Tipress (archivio)
CANTONE
02.12.20 - 10:170
Aggiornamento : 12:44

Altri 261 casi e otto decessi in Ticino

Nelle ultime 24 ore 18 persone sono state ricoverate nelle strutture sanitarie cantonali, mentre 26 le hanno lasciate.

In totale il numero di degenti scende a 333. La metà dei decessi da Covid-19 si è verificato nelle case anziani.

BELLINZONA - Nelle ultime ventiquattro ore in Ticino si registrano altri 261 casi, otto decessi, diciotto nuovi ricoveri e 26 pazienti dimessi dalle strutture sanitarie ticinesi che accolgono i malati di coronavirus. Queste le cifre giornaliere comunicate - poco fa - dall'Ufficio del medico cantonale sull'andamento della pandemia nel nostro cantone.

Il numero totale delle persone ricoverate col Covid-19 scende così per il terzo giorno consecutivo e si attesta a 333 (ieri erano 346). 39 di queste si trovano nel reparto di cure intense (-3), 27 delle quali intubate (-1). Su 966 test effettuati nel nostro cantone il tasso di positività è del 19% - dato aggiornato al 27 novembre -, mentre negli ultimi 14 giorni la percentuale sale al 23%. In questo lasso di tempo l'incidenza della malattia nel nostro cantone è di 883 persone positive su centomila abitanti. Un dato questo in calo per il decimo giorno consecutivo.

Confronti settimanali - Confrontando i dati settimanali, si può notare che la media dei contagi giornalieri su sette giorni è in calo. La prima settimana di novembre si sono registrati 335 positivi, questo numero è sceso a 320 la settimana successiva e a 236 in quella tra il 16 e il 22 novembre. Nella settimana appena trascorsa i casi positivi sono ancora lievemente calati e la media si è attestata a 220. In leggero calo anche i numeri riguardo agli ospedalizzati e ai decessi: i ricoveri (media su sette giorni) sono scesi da 29 a 27 nel confronto tra le ultime due settimane, mentre i decessi sono passati da 9 a 7 di media al giorno.


Tio.ch / 20 minuti

Dati da inizio crisi - Dall'inizio dell'emergenza coronavirus, attualmente in Ticino si registrano complessivamente 16'222 persone risultate positive al test. I decessi legati al virus sono invece arrivati a quota 560. Da inizio crisi 1'602 pazienti sono invece stati dimessi dagli ospedali. 

Isolamenti e quarantene - Al primo dicembre vi erano 1'592 ticinesi posti in isolamento perché avevano contratto il coronavirus. Altri 3'024 loro contatti si trovavano, nello stesso periodo, in quarantena. Numeri, anche questi, in leggero calo.

La situazione nelle case per anziani - Nelle ultime ventiquattro ore nelle case anziani ticinesi sono stati registrati sedici nuovi residenti positivi (+8 rispetto a ieri) e quattro nuovi decessi legati al coronavirus (ieri erano sei). Da inizio pandemia 239 residenti hanno perso la vita a causa del coronavirus, mentre 838 sono deceduti per altre cause. I dati pubblicati oggi dall’Associazione dei direttori delle case per anziani della Svizzera italiana (Adicasi) precisano inoltre che attualmente ci sono 236 residenti positivi (-9), mentre da ieri 21 risultano guariti. Il virus è attualmente presente in 28 case per anziani. Complessivamente le strutture presenti sul territorio cantonale sono 68, per un totale di 4'692 posti letto.


Adicasi
L'andamento della seconda ondata nelle case anziani ticinesi.

Quarantena di classe a Besso - Oggi il Decs ha segnalato una nuova quarantena valida fino all'8 dicembre per una classe della scuola speciale di Besso. Rimangono nel contempo isolati gli allievi di una classe del Centro Professionale Sociosanitario di Mendrisio e di una delle scuole elementari di Solduno. Entrambi i provvedimenti dureranno fino a venerdì 4 dicembre. La scuola ticinese - ricordiamo - è composta da 803 sezioni di scuola elementare, 607 di scuola media e da 1'159 classi nelle scuole postobbligatorie.

Tio.ch / 20 minuti
Guarda le 2 immagini
Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
matrix61 1 mese fa su tio
Guarda questo video sulla grande OMS trasmessa su RAI 3 a report https://youtu.be/aYV9vRImgUU
JoeBar Agostini 1 mese fa su fb
Vero.....troppi
Tania Minotti 1 mese fa su fb
😥🙏
Giusi Celetti- Pennella 1 mese fa su fb
Troppi
spank77 1 mese fa su tio
Per fortuna... Deve ancora arrivare quella stagionale...anche se in teoria la diffusione sarà frenata dalle misure già applicate per il coronavirus...
Flavio Boffi 1 mese fa su fb
Sempre troppi
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
CANTONE
1 ora
Processo per abusi: «Erano solo degli incontri, senza sesso»
L’ex funzionario del DSS nega di aver costretto la giovane ad avere dei rapporti
CANTONE
1 ora
Personale sociosanitario: «Ora basta! Mobilitiamoci!»
L'idea di manifestare nasce dalla bocciatura della rivalutazione salariale del personale infermieristico dell’Osc.
CANTONE
3 ore
Covid: sette ricoveri, ma 17 dimessi
Nelle ultime 24 ore sono 48 i nuovi positivi al Coronavirus. Purtroppo ci sono anche 4 vittime.
MENDRISIO
3 ore
Con 400 grammi di eroina in auto: arrestato un 19enne
Il giovane è stato fermato martedì 26 gennaio nei pressi dello svincolo di Mendrisio dalle guardie di confine.
CANTONE
3 ore
L’ex funzionario DSS: «Ho ricevuto telefonate e messaggi anonimi»
Si è aperto il processo in appello per abusi sessuali avvenuti tra il 2004 e 2005.
CANTONE
5 ore
Valanghe, bollino rosso nell'Alto Ticino
Allerta di grado 4 nell'Alta Leventina e nella Valle Bedretto, sopra i 1'800 metri
LUGANO
5 ore
«Quel ragazzo disabile va vaccinato»
Una madre alle prese col figlio “che non sta mai fermo” e che non rispetta le misure anti Covid. Vaccino negato.
CANTONE
7 ore
L'ex funzionario DSS torna alla sbarra
Si apre oggi il processo in Appello. Ma stavolta si trattano soltanto i fatti relativi a una delle tre vittime
CANTONE
7 ore
Telelavoro obbligatorio, ma stesso traffico
La conta dei veicoli mostra che la chiusura dei negozi avrebbe inciso più dello smart working che marcia sul posto
BELLINZONA
17 ore
«Non abbiamo potuto dirgli addio»
L'ultimo saluto è un diritto garantito (in teoria) anche in tempi di Covid. Ma allo Iosi qualcosa è andato storto
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile