Altri quattro decessi in Ticino, 128 i nuovi positivi
TiPress - foto d'archivio
CANTONE
30.11.20 - 10:150
Aggiornamento : 17:16

Altri quattro decessi in Ticino, 128 i nuovi positivi

Da inizio pandemia sono 542 le vittime del coronavirus nel nostro cantone.

I nosocomi ticinesi ospitano attualmente 352 pazienti per motivi legati al Covid-19.

BELLINZONA - Sono 128 le persone risultate positive al test per la diagnosi del coronavirus nelle ultime ore in Ticino. Un dato in linea come i numeri riscontrati il lunedì, considerato che di domenica solitamente vengono effettuati meno tamponi.

Nel nostro cantone si registrano anche purtroppo 4 vittime, che portano il numero dei decessi da inizio pandemia a 542.

E altre 11 persone hanno necessitato di un ricovero in ospedale, mentre 4 lo hanno potuto lasciare. I nosocomi ticinesi ospitano attualmente 352 pazienti per motivi legati al Covid-19. 43 di loro necessitano di cure intensive. 


Tio/20minuti

Misure prolungate fino al 18 dicembre - Proprio oggi sarebbero "scadute" le disposizioni cantonali decise per il contenimento della pandemia. Ma la scorsa settimana il Governo ha deciso di prorogarle fino al 18 dicembre. In particolare, sono vietati gli assembramenti con più di 5 persone nello spazio pubblico, come pure lo svolgimento di manifestazioni pubbliche e private con più di 5 partecipanti (vale anche per le cene in casa). Sono vietate tutte le attività sportive di gruppo con più di 5 partecipanti (con eccezioni). E vige l'obbligo di indossare la mascherina e di registrazione dei clienti nella ristorazione. 

L'evoluzione della seconda ondata - La scorsa settimana in Ticino 1'538 persone sono risultate (in laboratorio) contagiate dal coronavirus. Una media di 220 casi al giorno. Un dato in diminuzione rispetto alla settimana precedente (16-22 novembre) in cui erano 236, ma soprattutto a quella prima (9-15 novembre) in cui il dato era di 320, quasi un centinaio in più al giorno. E se la situazione negli ospedali è quella che desta sempre più preoccupazione, i numeri della scorsa settimana consentono di tirare un sospiro di sollievo: di media al giorno per 17 nuovi ricoveri ci sono state altrettante dimissioni.

Come evolverà la situazione? Il medico cantonale, Giorgio Merlani, ha illustrato alla popolazione tre scenari: una lenta discesa dei casi, diversa rispetto a quanto avvenuto in primavera; non un picco ma "un altipiano" di nuovi casi, con valori elevati di persone che finiscono in ospedale; una terza ondata peggiore della seconda. «Lo scenario peggiore che vogliamo evitare a tutti i costi».

La situazione nelle case per anziani - Nelle ultime ventiquattro ore nelle case anziani ticinesi sono stati registrati 28 nuovi residenti positivi (+15 rispetto a ieri) e due nuovi decessi legati al coronavirus. Ieri, ricordiamo, la Residenza alle Betulle di Cevio aveva comunicato la positività di sette ospiti. Da inizio pandemia 230 residenti hanno perso la vita a causa del coronavirus, mentre 830 sono deceduti per altre cause. I dati pubblicati oggi dall’Associazione dei direttori delle case per anziani della Svizzera italiana (Adicasi) precisano inoltre che attualmente ci sono 284 residenti positivi, mentre da ieri 10 risultano guariti. Il virus è attualmente presente in 30 case per anziani. Complessivamente le strutture presenti sul territorio cantonale sono 68, per un totale di 4'692 posti letto.

Nessuna nuova quarantena di classe - Nella giornata di oggi il Decs - sul proprio sito - non ha comunicato alcuna quarantena di classe. Rimangono isolati gli allievi di una classe del Centro Professionale Sociosanitario di Mendrisio e di una delle scuole elementari di Solduno. I provvedimenti dureranno fino al prossimo 4 dicembre. La scuola ticinese - ricordiamo - è composta da 803 sezioni di scuola elementare, 607 di scuola media e da 1'159 classi nelle scuole postobbligatorie.

Tio/20minuti
Ingrandisci l'immagine
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
CANTONE
6 min
L'Udc non parla con la Rsi
«Troppo parziale». I democentristi domani non commenteranno le votazioni ai microfoni di Comano
FOTO E VIDEO
CUGNASCO-GERRA
6 ore
Fiamme dalla canna fumaria, intervengono i pompieri
L'incendio, divampato questa mattina a Cugnasco, si è propagato anche al tetto.
RIVA SAN VITALE
6 ore
A processo per tentato omicidio
Rinviata a giudizio la 43enne che sei mesi fa accoltellò al collo il compagno.
BOSCO GURIN
19 ore
«Rabbia per l'ingiustizia subita...» da Frapolli
Fumata nera dopo gli incontri: niente sconti a maestri e bambini da parte del gestore degli impianti
CANTONE
20 ore
«Aumento delle indennità al Gran Consiglio? No, grazie»
Presentata un'iniziativa parlamentare che chiede lo stralcio dell'automatismo degli aumenti
CANTONE
22 ore
Radar, ecco dove
Come ogni venerdì la Polizia comunica le località in cui potrebbero esserci controlli della velocità.
CANTONE
23 ore
Eoc, terza dose ai dipendenti over 50
L'Ente ospedaliero apre il richiamo vaccinale per i collaboratori a contatto con i pazienti
FOTO
BIOGGIO
1 gior
Sbaglia strada per colpa del navigatore e “sprofonda” in un terreno agricolo
È un'autocisterna la protagonista dell'episodio che si è verificato negli scorsi giorni a Bioggio. Sul posto i pompieri
LUGANO
1 gior
«Questo non è un vaccino flop»
Perché siamo di nuovo nei guai a causa del Covid? Cosa è stato sbagliato? Il booster ha senso?
CANTONE 
1 gior
Psico-flop universitario per «un errore dell'orientamento scolastico»
Otto deputati puntano il dito contro il DECS: «Come è possibile non essersi accorti per due anni del cambiamento?»
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile