tipress
BELLINZONA
27.01.21 - 20:210
Aggiornamento : 22:25

«Non abbiamo potuto dirgli addio»

L'ultimo saluto è un diritto garantito (in teoria) anche in tempi di Covid. Ma allo Iosi qualcosa è andato storto

Il caso di un 66enne malato di cancro. I famigliari: «Abbiamo insistito fino all'ultimo. Ci è sempre stato detto di no»

BELLINZONA - Anche in tempo di Covid, il diritto all'ultimo saluto è garantito, in teoria. In pratica, il giro di vite introdotto a metà gennaio dal medico cantonale ha già fatto qualche "vittima". Nel reparto cure palliative dello Iosi, a Bellinzona, un paziente 66enne è deceduto il 23 gennaio senza ricevere visita dai suoi cari.

«Abbiamo insistito tutto il giorno, e anche i giorni precedenti, chiedendo di poterlo vedere» racconta un figlio del defunto. «L'accesso ci è sempre stato negato». Quando in extremis arriva l'autorizzazione è troppo tardi: in serata, i figli vengono ammessi al capezzale del paziente già deceduto. Il caso è «unico» finora, assicurano dall'Ente ospedaliero.

Ma la direttiva del Dss è entrata in vigore da poco: il 15 gennaio, dopo che la "variante inglese" è comparsa nelle prime case anziani. Da allora, le visite ai pazienti in fine vita sottostanno a un permesso specifico. Nel caso in questione «il paziente ha avuto un peggioramento inaspettato in tempi molto brevi» spiega l'Eoc. «Meno di un'ora tra la chiamata ai famigliari e il decesso». La natura ha deciso, si vede, di non rispettare le direttive.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
BELLINZONA
14 sec
Ecco come sarà il nuovo Pretorio
Il Consiglio di Stato chiede al Parlamento un credito di 43 milioni e 420mila franchi per ristrutturazione e ampliamento
FOTO
BREGGIA
24 min
Gli alberi se ne vanno per poi tornare
Nell'ambito della valorizzazione della piazza di Cabbio è iniziato lo spostamento di tigli e platani
CANTONE
43 min
L'autostrada A2 si prepara per il semisvincolo
Al via i lavori per il risanamento globale del tratto compreso tra gli svincoli di Bellinzona Nord e Bellinzona Sud
FOTO E VIDEO
BRISSAGO
1 ora
Come ti salvo l'Isolino dalle neofite invasive
Le specie alloctone avevano colonizzato l'Isola dei conigli, ma un intervento mirato le ha estirpate.
CANTONE
1 ora
Covid: 44 positivi e 7 ricoveri
Il tasso di riproduzione Rt è dell'1,09. Sono 156 su 100mila le persone positive negli ultimi 14 giorni
BEDANO
5 ore
Decide Google Maps, niente aiuti per il ragazzo
Sconti sull'abbonamento del bus per chi tra casa e scuola impiega più di 20 minuti a piedi. Beffa per alcuni.
CANTONE
5 ore
Sofferenza (e licenziamenti) dietro il sipario
Il lockdown culturale sembra senza fine. Le eccellenze artistiche in Ticino sono in affanno
CONFINE
13 ore
La Provincia di Como sarà zona arancione rafforzata
Chiuderanno le scuole in presenza. Anche Viggiù (Varese), finora in fascia rossa, passerà all'arancione.
SONDAGGIO
CANTONE
15 ore
«Riaprite i ristoranti, altrimenti i negozi faranno fatica»
I negozianti sono tornati al lavoro «con sollievo e la speranza di non dover nuovamente chiudere»
LOCARNO
17 ore
«Chiusi per Pasqua? Sarebbe una beffa»
L'Organizzazione turistica Lago Maggiore e Valli auspica la riapertura di bar e ristoranti per il prossimo 22 marzo.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile