Immobili
Veicoli
TiPress - foto d'archivio
MAROGGIA
07.01.21 - 14:590

Al via i lavori in stazione

A fine 2023 sarà riconsegnata agli utenti una stazione priva di barriere architettoniche

MAROGGIA - I lavori alla stazione ferroviaria di Maroggia-Melano inizieranno l’11 gennaio 2021, con l’obiettivo di eliminare le barriere architettoniche in favore di viaggiatori con mobilità ridotta, ma anche di persone anziane e dei viaggiatori con passeggini o bagagli. Le misure concernono il miglioramento degli accessi alla stazione e ai treni, nonché il rinnovo all’infrastruttura della stazione stessa.

In particolare, sarà innalzato il marciapiede centrale, per agevolare la salita e la discesa autonoma delle carrozzine dai treni. Saranno altresì installati due ascensori, per accedere più comodamente al sottopasso pedonale. Un primo ascensore sorgerà sul lato principale della stazione, dove sarà anche rinnovata l’attuale scala; un secondo sarà costruito sul lato nord del marciapiede centrale. Sul lato sud sarà presente la sala d’attesa, moderna e munita di tetto. Una nuova rampa e una scala permetteranno un migliore accesso al sottopasso pedonale dal lato di Via Monte Generoso/Via Pedemonte di sopra, che corre parallela al binario 4.

Per mantenere la stazione in esercizio, durante tutta la durata del cantiere la stazione sarà munita di due marciapiedi provvisori ai lati dei binari 2 e 4.

I lavori di adattamento della stazione dureranno circa tre anni; l’investimento totale del progetto ammonta a circa 9 milioni di franchi.

La stazione di Maroggia-Melano è la prima, inserita nel programma "Accesso alla ferrovia 2023". In seguito, toccherà anche alle stazioni di Rivera–Bironico, Taverne–Torricella, Balerna, Biasca e Cadenazzo.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
LOSONE
32 min
Il "re del karaoke" insegna calcio e inglese ai ragazzini
Sfida estiva per lo showman Jimmy Smeraldi: «Abbino pallone e apprendimento della lingua. Ci divertiremo».
CANTONE
3 ore
Turisti spaventati dai lupi? «Il problema non esiste»
I lupi, contrariamente a quanto affermato da Germano Mattei, non influenzerebbero negativamente il turismo ticinese.
CANTONE
4 ore
Il vaiolo delle scimmie «non è il coronavirus»
Giorgio Merlani tranquillizza tutti sulla malattia: «Per contrarla ci vuole un contatto molto stretto e prolungato».
CANTONE
6 ore
Anche in ospedali, cliniche e case anziani si ritorna (quasi) alla normalità
L’andamento epidemiologico attuale permette di allentare ulteriormente le misure di protezione in atto.
POSCHIAVO (GR)
7 ore
L'amo tocca i fili della corrente: pescatore muore folgorato
La tragedia è avvenuta domenica mattina nel fiume Val Pednal, a Li Curt nel Comune di Poschiavo.
CANTONE/SVIZZERA
9 ore
Fa troppo caldo, anche per lavorare?
La colonnina di mercurio sta superando nuovi record già nel mese di maggio
CANTONE
10 ore
I contadini si scagliano contro il Governo: «A quando l'abbattimento?»
A causa del lupo «anche il turismo sta subendo ripercussioni», così Germano Mattei, fondatore di Montagna Viva.
LUGANO
12 ore
Cede il letto a due profughe e ora dorme sul divano
Patrick Flachsmann, 48enne informatico di Besso, vive in un due locali e mezzo. Ora gli spazi si sono ridotti.
FOTO
LOCARNO
1 gior
Lo street food ha conquistato Locarno
Tanto caldo e tanto movimento al Festival del cibo di strada.
FOTO E VIDEO
CANTONE
1 gior
Le cantine hanno svelato i loro tesori
Si è tenuto il primo dei due weekend di Cantine Aperte, quello focalizzato sul Sottoceneri.
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile