugano
L'ex consigliere di Stato è stato nominato quest’oggi durante l'assemblea svoltasi a Pregassona
FOTO
CANTONE
7 ore
Bianco risveglio in buona parte del Ticino
A San Bernardino si misurano attualmente ben 25 centimetri di neve. Un centimetro anche a Lugano.
CANTONE / SVIZZERA
9 ore
Tre temi federali e il PSE: ancora poche ore per votare
Fino a mezzogiorno sarà possibile recarsi alle urne per esprimere la propria opinione sui tre oggetti federali.
FAIDO
19 ore
«Da sola non ce l'avrei mai fatta»
Morena Pedruzzi racconta la lunga strada per uscire dall'incubo dell'attentato di Marrakesh
FAIDO
1 gior
Marrakesh, il racconto dieci anni dopo
Morena Pedruzzi è l'unica sopravvissuta ticinese all'attentato terroristico del 2011. Si racconta in un libro
CANTONE
1 gior
L'Udc non parla con la Rsi
«Troppo parziale». I democentristi domani non commenteranno le votazioni ai microfoni di Comano
FOTO E VIDEO
CUGNASCO-GERRA
1 gior
Fiamme dalla canna fumaria, intervengono i pompieri
L'incendio, divampato questa mattina a Cugnasco, si è propagato anche al tetto.
RIVA SAN VITALE
1 gior
A processo per tentato omicidio
Rinviata a giudizio la 43enne che sei mesi fa accoltellò al collo il compagno.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile