foto lettore
Studenti sul bus in partenza dalla stazione di Lugano
LUGANO
26.10.20 - 21:480

Meglio la calca, o una multa da 90 franchi?

Per evitare i bus pieni, alcuni studenti del Cpt di Trevano optano per l'auto. Ma anche qui i problemi non mancano

LUGANO - Tra un bus affollato e una multa per sosta non pagata, gli studenti del Cpt di Trevano hanno un po' di alternative. Ma la rotta casa-scuola resta comunque problematica, negli ultimi tempi. 

Il sovraffollamento degli autobus, in particolare le linee 4 e 6 dalla Stazione Ffs, ha creato malumori tra i passeggeri in tempo di distanziamenti obbligatori. «Il problema non è nuovo» sottolinea uno studente del centro professionale. «Lo abbiamo segnalato più volte alla direzione della scuola. Ma non si trovano soluzioni». 

Per evitare i bus affollati alcuni studenti - quelli con la patente - si recano a Trevano in auto, ma qui insorge un altro problema. «Tutti i posteggi della scuola sono occupati dagli insegnanti. A noi tocca posteggiare fuori, e molti si ritrovano a fine lezione con delle multe da 90 franchi». 

Il problema delle multe è noto alla direzione dell'istituto. «L'anno scorso ci sono stati segnalati molti casi» conferma la direttrice Cecilia Beti. «Quest'anno ancora no, ma le lezioni sono iniziate da poco». 

Tuttavia, precisa la dirigente, ai 1500 studenti del Cpt non mancherebbero i modi di evitare sia le multe, sia la calca sui mezzi pubblici. «I posteggi scolastici sono riservati ai professori, è vero, ma nei dintorni non mancano i park 'n ride, in posizioni anche molto comode» ricorda Beti. «Per quanto riguarda gli autobus, è vero che alcune corse sono molto frequentate. Per questo abbiamo scaglionato l'inizio delle lezioni su due orari, alle 8.20 e alle 9.00». 

Gli orari sono stati comunicati alla Tpl e alle Arl, che hanno «potenziato le tratte con delle corse supplementari». Ad esempio dalla Stazione il primo bus utile della linea 4 parte alle 7.40. Ma la grande maggioranza degli studenti continua a prendere quello delle 8.05.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
CANTONE
25 min
Un "scudo protettivo" per le grandi manifestazioni
Il Governo propone un credito per tutelare gli organizzatori dai grandi eventi in caso di annullamenti per Covid.
FOTO E VIDEO
MENDRISIO
34 min
Tamponamento in superstrada, due persone al pronto soccorso
L'incidente, avvenuto attorno alle 15.30 all'altezza di Ligornetto, ha coinvolto due auto e un furgone.
FOTO E VIDEO
TENERO-CONTRA
53 min
Cadono da un muretto e finiscono con l'auto sottosopra
L'incidente è avvenuto in un posteggio privato in via San Nicolao a Tenero.
URI / CANTONE
2 ore
Auto in panne al San Gottardo: code per 12 km al portale nord
Per chi viaggia verso il Ticino si stimano ritardi fino a due ore.
CANTONE
5 ore
Da questa notte non si hanno notizie di Jona
La polizia ha diramato un avviso di scomparsa per il 17enne di Morbio Inferiore
CANTONE
6 ore
In Ticino 31 nuovi positivi e zero decessi
Bilancio dei ricoverati ancora in discesa, con 3 ammessi e 8 dimissioni.
CANTONE
9 ore
«Over 50? Il 60% del salario lo può pagare lo Stato»
La ricetta di due granconsiglieri PPD per fare uscire i lavoratori esperti dall’assistenza. Governo finora in silenzio.
CANTONE
11 ore
L'allarme: «Non toccate quegli uccellini»
La storia di un 67enne di Sementina, che ha adottato tre ghiandaie, fa discutere. Casi simili sono frequenti.
BELLINZONA
22 ore
L'ex docente beccato con video pedo-pornografici
Nuovi guai per il professore del Liceo licenziato nel 2017. L'ex allieva: «Invitava a fare sesso nello sgabuzzino»
SONDAGGIO
CANTONE
23 ore
Più lenta la corsa per l'acquisto (gratuito) dei test fai-da-te
Da parte della popolazione l'interesse è calato, ma è comunque rimasto costante
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile