La Posta
CANTONE
14.01.21 - 10:340
Aggiornamento : 10:49

I bambini hanno mandato mascherine a Gesù Bambino e Babbo Natale

In vista del Natale 2020 sono state scritte 34'286 letterine: per la Posta si tratta di un nuovo record

CADENAZZO - Sono 34'286 le letterine che nel 2020 i bambini svizzeri hanno scritto a Gesù Bambino e Babbo Natale: si tratta di un nuovo record, come fa sapere oggi la Posta. Rispetto all'anno precedente, sono aumentate del 14%.

Preoccupazione per il virus - «Queste lettere - si legge in una nota - dimostrano chiaramente quanto l'emergenza coronavirus riguardi anche i bambini». Lo conferma Irene Russo, che da tre anni lavora come elfa postina per Babbo Natale e Gesù Bambino. «Ci siamo resi conto che i temi del coronavirus e della salute danno molto da pensare anche ai bambini» dice la ticinese, spiegando che molte letterine contenevano desideri su questi due argomenti. Per esempio, i bambini temevano che Gesù Bambino si infettasse con il virus e hanno addirittura inviato mascherine affinché lui e Babbo Natale fossero protetti.

Tra Playstation e ciucci - Lo scorso anno un numero particolarmente alto di lettere ha fatto commuovere Russo: per esempio, tra i bambini c’è chi ha scritto di essere triste per il fatto di non poter vedere i nonni a causa del coronavirus, ma anche per aver perso persone care. Oltre a queste lettere commoventi, gli elfi hanno ricevuto – come già negli anni precedenti – anche numerose richieste materiali, come iPhone o PlayStation.  «Come ogni anno, abbiamo anche fatto incetta di ciucci» aggiunge Russo con un sorriso.

A scrivere a Gesù Bambino sono stati infine anche numerosi adulti. «Ci sono adulti che semplicemente si sentono soli e per questo sono felici di ricevere posta a Natale da Gesù Bambino» afferma ancora Russo.

La Posta al servizio di Gesù bambino dal 1950 - Dal 1950 il numero delle letterine per Babbo Natale e Gesù Bambino è cresciuto enormemente: se nei primi anni gli elfi postini dovevano gestirne circa 450, trent'anni dopo erano già circa 1'800 e nel 2004 addirittura 17’522.

Da anni la maggior parte delle lettere proviene dalla Svizzera romanda (59%). Qui le letterine a Père Noël, contenenti generalmente liste dei desideri e buoni propositi, hanno una lunga tradizione. Dalla Svizzera tedesca è arrivato il 19% delle lettere, dal Ticino il 15%.

La Posta
Guarda le 3 immagini
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
CANTONE
1 ora
Positivi ancora in calo: sono 25
Diminuisce la pressione sugli ospedali ticinesi: sono quattro i ricoverati in meno.
CANTONE / ITALIA
3 ore
Posso andare in Italia? Sì, ma...
Da domani niente più obbligo di quarantena, ma sarà in ogni caso necessario un tampone negativo.
LOCARNO
12 ore
Santa Chiara-Moncucco: matrimonio ufficiale
I gruppi interessati all'acquisto della struttura locarnese erano tre. Gli azionisti puntano sulla Clinica Luganese.
LOCARNO
15 ore
Locarno, girava armato di coltello in Piazza Castello
I fatti risalgono a sabato scorso. L'uomo dovrà rispondere di infrazione alla Legge federale sulle armi.
CANTONE
17 ore
Un'altra settimana con tanti radar "luganesi"
L'elenco dei rilevamenti della velocità previsti dal 17 al 23 maggio
CANTONE
21 ore
Jona sta bene, avviso di scomparsa revocato
È stato rintracciato in Italia. Del giovane non si avevano notizie da mercoledì
CHIASSO
1 gior
Con 700 kg di batterie al litio, in barba alle norme di sicurezza
Un trasporto pericoloso proveniente dalla Gran Bretagna è stato fermato al valico commerciale di Chiasso Brogeda.
CANTONE
1 gior
33 contagi e nessun decesso nelle ultime 24 ore
Attualmente nelle strutture sanitarie ticinesi ci sono 34 pazienti ricoverati a causa della malattia.
CANTONE
1 gior
Ne parlano tutti, ma pochi sanno cosa è
Tra Svizzera e UE si gioca un match importante. Tanti non sanno di che si tratta. Il video di Tio/20Minuti.
CANTONE
1 gior
Turismo, alberghi pieni ma i giovani non trovano lavoro
L’impatto della pandemia sul settore, visto dagli occhi di una giovane ticinese che l’ha subito in prima persona.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile