tipress
BELLINZONA
02.12.20 - 19:280

I giovani ne hanno combinate (anche con il Covid)

Furti, incendi, reati sui social, assembramenti. Il punto con il Magistrato dei minorenni

BELLINZONA - Risse alla pensilina Botta di Lugano. L'incendio di una stalla a Malvaglia, per cui sono stati denunciati tre 14enni. E poi furti, danneggiamenti, spaccio di stupefacenti. I giovani in Ticino non si sono fatti mancare una buona dose di reati più o meno gravi, anche con il Covid. Sulla scrivania del Magistrato dei minorenni Reto Medici i procedimenti nei giorni scorsi hanno «superato quota mille». Entro fine anno «è probabile che arriveremo ai livelli degli anni passati» spiega il giudice.

Il dato non implica che il lockdown e le restrizioni attuali non abbiano inciso, anzi. «Il confinamento ha creato e crea senz'altro tra i giovani una sofferenza, che in mancanza di possibilità di sfogo può sfociare in tensioni e aggressività» spiega Medici. «Non dimentichiamo che per i giovani lo sport e le occasioni sociali sono importantissimi». Se durante il lockdown dunque i reati comuni - furti, spaccio, guida senza patente - sono diminuiti «fortemente», l'estate ha segnato un picco «che ha compensato il calo primaverile».

Le cose sono migliorate con la riapertura delle scuole a settembre. E - sembrerebbe - anche grazie all'approccio "soft" adottato a Berna e Bellinzona: tra marzo e aprile le multe per assembramenti giovanili sono stimabili in alcune centinaia. «Solo quelle contestate» spiega Medici «sono state un'ottantina». Da settembre invece «abbiamo aperto solo quattro o cinque procedimenti nei confronti di minori».

Il motivo è che «durante lo stato di necessità gli assembramenti erano perseguibili con delle semplici contravvenzioni» illustra il magistrato. «Questo vale anche per i minorenni. Attualmente invece rientrano nella procedura ordinaria, per cui è necessario condurre il giovane in commissariato, interrogarlo davanti ai genitori e informare la Magistratura. La polizia ha adottato saggiamente la strategia di sensibilizzare e responsabilizzare, tranne casi particolari in cui si è incontrata maggiore resistenza o disobbedienza».

Per il resto, nella casistica dei reati al primo posto spiccano furti e danneggiamenti - come sempre - seguiti da infrazioni alla legge sugli stupefacenti e sulla circolazione stradale (guida senza patente in primis). Un aumento da segnalare è quello dei reati commessi sui social, dove bullismo, ingiurie e pornografia vietata sono cresciuti ancora. Un trend già registrato negli anni scorsi, ma «sicuramente accresciuto dal confinamento domestico». 

 

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
CANTONE
54 min
Le quarantene di classe salgono ancora: ce ne sono altre 12
Anche il Ticino deve fare i conti con la quinta ondata. Mai così tanti casi giornalieri dal 6 gennaio scorso a oggi.
LUGANO
3 ore
L'Orto a scuola, perché solo con loro il futuro sarà più green
Alle scuole elementari di Besso ha preso avvio un innovativo progetto di "Permacultura".
FOCUS
3 ore
Che fine ha fatto l'AIDS?
Esiste da 40 anni. Un vaccino ancora non c'è. Perché? Intervista a Enos Bernasconi, viceprimario Malattie infettive ORL
LOCARNO
5 ore
«Ecco l'idea che libererà le valli dai campeggiatori selvaggi»
L'app "parknsleep.eu" vince il premio per l'innovazione del turismo svizzero. E sbarca anche in Ticino.
CANTONE
13 ore
La Rsi replica alle critiche: «Informazione sempre al centro»
Forma cambiata, ma «mantenendo qualità e quantità».
CANTONE
18 ore
«Come pensare che un carcere minorile possa essere educativo?»
I contrari al progetto di un centro educativo chiuso escono allo scoperto
CANTONE
18 ore
Cassis presidente, festa annullata
La cerimonia a Bellinzona verrà rimandata «causa Covid»
LUGANO
19 ore
Salta anche il carnevale di Tesserete
Cancellata preventivamente la manifestazione. Il Comune di Capriasca: «Gesto di responsabilità sociale»
CANTONE
23 ore
Dose di richiamo, ultima chiamata per gli over 65
In vista dell'apertura alle altre fasce d'età, le autorità cantonali sollecitano i pensionati ad annunciarsi.
CANTONE
1 gior
Altri 167 nuovi contagi e sette classi in quarantena
Negli ospedali del nostro cantone si contano attualmente settanta pazienti Covid
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile