Ti-Press (Elia Bianchi)
Ultimo appuntamento con gli Stati generali delle donne.
+7
CANTONE
10.10.20 - 17:200

Ultimo appuntamento con gli Stati generali delle donne: 18 rivendicazioni alla politica cantonale e federale

Si toccano molteplici temi, che riguardano famiglia, lavoro ma anche territorio, ambiente e salute

MANNO - Oggi, in occasione dell'ultimo appuntamento degli Stati generali delle donne organizzati da OCST donna-lavoro, un documento contenente 18 rivendicazioni è stato consegnato al consigliere di Stato Christian Vitta, in qualità di rappresentante della politica cantonale, e alla consigliera agli Stati Marina Carobbio per quanto concerne quella federale.

Dal 29 aprile a oggi sono state messe nero su bianco una serie di richieste, che prendono spunto da considerazioni ben precise. Le donne rappresentano più del 50% della popolazione, eppure la loro presenza in ambito economico, scientifico, politico e sociale è irrisoria, sottolinea OCST donna-lavoro. «Il contributo femminile alla crescita economica e sociale è sostanziale, ma il guadagno effettivo per le donne è inferiore rispetto agli uomini». La società, è emerso negli incontri, ha bisogno di nuove visioni per affrontare le sfide attuali e quelle future. Le donne dicono la loro e contribuiscono alla visione del futuro».

Tra le rivendicazioni consegnate a Vitta e Carobbio alcune riguardano orientamento e lavoro, altre l'equilibrio tra le necessità lavorative e quelle della famiglia. Poi si chiede sostegno pubblico a ricerche e studi, «ancora troppo rari», in ambito Sex & Gender Medicine, che sottolinea la diversità nella manifestazione di sintomi e malattie nel corpo maschile e femminile. Quindi si toccano i temi ambiente, territorio e architettura e le sfere di lavoro, carriera e politica.

Ti-Press (Elia Bianchi)
Guarda tutte le 11 immagini
Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
CURIO
4 ore
Cede un pannello di legno, gravi ferite per un 49enne
L'infortunio è avvenuto questo tardo pomeriggio in un'abitazione privata di Curio.
CANTONE
4 ore
Quando le recinzioni sono trappole letali per la selvaggina
In Svizzera si stima che ogni anno migliaia di animali muoiano a causa dei mezzi di cinta.
AIROLO
5 ore
Lo scatto che gli salvò la vita
Vent'anni fa Oliviero Toscani entrava in galleria dietro al camion della tragedia
LOCARNO
6 ore
Sparatoria di Solduno, l'ex compagno non poteva avvicinarsi
Prima di esplodere i colpi, il 20enne ha probabilmente rincorso la malcapitata giù per le scale.
CANTONE
7 ore
Più radar nel Luganese che in tutto il resto del cantone
La lista dei controlli della velocità annunciati per la settimana dal 25 al 31 ottobre sulle strade del nostro cantone
CANTONE
10 ore
Trasparenza totale in politica: «Giù le maschere!»
Il caso Fidinam-Pandora riporta d'attualità il tema delle «relazioni d'interesse» tra politica e parastato
CANTONE
12 ore
Mobilità e Covid: «È evidente che qualcosa è cambiato in peggio»
Un'interrogazione di Marco Passalia chiede al Consiglio di Stato di chinarsi sulla situazione dei trasporti ticinesi
CANTONE
15 ore
In Ticino 18 positivi e due nuovi ricoverati
I pazienti Covid che necessitano di cure ospedaliere salgono a 11 in tutto.
FOTO
CANTONE
15 ore
«Dentro il tunnel c'era uno scenario apocalittico»
Era il 24 ottobre 2001, quando nella galleria del San Gottardo morirono undici persone in un tragico incendio
CANTONE
19 ore
«Le ragazze non sono tornate»
Da qualche mese i locali a luci rosse dovrebbero aver ripreso l'attività a pieno regime. Ma così non è.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile