Ti Press
BOSCO GURIN
10.12.20 - 16:310

Piani di protezione, troppa neve e (forse) take away. Ma Bosco Gurin riapre

Nonostante il grande sforzo organizzativo, la stazione della Vallemaggia è pronta ad accogliere gli sciatori.

Le incognite sono però molte, a cominciare dalla possibilità o meno di poter tenere aperto il ristorante la domenica. Ma anche qui è già pronta un'alternativa.

BOSCO GURIN - A Bosco Gurin, sabato (12 dicembre) inizierà la stagione dedicata allo sci, alle passeggiate con le ciaspole e alle discese con le slitte. Fino a domenica 20 dicembre, gli impianti turistici saranno aperti soltanto solo durante il week-end, in seguito dal 23 dicembre con apertura giornaliera (tranne il giorno di Natale).  

Apertura impianti - L'accesso sarà garantito sia ai detentori degli abbonamenti stagionali sia agli sciatori di giornata. Le casse apriranno alle ore 8.45. Al momento attuale non è ancora possibile acquistare la giornaliera online (sarà possibile nelle prossime settimane). A causa delle copiose nevicate degli ultimi giorni - con una scarsa visibilità e condizioni di lavoro estremamente difficoltose, senza dimenticare il forte pericolo di valanghe (per due giorni grado 4) - la preparazione delle piste è stata rallentata. Per questo motivo saranno aperti i seguenti impianti: prima seggiovia, piattello, skilift Grossalp con relative piste. Naturalmente sarà possibile la discesa a valle. La parte superiore del comprensorio così come la pista delle slitte verranno aperte da sabato 19 dicembre. 

Misure di protezione - Tutti gli impianti di risalita della Svizzera saranno controllati a vista dalla politica e non solo. Per questo motivo è nell’interesse di tutti seguire scrupolosamente alcune regole fondamentali. Chi non le rispetterà dovrà abbandonare immediatamente il comprensorio. In modo particolare:

  • Ancor prima di uscire dalle auto ai parcheggi, si dovrà aver indossato una mascherina certificata ("fai da te" non ammessa). La stessa andrà mantenuta su tutto il comprensorio per recarsi alla cassa, sulle seggiovie, ski-lift, nei ristoranti quando si resterà in piedi (wc, self-service). In vendita alla cassa ci saranno degli scaldacollo con tanto di filtro usa-getta incorporato e certificato a Fr. 20.-
  • Agli utenti si chiederà di mantenere scrupolosamente e costantemente 1.5 m di distanza
  • Persiste il divieto assoluto di assembramenti
  • Si chiede di rispettare le norme igieniche

Ristorazione - Sarà aperto il Ristorante Rossboda, seppur contingentato. All'esterno del ristorante ci saranno indicazioni sulla disponibilità attuale dei tavoli. È da prevedere un'attesa in caso di occupazione totale dei posti a sedere. Il Ristorante Rossboda è stato dotato con molte separazioni in plexiglass per la sicurezza del personale e degli utenti. Qualora venerdì dovesse giungere dal Consiglio Federale una nuova restrizione secondo la quale i ristoranti la domenica dovranno restare chiusi, verrà organizzato un take away all'esterno del Ristorante (sia piatti caldi che freddi), da consumare in piedi a condizione di mantenere le distanze di sicurezza sociale.

Applicazione sugli smartphones - Nel corso dei prossimi giorni verrà rilasciato un importante aggiornamento per quanto attiene all'applicazione "Bosco Gurin", grazie alla quale sarà possibile vedere in tempo reale gli impianti e le piste aperte, ricevere informazioni molto importanti sotto forma di messaggi PUSH, dare uno sguardo alle webcam e molto altro ancora.

L'incontro con Gobbi - Proprio ieri c'è stato un incontro fra i responsabili delle stazioni sciistiche ticinesi e il direttore del DI Norman Gobbi. È stata l’occasione per fare il punto della situazione sull’implementazione dei piani di protezione voluti dal Consiglio federale e vincolanti all’ottenimento dell’autorizzazione all’apertura. Nelle prossime settimane, a seconda delle necessità, potranno essere convocate altre riunioni.  

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
LOCARNO
12 ore
Solduno, un giovane «psichicamente instabile»
Il 20enne che ha sparato alla ex fidanzata è accusato di tentato assassinio. Chiesta una perizia psichiatrica
SOLDUNO
17 ore
È salva la 22enne, giallo sul fucile
Sparatoria a Solduno: le condizioni della giovane sono stabili. Intanto riprendono gli interrogatori
MENDRISIO
17 ore
Il car-pooling salverà Ligornetto?
Un'interrogazione del gruppo Lega-Udc-Udf propone di puntare sulla modalità condivisa
CURIO
1 gior
Cede un pannello di legno, gravi ferite per un 49enne
L'infortunio è avvenuto questo tardo pomeriggio in un'abitazione privata di Curio.
CANTONE
1 gior
Quando le recinzioni sono trappole letali per la selvaggina
In Svizzera si stima che ogni anno migliaia di animali muoiano a causa dei mezzi di cinta.
AIROLO
1 gior
Lo scatto che gli salvò la vita
Vent'anni fa Oliviero Toscani entrava in galleria dietro al camion della tragedia
LOCARNO
1 gior
Sparatoria di Solduno, l'ex compagno non poteva avvicinarsi
Prima di esplodere i colpi, il 20enne ha probabilmente rincorso la malcapitata giù per le scale.
CANTONE
1 gior
Più radar nel Luganese che in tutto il resto del cantone
La lista dei controlli della velocità annunciati per la settimana dal 25 al 31 ottobre sulle strade del nostro cantone
CANTONE
1 gior
Trasparenza totale in politica: «Giù le maschere!»
Il caso Fidinam-Pandora riporta d'attualità il tema delle «relazioni d'interesse» tra politica e parastato
CANTONE
1 gior
Mobilità e Covid: «È evidente che qualcosa è cambiato in peggio»
Un'interrogazione di Marco Passalia chiede al Consiglio di Stato di chinarsi sulla situazione dei trasporti ticinesi
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile