Tipress
COMANO
22.01.21 - 16:290
Aggiornamento : 18:30

Le molestie in RSI si scontrano con un primo scoglio

La direzione vuole un pool di avvocati in maggioranza uomini. Il sindacato SSM: «Non possiamo accettarlo»

La denuncia: «Donne umiliate e denigrate. Gerarchia e autoritarismo nella radio-tv di Stato»

COMANO - «Sì, alla RSI ci sono donne che vengono umiliate professionalmente e denigrate in pubblico». A parlare è Maria Chiara Fornari, recentemente nominata a capo del Sindacato Svizzero dei Massmedia, sezione Ticino (SSM). Parole, le sue, contenute in un’intervista che in Ticino è passata sotto silenzio, pubblicata sul quotidiano romando LeTemps, giornale che per primo rivelò casi di abusi e molestie all’interno della televisione della Svizzera francese (RTS).

Accuse pesanti. Maria Chiara Fornari, che da 30 anni lavora come giornalista alla RSI, conosce molto bene l’azienda. Finora il sindacato ha raccolto una quarantina di segnalazioni di presunte molestie e verranno inviate a un pool di avvocati che avrà il compito di analizzare e valutare i vari casi. Ed è qui che si viene sapere di un primo scoglio. «La direzione voleva imporci avvocati prevalentemente uomini, e noi non possiamo accettarlo. Un accordo non lo abbiamo ancora trovato» ha dichiarato al giornale romando.

Nell’intervista Maria Chiara Fornari parla di donne umiliate, di battute sessiste non solo nei corridoi, ma anche durante le riunioni, di abusi tenuti segreti, di un clima di omertà, di paura nel denunciare, di mancanza di rispetto. «Una giornalista che ha osato sporgere denuncia contro un suo superiore è finita per essere declassata e posta in condizioni professionali svantaggiose».

Un problema secondo le accuse che ha radici profonde. Alcuni casi risalgono a vent’anni fa, con dirigenti che avrebbero commesso abusi e che non sono mai stati fermati in tutti questi anni.  «I casi di molestie e di mobbing sono strettamente legate al fenomeno del bossing. La RSI è caratterizzata da una rigida gerarchia, un modus operandi autoritario e arcaico che esclude l'ascolto. Si fa pressione perfino contro il sindacato, con tentativi di intimidazione solo perché lavoriamo alla RSI».

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
CANTONE
26 min
In Ticino cinque nuovi contagi, ma anche oggi nessun decesso
Nelle strutture sanitarie si contano attualmente tre pazienti Covid
LUGANO
1 ora
Autogestiti: "La loro sede in un'altra località del cantone"
L'UDC chiede la creazione di una task force cantonale
VIDEO
MENDRISIO
3 ore
Le abili mani in dogana che ci fanno sentire più sicuri
È una sfida con chi ogni giorno si inventa un sistema per eludere i controlli doganali.
BELLINZONA
4 ore
Dopo i sorpassi di spesa, l'appalto a prezzi stracciati
I lavori all'ex Petrolchimica preventivati per 200mila franchi sono stati deliberati dal Municipio per 62mila franchi
FOTO
MAROGGIA
4 ore
Il cammino per la rinascita del Mulino prosegue
Sono passati quasi sette mesi dal terribile rogo, ma la vicinanza e la solidarietà della gente sono sempre grandi.
AGNO 
16 ore
"Cadrega" negata e Soldati scende dal treno
Dietro le dimissioni del presidente delle FLP le resistenze degli azionisti privati sulla nomina di un membro di CdA
VIDEO
MAGGIA
17 ore
I serpenti della Maggia conquistano TikTok
Il video di una lotta rituale ha valicato il Gottardo, e i contendenti si coprono di gloria
FOTO E VIDEO
LOCARNO
17 ore
Cade sulle rocce e si ferisce, infortunio a Ponte Brolla
L'incidente è avvenuto lungo la Maggia. Per soccorrere il ferito sono intervenuti Rega e Salva.
CANTONE
19 ore
Quattromila posti liberi al Centro di Biasca
Le autorità sanitarie consigliano ai cittadini di prendere appuntamento in Riviera per il vaccino.
CANTONE
22 ore
Dal Ticino parte la lotta al «ricercato speciale»
Agroscope ha lanciato uno strumento innovativo per monitorare la diffusione del coleottero giapponese.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile