TiPress - foto d'archivio
CANTONE
15.12.20 - 17:180

Casi di rigore: 75 milioni di franchi per il Ticino

Christian Vitta ha anticipato la cifra al Parlamento. Settimana prossima il messaggio con clausola d'urgenza

«Ci aspettiamo che Berna non abbandoni i Cantoni al loro destino». Con queste parole Christian Vitta ha parlato oggi al Parlamento (durante la discussione sul Preventivo 2021) dei casi di rigore, cioè le piccole medie imprese messe in difficoltà dalla pandemia e messe a confronto con pesanti perdite causate dalle norme anti Covid-19. Il direttore del DFE ha inoltre annunciato che l’importo a disposizione per il Ticino è di 75 milioni di franchi, di cui 25-30 a carico del Cantone.

Venerdì, nell'annunciare nuove restrizioni alle attività economiche per arginare la pandemia di coronavirus, il Consiglio federale aveva infatti promesso un'iniezione supplementare di 1,5 miliardi di franchi, di cui 750 milioni quale riserva provenienti dalla cassa federale, che si aggiungono al miliardo già a disposizione. Senza sorprese, oggi, anche il Consiglio Nazionale, dopo gli Stati ieri, ha approvato l'importo supplementare.

Il Consiglio di Stato presenterà il messaggio la prossima settimana, quando avrà gli elementi definitivi forniti dalla Confederazione, con la clausola d'urgenza. «Utilizziamo anche lo strumento dei casi di rigore per fare una risposta alle restrizioni poste in essere dal Governo e da Berna», ha aggiunto Vitta. 

Le aziende in difficoltà avranno quindi la possibilità di scegliere tra importi a fondo perso e il prestito. «La Confederazione mette a disposizione questi importi ma chiede strette regole di controllo per evitare gli abusi - ha quindi concluso il direttore del DFE -. Il meccanismo ruota attorno alla cifra d’affari. I soldi elargiti devono servire a coprire i costi fissi (tra i quali gli affitti). Anche lo strumento dell’indennità di perdita di guadagno è stata nel frattempo prolungata e auspichiamo novità positive anche sul piano del lavoro ridotto». 

Al Gran Consiglio, riunito al Mercato Coperto, Vitta ha quindi lanciato l'esortazione ad approvare il Preventivo 2021: «Per noi è importante avere la certezza di un preventivo aggiornato per poter far funzionare il sistema anche a partire da gennaio». Qualora il Preventivo non venisse approvato entro la fine di dicembre, con un posticipo al mese di gennaio, lo Stato non avrebbe infatti facoltà di assumere nuovi oneri che non siano già previsti dalle norme legali. E, in caso di rinvio, la spesa ammessa sarebbe limitata alla quota pro rata - pari a un dodicesimo - di quella concessa nel Preventivo 2020.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
CANTONE / SVIZZERA
7 min
Casse malati: migliaia di franchi risparmiati con pochi trucchi
Mediamente i premi malattia per il 2022 sono scesi. Ma di fatto per molti aumenteranno, anche in modo marcato.
CANTONE
1 ora
I ticinesi pagheranno più cari i regali?
La carenza di materie prime preoccupa i negozianti. Federcommercio: «Situazione da non sottovalutare»
CANTONE
3 ore
Caro "cannone", a che prezzo sarai legale?
Settimana scorsa un nuovo sprint in avanti del Parlamento sulla via per la depenalizzazione della canapa.
CANTONE
3 ore
«Abbiamo dovuto nutrire le api o sarebbero morte»
Il presidente della Società Ticinese Apicoltori: «Possibile un aumento dei costi».
CANTONE
15 ore
«Mi sono aggrappata alla vita»
La vittima della sparatoria di Solduno prende la parola su Instagram
CANTONE
17 ore
«A rischio l'esistenza di molte aziende, mancano materie prime»
Le previsioni del direttore della Camera di commercio: «Speriamo che per l'estate prossima tutto si normalizzi, ma...»
PARADISO
18 ore
Gli operai del Comune protestano
A Paradiso questa mattina una ventina di dipendenti comunali ha incrociato le braccia
FOTO
CANTONE
19 ore
Il miglior tiramisù del mondo è a Massagno
Un 35enne di Lugano si è portato a casa ben due medaglie dal "Campionato del mondo di Tiramisù".
CANTONE
21 ore
Gli alpeggi scivolano (ancora) sul burro
Il Laboratorio cantonale definisce «globalmente buona» la produzione casearia ticinese, ma...
CANTONE
23 ore
Nel weekend 54 contagi in Ticino
Nessuna nuova classe in quarantena. Il bollettino del medico cantonale
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile