tipress
LOCARNO
17.01.21 - 12:170

Casa Martini prolunga il servizio dei pasti gratuiti d'asporto

L'offerta è apprezzata, con picchi di 50/60 presenze a pasto.

In un primo tempo, la distribuzione avrebbe dovuto cessare venerdì scorso, ma proseguirà fino a fine febbraio.

LOCARNO - A un anno dall’apertura, Casa Martini a Locarno conferma la sua provvidenzialità. Sia come centro di accoglienza temporanea sia come mensa sociale. Se il primo sta sempre ospitando diverse persone trovatesi in difficoltà, la seconda è una preziosa risorsa nell’emergenza, soprattutto grazie al servizio di pasti gratuiti da asporto messo in piedi durante il lockdown di primavera e riproposto a ridosso delle festività di fine anno.

Un’offerta apprezzata (una ventina, mediamente, i pranzi e le cene distribuiti quotidianamente, con punte però che hanno sfiorato i cinquanta o sessanta), tanto che – vista la comprovata necessità – si è deciso di prolungarla. In un primo tempo, infatti, la distribuzione avrebbe dovuto cessare venerdì scorso; ora, invece, proseguirà fino a fine febbraio.

Considerata la sua gratuità, il servizio si è rivelato provvidenziale per molti, in un momento in cui lo stop a diversi settori dell’economia sta provocando non poche situazioni di precarietà. Ad usufruirne sono anche diverse famiglie che – grazie alla prestazione di Casa Martini – riescono ancora a far quadrare i conti.

Ricordiamo che i pranzi possono essere ritirati, presso la sede di via Vallemaggia 26, dalle 11.30 alle 12, mentre le cene dalle 18 alle 18.30. E questo quotidianamente, 7 giorni su 7. Eventuali informazioni possono essere richieste telefonando al numero 091/752.08.23. Lo stesso recapito vale anche per il centro di accoglienza temporanea, voluto – come la mensa sociale – dalla Società mutuo soccorso e poi affidato alla Fondazione Francesco di fra Martino Dotta.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
CANTONE
7 ore
È senza terrazza, come farà?
Lorenzo Albrici, chef stellato, da quattro mesi non guadagna un soldo. E anche il 19 aprile resterà "a bocca asciutta"
CANTONE
9 ore
Le incognite sono troppe, Estival Jazz getta la spugna
A confermarlo è l'organizzatore Andreas Wyden: «Non poteva essere fatto così come lo conosciamo»
CANTONE
10 ore
Allentamenti, Lega insoddisfatta: «Riaprire subito!»
Per il partito di via Monte Boglia il lockdown «non è più sostenibile» e nemmeno sostenuto dalla popolazione.
LUGANO
12 ore
Dieci giorni all'ex Macello: «Poi la polizia»
Scatta il secondo ultimatum del Municipio. Ma si slitta a dopo le elezioni
FOTO E VIDEO
BELLINZONA
12 ore
Grave incidente a Gudo, strada riaperta
Un'auto, dopo aver sbattuto contro il guardrail, è uscita di strada prima della curva a esse, finendo nella scarpata
CANTONE
15 ore
Consuntivo influenzato dalla pandemia
Il 2020 si chiude con un disavanzo d’esercizio di 165.1 milioni di franchi
LUGANO
18 ore
Nasce il movimento di chi si sente tradito… dalla Città
La piattaforma villaggitraditi.ch dedica il primo capitolo alla piscina di Carona e al controverso progetto di “glamping” 
CANTONE
18 ore
76 nuovi contagi in Ticino, un decesso
8 i nuovi ricoveri e 4 i dimessi. Salgono gli ospedalizzati, oggi a quota 89.
LUGANO
21 ore
«Non stiamo contattando artisti, troppa incertezza»
Il Covid soffoca la cultura. Carmelo Rifici, direttore artistico del LAC: «Così non si possono fare pianificazioni».
CANTONE
22 ore
La pandemia in Ticino viaggia in Tesla
Le auto elettriche e ibride hanno raddoppiato le vendite negli ultimi mesi. Chi le acquista?
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile