Immobili
Veicoli
TiPress - foto d'archivio
LOCARNO
12.01.21 - 09:590
Aggiornamento : 11:12

Il Lido alza la voce: «Fateci riaprire al più presto»

La CBR Sa scrive direttamente al Consiglio di Stato: «Ci avete fatto introdurre costosi piani di protezione per cosa?»

«Non bloccate più le nostre strutture, anzi consigliatele alla popolazione e sostenetele per il loro benefico effetto sulla salute pubblica».

LOCARNO - Il Consiglio di Stato condivide la proroga fino al 28 febbraio delle misure sul piano nazionale, «sostanzialmente già decisa dal Consiglio federale», e cioè la chiusura di ristoranti, bar, strutture per lo sport e per il tempo libero. Lo ha annunciato ieri. Una scelta che non è piaciuta al Lido di Locarno (Centro Balneare Regionale Sa), che proprio al Governo si rivolge con una lettera.

In particolare, la CBR Sa contesta che «malgrado dalla riapertura dopo il lockdown non sia stato riscontrato alcun problema e non sia stato segnalato alcun contagio», sono stati costretti a una nuova chiusura. Inoltre, agli impianti balneari, di wellness e SPA, nonché le palestre di fitness, è stato chiesto di elaborare dei concetti anti-pandemia con dei piani di protezione per il proprio personale e per gli ospiti/clienti. Il personale di sorveglianza è stato istruito a intervenire. Un adattamento che al Lido di Locarno è costato oltre 30'000 franchi.

Costi che si sommano alle perdite. «Oltre che parzialmente le indennità per lavoro ridotto, non abbiamo ancora potuto annunciare e ricevere alcun indennizzo per le forti perdite subite (nel 2020 ben oltre 1 milione di franchi di mancato incasso), mancando ancora le esatte condizioni per la richiesta», si legge nella lettera.

«L’incoerenza della incomprensibile decisione di chiuderci sta inoltre nel fatto - scrivono il presidente Luca Pohl e l'amministratore delegato Gianbeato Vetterli - che il cloro utilizzato per il trattamento dell’acqua e che si diffonde per evaporazione anche nell’aria è un infallibile abbattitore di batteri e virus» rendendo «l'ambiente protetto».

La CBR Sa chiede pertanto al Consiglio di Stato di poter riaprire al più presto le strutture e riprendere le attività che fanno bene alla popolazione e al suo sistema immunitario. Ma anche «che le stesse non vengano più bloccate in futuro, ma piuttosto consigliate e sostenute dalle autorità per il loro benefico effetto sulla salute pubblica».

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
CANTONE
8 min
AAA insegnanti cercansi: «Ma poi lasciamo quelli ticinesi oltre Gottardo»
Un'interpellanza del deputato Seitz punta il dito contro il "protezionismo" del DFA
CANTONE
1 ora
Confermare i provvedimenti anti-Covid «è inevitabile»
La risposta del Governo ticinese alla consultazione federale. Ma si chiede una rivalutazione a fine febbraio
CANTONE
1 ora
Diverse quarantene di classe e nuovi contagi nelle case anziani
Il virus sembra frenare, ma nelle ultime 24 ore aumentano i ricoveri e si registra un nuova vittima
FOTO
CANTONE
1 ora
Un inizio settimana... infuocato
Questo lunedì comincia con un cielo spettacolare e temperature elevate
CANTONE
3 ore
Cosa c'è dietro il rincaro dei prodotti alimentari?
Costi logistici. Rincaro delle materie prime e degli imballaggi. Sono le variabili in gioco
CANTONE
5 ore
«Sono quasi contento che la neve non sia arrivata presto»
Apertura parziale di diversi comprensori invernali ticinesi. Frapolli: «Ma la stagione non è ancora iniziata»
CANTONE
5 ore
Tassisti che non riescono più a pagare il leasing
Le misure anti-Covid mettono in difficoltà la categoria che non riceve più aiuti economici. L'appello alla politica
BELLINZONA
17 ore
Il tamponamento in coda dà fastidio
Le file costanti fuori dai drive-in Covid generano malumore. Il vicinato: «La polizia non interviene»
FOTO
CANTONE
19 ore
In processione in vetta al Monte Boglia
Con la neve che si fa attendere e le giornate quasi primaverili, escursionisti “all'assalto” delle vette
BRISSAGO
23 ore
Fiamme nei boschi, il rogo è spento
Questa mattina degli elicotteri hanno perlustrato l'area interessata.
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile