Rescue Media
Lo scorso 8 gennaio su un cantiere di Paradiso (ex hotel du Lac) un operaio 54enne ha perso la vita.
CANTONE
14.01.21 - 14:220

Cantieri pericolosi e lavoratori accusati di negligenza: «Ora basta»

Unia: «Serve un cambio di passo per contrastare l’aumento dei morti e dei feriti gravi sui cantieri»

BELLINZONA - L'ultimo incidente su un cantiere risale a sei giorni fa, all'ex Hotel Du Lac di Paradiso. Ed è stato purtroppo fatale per un operaio 54enne. Ma nel nostro cantone «sono ormai 10 anni che sui cantieri si registra un costante aumento degli infortuni mortali e gravi e del rischio d’incidente» È la denuncia del sindacato Unia Ticino e Moesa. Per il quale i motivi sono chiari: «Una costante crescita dei ritmi di lavoro, della produttività e della flessibilità, dettata dal contesto di concorrenza sfrenata e brutale che provoca la corsa al minor prezzo, tagli di personale e il mancato rispetto di elementari concetti di sicurezza».

Nel corso del 2020 Unia ha presentato i risultati di un sondaggio che ha coinvolto 12'000 lavoratori edili e capi muratori. Tre quarti di loro ha definito come "un’importante fonte di stress e una minaccia per la qualità e la sicurezza del lavoro" la crescente pressione dei termini di consegna delle opere. Pressione che la situazione della pandemia ha ulteriormente incrementato.

Per Unia il principio secondo cui in caso di mancato rispetto di una regola vitale il lavoratore ha il diritto e il dovere di sospendere il lavoro, viene superato dalla paura di venire licenziati. «I lavoratori sono stanchi di finire sul banco degli imputati e di vedere confusa una presupposta colpevole “negligenza” con un sistema di lavoro che in realtà li obbliga e li spinge in una direzione purtroppo ben precisa». Per questo il sindacato chiede a organizzazioni padronali, imprese, committenti e organismi di controllo di «assumersi fino in fondo le rispettive responsabilità per garantire la sicurezza e la tutela della salute sui cantieri». 

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
CANTONE
25 min
«In estate 50 telefonate al giorno, adesso le riceviamo in meno di un'ora»
L’hotline cantonale è sommersa dalle telefonate. Ne arrivano a raffica e per i motivi più disparati.
LIGORNETTO
2 ore
Mascherine a scuola, quanto lavoro per Timask
Quella momò è una delle poche aziende in Svizzera autorizzate a produrre mascherine per bambini
LAMONE
2 ore
Botox-bar per una notte? La versione del gerente dopo il blitz
Il gerente si difende: «Era solo una presentazione di prodotti. I trattamenti, semmai, si sarebbero tenuti in Italia»
FOTO
LUGANO
12 ore
Due auto si scontrano sulla Crespera
L'incidente è avvenuto questa sera a Breganzona: i due conducenti se la sono cavata con leggere escoriazioni.
LUGANO
12 ore
Don Tamagni, oltre 600mila franchi sottratti ai genitori
Il parroco di Cadro era il curatore della coppia di anziani, ed era esente da controlli.
CONFINE
14 ore
Covid, più controlli tra Svizzera e Piemonte
Il Verbano Cusio Ossola aumenta la sorveglianza sul confine, con l'introduzione del super Green Pass
RIVERA
15 ore
La Lega si riorganizza, ma c'è di mezzo la variante
L'appuntamento doveva tenersi questa domenica al Centro istruzione della Protezione civile
POSCHIAVO (GR) / SVIZZERA
16 ore
Valposchiavo fra i migliori borghi turistici del mondo
L'Organizzazione Mondiale del Turismo (OMT) ha accolto tutte le tre candidature presentate dalla Svizzera.
BELLINZONA
21 ore
Niente Rabadan nel 2022
Lo ha deciso ieri sera il Comitato, prendendo atto della «preoccupante evoluzione della situazione pandemica»
CANTONE
22 ore
In Ticino 160 nuovi contagi e altre cinque classi in quarantena
Negli ospedali ticinesi si contano attualmente 64 pazienti Covid, di cui otto in cure intense
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile