Tipress
CANTONE
25.11.20 - 10:560
Aggiornamento : 13:41

«Sconcerto e delusione» per la conferenza stampa di ieri

Critiche da parte dell’Associazione ticinese dei giornalisti per come Gobbi e Cocchi hanno gestito la conferenza stampa

BELLINZONA - La conferenza stampa che Norman Gobbi e il capo della polizia ticinese Matteo Cocchi hanno tenuto ieri a Bellinzona a seguito del clamoroso accoltellamento alla Manor, ha lasciato parecchia delusione tra i giornalisti. La sensazione è stata quella di un appuntamento mancato con l’informazione, dato che né il presidente del governo, né il capo della polizia cantonale ticinese, nè la responsabile della polizia federale, Nicoletta Della Valle, hanno voluto spiegare chiaramente quale fossero gli elementi che portavano a valutare l'ipotesi dell’attentato terroristico.  Poi, in tarda serata la Fedpol sul proprio profilo twitter ha precisato la donna era nota in quanto il suo nome era legato a un’indagine di polizia del 2017 relativa al terrorismo jihadista. 

Sulla conferenza di ieri ha preso posizione oggi anche l’Associazione ticinese dei giornalisti che si è detta “sconcertata” e “delusa” per come è stato gestito l’incontro stampa. 

 «Non hanno palesemente voluto dire - attacca il presidente dell’ATG, Roberto Porta - quanto è stato poi comunicato, un paio d’ore più tardi, attraverso un messaggio twitter dalla stessa polizia federale e cioè che la donna di 28 anni arrestata alla Manor non solo era conosciuta alle autorità ma che era apparsa nel 2017 in un’inchiesta su questioni legate al jiadismo. A Bellinzona ci si è invece limitati a dire che la persona era conosciuta dalle autorità, senza entrare nei dettagli, nonostante le domande dei giornalisti. Perché non dire alle 19 quello che è stato poi comunicato con un messaggio twitter tre ore dopo? Perché si organizza una conferenza stampa su un fatto di questa gravità per poi affidare la notizia più importante ai social media?».

 Al termine della conferenza stampa, Norman Gobbi davanti alle telecamere di RSI e Teleticino ha riferito che ha associato la donna arrestata ai lupi solitari islamisti. «Perché dire questo in diretta televisiva e non dire la stessa cosa, pochi minuti prima, in conferenza stampa?» chiede Roberto Porta.

«L’impressione generale scaturita - continua l’Associazione ticinese dei giornalisti - è quella della confusione, del dire per non dire e del trincerarsi dietro procedure amministrative. Per poi, presi in contropiede, affidarsi ad un tweet in tarda serata.

 

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
CANTONE
2 ore
«Le ragazze non sono tornate»
Da qualche mese i locali a luci rosse dovrebbero aver ripreso l'attività a pieno regime. Ma così non è.
MAROGGIA
14 ore
I segreti delle impronte digitali
Perché tanta gente comune è attratta da questo tema? Lo spiega Federica Keller, esperta in analisi delle mani.
CANTONE
15 ore
Quei nomi che mettono “a rischio” la reputazione della Supsi
Vanno e vengono tra la Supsi e la tanto discussa Fidinam coinvolta nei Pandora Papers
FOTO
MASSAGNO
16 ore
Svelato il nuovo look del Lux
Da domani il cinema di Massagno sarà nuovamente aperto al pubblico dopo la ristrutturazione.
MENDRISIO
19 ore
Sfonda la vetrina con il Suv
Incidente questa mattina davanti alla stazione di Mendrisio. Un brutto spavento, ma nessun ferito
CONFINE
21 ore
Turisti del tampone, oltre frontiera per risparmiare
In Germania costa 14 euro, in Italia 15. Ma c'è chi per i ticinesi rialza il prezzo anche del 60 per cento
CANTONE
22 ore
Covid, i pazienti in cure intense salgono a due
I ricoverati a causa del virus restano nove.
CANTONE
22 ore
Meno auto, moto, bus e treni (ma più biciclette)
Il Dipartimento del territorio ha pubblicato oggi il rapporto "La mobilità in Ticino nel 2020".
LOCARNO
23 ore
«Volevo aiutare i "piccoli" a sopravvivere»
Economia e Covid: ecco come e perché Katia Roncoroni, 50enne di Losone, si è reinventata influencer marketing.
CANTONE
1 gior
Meno di 30 anni e già con il fegato compromesso
La pandemia ha acutizzato le dipendenze da alcol, che possono sfociare in gravi problemi di salute.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile