Tipress
LUGANO
11.01.21 - 06:080
Aggiornamento : 11:17

La dogana lo fa entrare, la polizia lo multa

Le perplessità di un automobilista ticinese sanzionato per essere entrato nella "zona gialla" italiana

Lo sfogo: «Mi sembra assurdo che i doganieri abbiano una direttiva e gli agenti un'altra». Ma la giustificazione non gli evita la sanzione di 390 euro

CREMENAGA - Un conto è Conte, un altro l’interpretazione delle direttive. Lo ha scoperto a caro prezzo un nostro lettore che lo scorso 7 e 8 gennaio si è recato per due volte in Italia. Per fare spesa. Credeva di avere il DPCM dalla sua. Per quei giorni il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri aveva infatti reso “gialle” tutte le regioni d’Italia, autorizzando gli spostamenti anche per motivi di non comprovata necessità. Ma limitando lo spostamento tra regioni...

La rassicurazione - Per essere certo di poter varcare il confine senza sorprese Mario (chiameremo così il nostro lettore) ha chiesto informazioni al servizio centrale delle dogane a Roma… Ricevendo rassicurazioni che, se si fosse spostato munito di tampone negativo, avrebbe potuto entrare senza problemi in territorio italiano.

La sorpresa - L’intoppo si è presentato venerdì sulla strada del ritorno verso il Ticino. A ridosso del valico di Cremenaga una pattuglia della polizia italiana ha fermato la vettura su cui viaggiava Mario. È stato a quel punto che, con un misto di stupore e rabbia, il nostro interlocutore ha scoperto che gli agenti avevano altre direttive. «Mi hanno detto che non era vero che c’era questa possibilità di spostarsi per i ticinesi. Mi hanno multato dicendomi che avrei potuto fare ricorso. Cosa che farò».

Il salasso - Un’ammenda oltretutto salata, dopo essere stato trattenuto un’ora in polizia per la stesura del verbale. «Se pago entro cinque giorni sono 390 euro. Cifra che salirebbe a 600 euro se versata entro due mesi. Mi sembra assurdo che i doganieri abbiano una direttiva e la polizia non ne sappia nulla» dice Mario. Il giallo nella zona gialla gli lascia infine un dubbio: «Hanno preso di mira solo me?».

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
LUGANO
34 sec
«Sì al Polo Sportivo, ma a sette condizioni»
La sezione del Partito socialista di Lugano pretende alcune modifiche per dare il proprio assenso al progetto.
CANTONE
32 min
In Ticino altre 22 persone positive al coronavirus
Nelle ultime ventiquattro ore non è stato registrato nessun decesso
FOTO
LUGANO
15 ore
Fuga di gas a Breganzona, bloccate le 5 vie
Grande dispiegamento di mezzi dei pompieri e della polizia e diversi disagi al traffico
CANTONE
1 gior
In Ticino altri 63 casi e un decesso
Nelle strutture ospedaliere ci sono 69 pazienti col Covid, di cui 10 in terapia intensiva
CONFINE
1 gior
A Viggiù parte la vaccinazione di massa
Dallo scorso 16 febbraio il comune al confine col Ticino si trova in zona rossa per la presenza di varianti
BELLINZONA
1 gior
Sulla mobilità lenta le polemiche corrono veloci
I Verdi attaccano il Municipale Simone Gianini per un presunto conflitto d'interesse fra due cariche «non compatibili».
CANTONE
1 gior
I radar risparmiano solo la Leventina
Ecco le località che saranno oggetto di controlli della velocità mobili e semi-stazionari.
FOTO
CASTEL SAN PIETRO
1 gior
Schiacciata da un furgone, grave una 49enne
L'incidente è avvenuto in via Alle Zocche a Castel San Pietro.
CANTONE
1 gior
Torna il sereno nelle case anziani: visite in camera e uscite consentite
Dal 1. marzo adeguate le direttive per le strutture della terza età e per le cliniche psichiatriche
FOTO E VIDEO
AIROLO
1 gior
Guasto alla seggiovia di Varozzei, nove persone evacuate in elicottero
Operazione di salvataggio, questa mattina, nel comprensorio sciistico di Airolo-Pesciüm.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile