Ti Press
CANTONE / SVIZZERA
28.01.21 - 13:570
Aggiornamento : 14:32

Settimana prossima si testano le sirene

Mercoledì 3 febbraio ci sarà l'annuale prova generale delle circa 5'000 sirene fisse presenti sul territorio svizzero.

A causa della pandemia, quest'anno si rinuncia a percorrere gli itinerari prestabiliti con le sirene mobili.

BERNA - Le sirene, elementi fondamentali del sistema per diffondere l'allarme, vengono controllate ogni anno. In caso d'evento possono infatti dare l'allarme alla popolazione in modo affidabile solo se funzionano correttamente. Per questo motivo, mercoledì 3 febbraio 2021 avrà luogo in tutto il Paese l'annuale prova delle sirene. Come nei due anni precedenti saranno testati anche i canali d'informazione Alertswiss. Il numero di utenti dell'App Alertswiss è salito a 680'000, ciò che corrisponde a un aumento del 40% in un anno.

In Svizzera ci sono circa 5'000 sirene fisse per l'allarme generale e 2'200 sirene mobili. Grazie ad esse è possibile raggiungere con il segnale d'allarme quasi tutta la popolazione. Il 3 febbraio 2021 verrà testato in tutta la Svizzera il corretto funzionamento sia delle sirene per dare l'allarme generale, sia di quelle per dare l'allarme acqua. La popolazione non dovrà adottare alcuna misura. 

Alle ore 13:30 verranno attivate le sirene per l'allarme generale, un suono modulato e regolare della durata di un minuto. Se necessario, la prova può essere ripetuta entro le ore 14:00. Contemporaneamente ogni cantone diffonde un comunicato via Alertswiss. Dalle 14:15 ed entro le 15:00, le sirene a valle di sbarramenti idrici emettono il segnale «Allarme acqua», dodici suoni continui e gravi in sequenze di 20 secondi a intervalli di 10 secondi.

Per sgravare il personale della protezione della popolazione già fortemente sollecitato dalla lotta alla pandemia, quest'anno si rinuncia a percorrere gli itinerari prestabiliti con le sirene mobili.

Alertswiss sempre più popolare - Con l'app e il sito Alertswiss lanciati nel 2018, l'UFPP ha rafforzato il suo strumentario per la comunicazione in caso d'evento. Il numero di utenti di Alertswiss cresce continuamente. Mentre nel mese di febbraio 2020 l'app Alertswiss contava 490'000 utenti attivi, durante la pandemia questo numero è aumentato del 40% a 680'000 utenti. Durante la pandemia di COVID-19 è emerso che Alertswiss è un ottimo strumento per l'invio d'informazioni differenziate, ad esempio attraverso la pubblicazione di regole di comportamento o delle misure antipandemiche in vigore nei singoli cantoni. Contemporaneamente all'attivazione del primo segnale d'allarme generale, il 3 febbraio 2021 sarà inviato un messaggio d'informazione a tutti i cellulari abbonati all'app.

Che cosa fare in caso di allarme reale? - Se il segnale «Allarme generale» risuona in un momento diverso da quello previsto per la prova delle sirene, significa che la popolazione potrebbe trovarsi in pericolo. In questo caso i cittadini minacciati sono invitati ad ascoltare la radio o informarsi tramite i canali Alertswiss, seguire le istruzioni diramate dalle autorità e informare i vicini.   

Il segnale di «Allarme acqua» avvisa di un pericolo imminente a valle di un impianto d'accumulazione. In questo caso la popolazione deve abbandonare immediatamente la regione minacciata. Gli abitanti di queste regioni vengono informati preventivamente tramite dei promemoria sull'allarme acqua e sulle vie di fuga.

 

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
CANTONE
24 min
«Ci stiamo lamentando di un Paese che ci ha dato due vaccini efficaci»
Svizzera lenta e debole? La strategia rossocrociata analizzata da Alessandro Diana, infettivologo e vaccinologo.
LUGANO
1 ora
«Denunciate chi avvelena i cani»
L'invito è del Municipio e del sindaco Borradori ai suoi cittadini. Anche ai 151 che hanno firmato la raccomandata
LUGANO
1 ora
Aeroporto, il Municipio ha scelto con chi prendere il volo
Licenziato il messaggio per l'autorizzazione a intavolare trattative con Amici dell'aeroporto e Marending-Artioli
CANTONE
2 ore
Un vero flop l’idea dei ristoranti trasformati in mense
Massimo Suter, presidente di GastroTicino: «In Ticino manca la massa critica»
CANTONE
3 ore
Si cerca Miguel Rozalen Jover
Residente a Chiasso, ha fatto perdere le sue tracce dal 10 di febbraio.
FOTO
BELLINZONA
5 ore
Luce verde al semi-svincolo di Via Tatti
Il Consiglio di Stato ha comunicato la crescita in giudicato della parte cantonale del progetto.
CANTONE / SVIZZERA
5 ore
I ticinesi si fanno scartare
L'idoneità al servizio è del 68,5%. Tra i cantoni, il Ticino viene dopo solo Vallese, Neuchâtel e Glarona
CANTONE
7 ore
I nuovi positivi sono 50, ma c'è una vittima
Viene segnalata una nuova classe in quarantena, per la precisione presso la Scuola media di Viganello.
VIDEO
CANTONE
7 ore
La sfida dei musei: «La gente ha bisogno di cultura»
Coi recenti allentamenti delle restrizioni, i musei hanno riaperto i battenti. È ripartita anche la Da Vinci Experience
CANTONE
11 ore
A caccia di clienti del sesso in Ticino
Qui i locali erotici sono chiusi. Altrove c'è chi può restare aperto. Il direttore dell'Oceano: «Una totale incoerenza»
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile