Archivio Depositphotos
CANTONE
03.12.20 - 22:000

«Io, lavoratore indipendente in attesa dell'IPG»

A causa della pandemia, le casse di compensazione sono confrontate con migliaia di richieste

Ma non ci sono ritardi, bensì tempi tecnici dovuti all'iter d'applicazione della relativa ordinanza

BELLINZONA - «Non so più dove parare la testa: con l'approssimarsi della fine dell'anno, aumentano le bollette da pagare. Ma di soldi non ce ne sono quasi più». È lo sfogo di un lavoratore indipendente, che a causa della pandemia da mesi è confrontato con una notevole diminuzione del lavoro. E quindi con un importante calo degli introiti.

Come lui, sono molti i lavoratori indipendenti che in questo periodo di difficoltà si vedono costretti a fare affidamento sull'indennità di perdita di guadagno concessa a chi ha a che fare con le conseguenze economiche della pandemia (la cosiddetta IPG Corona). Un'indennità che, ci dice il nostro interlocutore, starebbe ora subendo dei ritardi.

Dalle autorità cantonali competenti giunge però una rassicurazione: «Tutte le richieste relative al primo periodo (17 marzo-16 settembre) sono state evase da tempo, mentre per il periodo successivo le casse hanno dovuto attendere le nuove disposizioni federali, che per quanto riguarda gli indipendenti sono diventate più restrittive» ci spiega Sergio Montorfani, direttore dell'Istituto delle assicurazioni sociali (IAS).

Una risposta, la sua, che riguarda soltanto gli indipendenti affiliati alla Cassa cantonale di compensazione AVS dello IAS. Montorfani precisa, infatti, che «le Casse AVS incaricate di erogare le IPG Corona in Ticino sono circa 80 (la Cassa cantonale e tutte le Casse professionali attive nel cantone)».

Nessun ritardo - Non si parla comunque di ritardi nei versamenti. «Si tratta di tempi tecnici - afferma ancora il direttore IAS - dovuti al fatto che l'Ordinanza di applicazione della Legge federale (approvata il 25 settembre) e la relativa Circolare sull’indennità in caso di provvedimenti per combattere il coronavirus – Indennità di perdita di guadagno per il coronavirus (CIC) sono state emanate solo un mese fa (e la CIC è nel frattempo già stata aggiornata una volta, il 27 novembre). Dopodiché, tutte le Casse hanno dovuto adeguare i propri programmi informatici, i formulari per la richiesta e formare il personale alle nuove disposizioni di legge».

Sinora lo IAS ha ricevuto alcune migliaia di richieste. «Una parte è già stata evasa, ma nella maggior parte dei casi le richieste devono ancora essere completate con tutte le informazioni necessarie perché i formulari sono arrivati incompleti o senza i documenti richiesti» ci dice ancora Montorfani.

Comunque se una richiesta è completa di tutte le informazioni e i presupposti di legge sono adempiuti, «i pagamenti seguiranno in tempi brevi». E in base alle nuove disposizioni di legge, «le richieste vanno rinnovate ogni mese. Quindi verranno evase di mese in mese» conclude.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
CANTONE
46 sec
Bus strapieni: il Cantone interviene (in parte)
Sono molte le richieste inoltrate al Dipartimento del territorio. Che ha ora deciso di ascoltarle
FOTO
LOCARNO
1 ora
Ecco la prima vaccinata del Fevi
La campagna vaccinale anti-Covid è scattata ieri: la prima a ricevere il preparato è stata la signora Silene Fasnacht.
CANTONE
2 ore
74 nuovi casi di coronavirus, quattro i decessi
I letti occupati da pazienti Covid-19 sono oggi 215 (28 in terapia intensiva). Due settimane fa erano 366
MONTE CARASSO
3 ore
Fermato con oltre mille chili di generi alimentari non dichiarati
Tutta merce non dichiarata per rifornire un ristorante nel Liechtenstein.
FOTO E VIDEO
CANTONE
4 ore
Giovani e Covid, quei momenti dove i controlli vengono meno
Nei bus come sardine. O a scuola, nelle pause, vicini e senza mascherine.
MENDRISIO
6 ore
Video anti vaccino, e i dottori si infuriano
Roberto Ostinelli, medico controcorrente, invita tutti a boicottare Pfizer e compagnia. Forti le reazioni.
CANTONE
6 ore
Vite e sogni appesi a una borsa
Nel 2019/20 il Cantone ha erogato assegni e prestiti di studio per 21 milioni di franchi
CANTONE
16 ore
«Stiamo distruggendo i giovani»
Francesca Rigotti, filosofa ed esperta in dottrine politiche, ospite di Piazza Ticino. Guarda l'intervista video.
CANTONE / CONFINE
21 ore
Sul cellulare le foto dei box svaligiati, dalla dogana all'arresto
Il 20enne è stato pizzicato in sella a una bici rubata la notte stessa.
BASILEA/ LUGANO
1 gior
«Covid, sulle mutazioni troppo allarmismo»
Lo sostiene Thomas Steffen, medico cantonale di Basilea Città. Le sue dichiarazioni faranno discutere.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile