Immobili
Veicoli
Foto 20min/Davide Giordano
CANTONE
18.01.21 - 15:370

«Vogliamo controlli sistematici alla frontiera»

È la rinnovata richiesta del Governo ticinese a Berna. Anche se la situazione epidemiologica sta migliorando

Il Consiglio di Stato è preoccupato per la presenza accertata della più contagiosa variante inglese

BELLINZONA - Oggi è scattato in tutta la Svizzera l'inasprimento delle misure anti-coronavirus: i negozi che non vendono beni di prima necessità sono chiusi e il telelavoro è obbligatorio. Eppure il traffico transfrontaliero stenta a diminuire. Ecco dunque che ieri il Consiglio di Stato ha scritto a Berna, esprimendo nuovamente la propria preoccupazione sulla questione del controllo alle frontiere, tuttora irrisolta: «L'attuale assenza di controlli sistematici rischia di ridurre l'effetto delle misure restrittive e gli sforzi profusi nella campagna di vaccinazione» si legge in una nota odierna.

La richiesta è quindi di introdurre controlli sistematici e anche di chiudere i valichi minori, «prevedendo fasce mattutine e serali di eccezione, in particolare nei valichi più utilizzati dal personale sanitario». Secondo il Consiglio di Stato sarebbe inoltre auspicabile sottoporre sistematicamente a test rapidi i viaggiatori che rientrano in Svizzera da viaggi all’estero, in particolare da aree a rischio, anche europee.

Nel frattempo si osserva un miglioramento della situazione epidemiologica: nelle ultime ventiquattro ore, per esempio, nel nostro cantone sono stati registrati 24 nuovi casi di coronavirus e sei decessi. Ma a destare preoccupazione - lo spiega ancora il Consiglio di Stato - è la presenza accertata della nuova e più contagiosa variante inglese.

Variante che ha spinto il Dipartimento della sanità e della socialità a introdurre nuove misure di protezione accresciute per le prossime settimane, vietando le visite nelle case per anziani, negli ospedali del settore acuto, nelle strutture di riabilitazione e negli istituti per invalidi.

Nella giornata di ieri inoltre, l’Ufficio del medico cantonale del DSS, d’intesa con il Dipartimento dell’educazione, della cultura e dello sport, ha posto in quarantena tutti gli allievi e i docenti della scuola media di Morbio Inferiore. La misura si è resa necessaria dopo che nell’istituto sono stati constatati 13 casi di positività, almeno due dei quali riconducibili alla «variante inglese». A seguito di tali decisioni il Consiglio di Stato ha tempestivamente deciso di introdurre il divieto di attività sportive con contatto fisico e quelle svolte in spazi chiusi di bambini e giovani fino al compimento dei 16 anni in tutto il Mendrisiotto.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
CANTONE
1 ora
Altri 173 contagi e un decesso nel fine settimana
Gli ospedali ticinesi accolgono attualmente 68 pazienti.
LUGANO
1 ora
Dopo l'accoltellamento, l'arresto
È finito in manette un cittadino svizzero di 32 anni residente nella regione
LUGANO
5 ore
«A Lugano non c'è mai niente da fare!»
Hai tra i 14 e i 25 anni e abiti in riva al Ceresio? Allora partecipa al sondaggio promosso per “rianimare” la città
CANTONE
5 ore
In Ticino "per sbaglio", sono in un limbo
Il caso di un nucleo famigliare ucraino ospitato a Lamone-Cadempino. E l'appello del padrone di casa Giuseppe Akbas.
FOTO
LUGANO
16 ore
Grande giornata di festa per Raiffeisen Walking Lugano
Tra i vari percorsi non è mancato l'appuntamento tradizionale con il City Trail fino al Monte Bré
FOTO
PORLEZZA
18 ore
Un capriolo nel Ceresio
Brutta avventura finita bene, oggi pomeriggio, nelle acque a largo di Porlezza
LUGANO
19 ore
Festeggiamenti in piazza e notte libera
Il Municipio accoglierà una delegazione dell’FC Lugano di ritorno dalla trionfale trasferta bernese.
FOTO
COLDRERIO
20 ore
Tenta un sorpasso, ma si ritrova sottosopra
L'incidente è avvenuto questo pomeriggio in via Santa Apollonia a Coldrerio. Nessuno dovrebbe essere rimasto ferito.
MORBIO INFERIORE
22 ore
Sonora bocciatura per l'ecocentro di Morbio Inferiore
Il credito da 2,26 milioni di franchi è stato respinto dal 71,1% della popolazione.
CANTONE
23 ore
Il pareggio dei conti approvato dai ticinesi
L'unico oggetto in votazione a livello cantonale ha visto prevalere il sì (56,9%)
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile