Deposit - foto d'archivio
CANTONE
13.10.20 - 08:460

L'MPS vuole portare le molestie sessuali a Berna

Il Gran Consiglio dovrebbe adottare un’iniziativa cantonale all’attenzione del Parlamento federale

L'obiettivo è la modifica della Legge federale sull’uguaglianza tra donne e uomini (LPar)

BELLINZONA - Le molestie sessuali sul luogo di lavoro sono un “tema caldo”. Il recente dibattito attorno alla costituzione di una commissione parlamentare d’inchiesta sui casi di molestie all’interno dell’amministrazione cantonale ha messo in evidenza le oggettive difficoltà ad agire sia sul piano della prevenzione su quello della possibilità delle vittime di ottenere ascolto e giustizia.

La legge federale sulla parità dei sessi (LPar) definisce le molestie sessuali come una discriminazione e un affronto alla dignità. Per evitare molestie sessuali, il datore di lavoro deve adottare misure adeguate alle circostanze e che possano essere richieste in modo equo, ma in questo modo ha la possibilità di assolvere sé stesso dimostrando di aver adottato tutte le misure preventive appropriate. In caso di molestie sessuali, è l’attore che deve provare i fatti sui quali si basa.

Ma è giunto il momento di facilitare la lotta contro le molestie sessuali sul posto di lavoro. È per questo che l’MPS propone al Gran Consiglio di adottare un’iniziativa cantonale all’attenzione del Parlamento federale. 

La Costituzione federale prevede infatti che i Cantoni possano presentare un’iniziativa all’Assemblea federale, un progetto di legge o la proposto per l’elaborazione di un progetto di legge. E per l’MPS il Canton Ticino dovrebbe portare a Berna la proposta di modifica della Legge federale sull’uguaglianza tra donne e uomini (LPar) affinché includa le molestie sessuali nell’elenco delle discriminazioni per le quali è previsto l’alleviamento dell’onere della prova.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
CANTONE
29 min
Negli ospedali ci sono meno di 200 pazienti col coronavirus
Le autorità sanitarie cantonali segnalano altri 58 contagi e 6 nuovi decessi
CANTONE / SVIZZERA
43 min
Salt: «Problema tecnico risolto»
I primi disagi erano stati riscontrati attorno alle 15 di ieri. Il guasto è stato sistemato in tarda serata
FOTO E VIDEO
AIROLO
1 ora
Tampona un camion fermo sull'A2: è grave
L'incidente è avvenuto questa mattina nei pressi dell'area di servizio di Stalvedro.
VIDEO
CANTONE
2 ore
In moto anche d'inverno: attenzione a ghiaccio e temperature!
Il TCS: «La guida di una due ruote esige, come per l'auto, una prudenza e un'attenzione permanente»
VIDEO
SEMENTINA
4 ore
«Gira poca gente, affari giù del 50%»
Crisi Covid: stare a casa equivale a usare poco l'auto. Sconforto tra i benzinai. Lo sfogo del 35enne Davide Ciaburri.
LUGANO
4 ore
La Moncucco chiude due reparti Covid
Si inizia a tirare il fiato alla Clinica impegnata nella lotta al virus. Il direttore: «Ultimi numeri incoraggianti».
CANTONE
14 ore
Pizzicato il consumo a ridosso dei take away
Tra assembramenti e clienti che mangiano sul posto non tutti i ristoratori rispettano le direttive anti Covid
CANTONE
16 ore
Sviluppato un anticorpo che protegge dal Covid e dalle sue varianti
La scoperta arriva dai ricercatori dell'IRB di Bellinzona.
CANTONE
16 ore
Cavalli: «Continuiamo a dormire. Dovremmo seguire l'esempio della Gran Bretagna»
La proposta dell'oncologo locarnese: «Pensiamo alla prima dose e copriamo più persone».
CANTONE / SVIZZERA
18 ore
Clienti Salt senza rete
Sono molti gli utenti che ci segnalano l'assenza di segnale
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile