Ti-Press (archivio)
CANTONE
30.12.20 - 17:030
Aggiornamento : 19:11

«Ostinelli dice che la mortalità nelle cure intensive è calata? Fake news»

Il medico controcorrente fa infuriare alcuni colleghi dopo una dichiarazione sul Covid. Lui non cambia idea. Anzi.

Dal fronte, l'infettivologo Christian Garzoni replica: «Il tasso globale di mortalità nei pazienti ospedalizzati è attorno al 13%. Al 25% nelle cure intense. Come nella prima ondata. Si muore ancora tanto».

MENDRISIO - «Nessuno ha sottolineato gli enormi traguardi raggiunti negli ospedali: si è riusciti ad abbassare dal 40% al 13% la mortalità dei pazienti in cure intensive». Una dichiarazione sul Covid-19 rilasciata a Tio/20 Minuti dal medico Roberto Ostinelli ha mandato su tutte le furie alcuni suoi colleghi. «Non può dire una cosa del genere. In ospedale si continua a morire. E tanto», questo in sintesi il pensiero di chi ha voluto ribattere al dottore controcorrente di Mendrisio. C'è, inoltre, chi accusa Ostinelli di continuare a diffondere fake news, con argomentazioni "di parte" e non approfondite scientificamente. 

Lo studio "incriminato" – Lo stesso Ostinelli, da noi ricontattato, resta però sulla sua linea. «Mi baso su un importante studio britannico pubblicato dal National Health Service. La ricerca è stata effettuata in Gran Bretagna tra agosto e ottobre. Si è constatato che la mortalità in cure intensive per quanto riguarda i casi molto gravi prima di agosto era attorno al 40%. In seguito è scesa. Probabilmente perché si sapeva curarli molto meglio».

Qualcosa forse è cambiato – La Gran Bretagna non è proprio la zona più tranquilla al momento. Al contrario, nel Regno Unito è allarme rosso. «Chiaro. Ma lo studio è stato effettuato quando ancora non era subentrata la "variante inglese". Ed è uno studio attendibile. Non so se la "variante inglese" abbia cambiato di molto le cose dal punto di vista che intendevo io. I progressi della medicina ci sono stati e non vanno negati». 

Necrologi che parlano chiaro – In Ticino, dove Ostinelli ha lanciato una petizione al Governo su una gestione diversa della pandemia, il bollettino di deceduti a causa del Covid resta tremendo. Si sta andando complessivamente verso quota 800. Perché dunque aggrapparsi a uno studio internazionale che sembra non essere pertinente alla realtà locale? «Il senso delle mie dichiarazioni era quello di elogiare la medicina in generale – dice Ostinelli –, al di là di ogni confine. E comunque io non ho mai sostenuto che ci sono meno morti in Ticino. I necrologi sui giornali parlano chiaro. Volevo solo affermare che adesso il mondo medico è più bravo nel curare il virus».

Cronache dal fronte – Christian Garzoni, specialista in malattie infettive, si basa sui dati nudi e crudi che raccoglie ogni giorno quando lavora al fronte, presso la Clinica Moncucco di Lugano. «La mortalità in Ticino globalmente si aggira attorno al 13% per quanto riguarda i pazienti ospedalizzati. Esattamente come in primavera. La mortalità è di circa un quarto per chi è ricoverato in cure intense. Non conosco la realtà in cui sono state generate le statistiche menzionate da Ostinelli».

Le buone (e le brutte) notizie – Garzoni conferma comunque come dal punto di vista medico si siano fatti dei passi avanti nella cura del virus. «Nella prima ondata sono stati provati dei farmaci unicamente sulla base d'ipotesi. Nella seconda ondata abbiamo scoperto tre vie efficaci per i ricoverati: la profilassi trombo embolica, la somministrazione di cortisone e l'uso dell'antivirale Remdesivir (in pochi casi selezionati). Oggi, inoltre, i pazienti in cure intense vengono ventilati in maniera migliore, la tecnica ha fatto progressi. Sicuramente curiamo meglio i malati, però continuano anche a morire. Circa un paziente su otto ammesso in un reparto Covid purtroppo muore». 

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
CANTONE
36 min
Decimo giorno senza decessi legati al Covid
Attualmente negli ospedali del nostro cantone si contano 36 pazienti col coronavirus, di cui 9 in cure intense
CANTONE
14 ore
«Oltre ventimila gli over 45 già iscritti al vaccino anti Covid»
Il centro più richiesto è quello del Padiglione Conza, dove ci sono circa 7'800 persone in lista d'attesa
CONFINE
15 ore
Con l'auto finisce nel lago di Como: ritrovata senza vita la 70enne dispersa
L'incidente si sarebbe verificato a seguito di una manovra sbagliata.
CANTONE
17 ore
Troppa panna nel camion, la multa è salata
Il mezzo pesante trasportava 19 tonnellate di bombolette spray.
CANTONE
17 ore
Un "scudo protettivo" per le grandi manifestazioni
Il Governo propone un credito per tutelare gli organizzatori dai grandi eventi in caso di annullamenti per Covid.
FOTO E VIDEO
MENDRISIO
18 ore
Tamponamento in superstrada, due persone al pronto soccorso
L'incidente, avvenuto attorno alle 14.30 all'altezza di Ligornetto, ha coinvolto due auto e un furgone.
FOTO E VIDEO
TENERO-CONTRA
18 ore
Cadono da un muretto e finiscono con l'auto sottosopra
L'incidente è avvenuto in un posteggio privato in via San Nicolao a Tenero.
URI / CANTONE
19 ore
Auto in panne al San Gottardo: code per 12 km al portale nord
Per chi viaggia verso il Ticino si stimano ritardi fino a due ore.
CANTONE
22 ore
Da questa notte non si hanno notizie di Jona
La polizia ha diramato un avviso di scomparsa per il 17enne di Morbio Inferiore
CANTONE
1 gior
In Ticino 31 nuovi positivi e zero decessi
Bilancio dei ricoverati ancora in discesa, con 3 ammessi e 8 dimissioni.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile