tipress
LOCARNO
29.12.20 - 16:290

A Locarno il "naufragio" continua

Prorogato di due mesi l'accordo di navigazione sul Verbano. Ma intanto la Snl è rimasta senza dipendenti

LOCARNO - «Finché la barca va, lasciala andare» cantava Orietta Berti. Ma sul Lago Maggiore le acque si sono increspate notevolmente, dopo l'annunciato licenziamento di tutti i dipendenti da parte del Consorzio di Navigazione italo-svizzero.

Un pasticcio natalizio, dovuto al mancato dialogo tra i due partner: la Società Navigazione Lago di Lugano sul lato svizzero, e la Navigazione Lago Maggiore (con sede ad Arona) su quello italiano. Oggi, a due giorni dallo scadere dell'accordo attuale - il 31 dicembre - è arrivata la notizia: l'accordo è stato prorogato per altri due mesi, fino a fine febbraio.  

Una firma "in extremis" per «garantire la continuità del servizio», si legge in una nota odierna del partner italiano. Il problema però rimane. E prontamente da Lugano è arrivata la replica ticinese. La SNL precisa che «solo oggi alle ore 11.18 abbiamo ottenuto le autorizzazioni necessarie a operare» e che «le attività di questi mesi sono sempre state condivise con i lavoratori». 

Con l'avvicinarsi della scadenza di fine anno, sottolinea l'azienda, «abbiamo convocato ogni singolo collaboratore proponendo un contratto per l'anno 2021» all'interno della SNL. I sindacati SEV e Unia però non ci stanno, e nessuno dei marinai del Locarnese accetta la proposta. Degli otto marinai licenziati, precisa ancora la Società, tre avrebbero chiesto «aumenti salariali fino al 30 per cento», uno dei turni più favorevoli, tre non hanno risposto, e un collaboratore «ha espresso la volontà di cambiare attività». 

La Società ribadisce di avere «tutelato l’occupazione di tutti i collaboratori, preservando il prezioso know-how all’interno dell’azienda, nonostante il contesto finanziario e operativo estremamente difficile». Resta il problema di come verrà garantito il servizio. Senza marinai, la barca dovrà andare da sola?

TOP NEWS Ticino
FOTO
MENDRISIOTTO
10 ore
«Limitare gli spostamenti nelle zone colpite»
Emergenza nel Mendrisiotto: costituito uno Stato Maggiore regionale di condotta. L'appello della polizia agli abitanti
MESOCCO (GR)
11 ore
L'A13 piena di rotoli di plastica
Si tratta del carico che un mezzo ha perso lungo la semiautostrada in territorio di Mesocco
ROVEREDO (GR)
15 ore
Il lupi fanno incetta di pecore, anche in Mesolcina
Diverse predazioni sono avvenute in varie zone dei Grigioni. Ordinato l'abbattimento di un esemplare
CANTONE
17 ore
Covid: 31 nuovi casi, oltre la metà dei ticinesi sono vaccinati
Stabili i ricoverati, che rimangono a quota 12. Le cure intense ospitano 4 di loro.
CANTONE
20 ore
C'è un pacco sospetto per te
I pirati informatici sono in agguato: e via mail si spacciano per la Posta
CANTONE
1 gior
Viaggi e svaghi all'osso... i ticinesi pagano le tasse
La pandemia colpisce duramente il gettito, ma nella cassa delle persone fisiche le entrate sono tornate a crescere
CANTONE
1 gior
«Gli alberghi sono aperti a qualsiasi tipo di ospite»
Pernottamenti solo per vaccinati? Per il presidente di HotellerieSuisse Ticino non è un'ipotesi da considerare
MENDRISIO
1 gior
Licenziamenti «barbari» alla Burberry
Unia e OCST prendono pubblicamente posizione nei confronti dell'azienda presente all'interno del Fox Town.
CANTONE
1 gior
Altri due pazienti in cure intense, i contagi sono 76
I dati sono relativi alle ultime 72 ore. Le persone ospedalizzate a causa della malattia ora sono dodici.
LUGANO
1 gior
Lo "scroccone seriale" si lamenta della Farera
Abituato agli hotel a 5 stelle - senza pagarli - un 40enne italiano ha scritto una lettera di reclamo
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile