tipress
SVIZZERA
19.01.21 - 11:130

Sulle Alpi «solo camion sicuri»

La Commissione trasporti del consiglio nazionale ha approvato l'iniziativa cantonale ticinese

BERNA - In futuro, i camion che circolano sulle strade di transito nella regione alpina dovrebbero essere obbligati ad avere sistemi di assistenza atti a ridurre gli incidenti. Eccezioni temporanee saranno ammesse per il traffico da e per la Svizzera meridionale.

È quanto prevede il progetto preliminare di modifica della Legge federale sulla circolazione stradale, messo in consultazione dalla Commissione dei trasporti del Consiglio nazionale (CTT-N) lo scorso giugno, che verrà presentato tale e quale al parlamento (15 voti a 10).

Il progetto, precisa una nota odierna dei servizi parlamentari, non sarà trattato dal Consiglio nazionale prima della sessione estiva, dopo che il Consiglio federale avrà fatto pervenire il suo parere al riguardo.

La modifica legislativa realizza l'iniziativa cantonale del Ticino "Strade più sicure subito!" che chiede di vietare il transito ai camion non dotati dei nuovi sistemi di sicurezza (sistema antibloccaggio, dispositivo avanzato frenata d'emergenza, sistema di controllo della stabilità, avviso di deviazione della corsia e controllo pressione pneumatici). Quando le nuove norme saranno in vigore, i camion già in circolazione avranno cinque anni di tempo per adeguarsi. Secondo la CTT-N, per alcuni trasporti non transfrontalieri il Consiglio federale deve poter prevedere un termine più lungo.

La maggioranza della commissione è del parere che la modifica legislativa proposta riduca il potenziale di pericolo costituito dal traffico pesante nelle Alpi migliorando così ulteriormente l'elevato standard di sicurezza sulle strade svizzere.

Una minoranza proporrà in aula la non entrata nel merito, ritenendo che la necessità di un intervento legislativo non sia giustificata a sufficienza e che equipaggiare a posteriori gli autoveicoli non sarebbe sostenibile per l'industria dei trasporti sul piano tecnico ed economico.

Un'altra minoranza chiederà di stralciare dal progetto la possibilità di un termine più lungo per la Svizzera meridionale e il Vallese: a suo avviso, simili eccezioni riducono l'efficacia delle misure e contraddicono il principio dell'uguaglianza giuridica.

Secondo la maggioranza della CTT-N, invece, il termine più lungo sgrava le imprese di spedizione attive nei Cantoni alpini e garantisce l'approvvigionamento delle regioni di montagna.

Questo termine consente ai detentori di veicoli di effettuare una pianificazione accurata a medio-lungo termine, spiega la CTT-N. Il Consiglio federale può fissare un termine più lungo «per i trasporti attraverso le Alpi non transfrontalieri particolarmente importanti per l'economia della Svizzera meridionale o del Vallese».

Grazie alla riforma, non si ridurrà solo il potenziale di pericolo dovuto al traffico pesante, ma vi sarà probabilmente un miglioramento anche sul fronte ambientale e dell'inquinamento fonico, dato che i nuovi requisiti comporteranno tendenzialmente l'uso di veicoli più moderni, sostiene la commissione.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
FOTO
BREGGIA
5 ore
Gli alberi stanno tornando in piazza
Le piante erano state rimosse lo scorso marzo per i lavori di valorizzazione a Cabbio
MENDRISIO
7 ore
Si getta ancora la spugna, niente Fiera di San Martino
La tradizionale fiera di novembre non avrà luogo per il secondo anno di fila: «Decisione sofferta, ma obbligata»
LUGANO
8 ore
Oltre 7'200 veicoli controllati durante "Bimbi sicuri"
La maggioranza degli utenti della strada si comporta con prudenza, ma c'è qualche eccezione...
LUGANO
11 ore
Arresto "da film" sul lungolago: erano due truffatori
Le due persone fermate giovedì scorso sono sospettate di aver tentato una truffa di tipo "rip-deal".
CANTONE
13 ore
Un weekend con 38 contagi
Le strutture sanitarie accolgono 18 pazienti con sintomi gravi della malattia. Sei si trovano in cure intense.
CANTONE
14 ore
Smaltire i rifiuti costerà meno
Dal primo gennaio 2022 il Cantone ha previsto una riduzione di dieci franchi per ogni tonnellata smaltita dai Comuni.
LUGANO
17 ore
Sempre più studenti ammassati sui bus
Grossi problemi su alcune linee. In particolare al mattino tra le 7.30 e le 8.15. La TPL cerca di correre ai ripari.
FOTO
CANTONE
17 ore
Fare del tempo libero un lavoro: alla Supsi si può
Il Bachelor in Leisure Management è un unicum in Svizzera. Ne abbiamo parlato con il responsabile Alessandro Siviero.
AUSTRIA
1 gior
Il vetraio Luca si porta a casa il bronzo
Una competizione memorabile per la Nazionale Svizzera delle professioni, che ha ottenuto 14 medaglie
CANTONE
1 gior
«C'è chi ha chiesto di entrare senza certificato, né mascherina»
Alle lamentele di alcuni familiari, che segnalano incongruenze nelle nuove normative, risponde il direttore di LIS.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile