Lettore Tio/20Minuti
LUGANO/COMO
09.10.20 - 20:450

«Finché è possibile, venite a fare festa in Italia»

Dopo la chiusura di discoteche e pub in Ticino, un messaggio della band dei SunnyBoys sui social crea polemiche.

Giuka, leader del gruppo punk rock: «Non volevamo essere assolutamente offensivi. Anzi, siamo molto solidali coi ticinesi».

LUGANO/COMO - «Amici svizzeri, vi siamo vicini. Molti di voi già vengono a sentirci in Italia ultimamente. Dopo questa ulteriore botta sabato 10 ottobre vi aspettiamo al Tartaruga Live Music Pub per fare festa in sicurezza. Qui che ancora si può». È il messaggio che circola sui social da parte della band punk rock italiana dei SunnyBoys. Un gruppo che spesso si è esibito anche in Ticino. Proprio considerando le ultime decisioni legate al Ticino, con la chiusura di discoteche e pub a causa delle misure anti Covid, i SunnyBoys hanno presso la palla al balzo. Invitando i ticinesi alla serata in programma per sabato sera a Villa Guardia, in provincia di Como. 

Il messaggio ha creato qualche malumore tra alcuni proprietari di locali ticinesi. Qualcuno l'ha recepito come un'inopportuna presa in giro in un momento delicato. Qualcuno, invece, come un gesto di ingratitudine.

Giuka, leader del gruppo, contattato da Tio/20Minuti, rimette il campanile al centro del villaggio. «Non volevamo assolutamente essere offensivi. Anzi, siamo molto solidali con i ticinesi. Abbiamo un ottimo rapporto col Ticino. Tanti concerti li facciamo da voi e amiamo le Svizzera. Ci mancherebbe. Semplicemente visto che in Italia al momento ci sono regole diverse, che in determinate condizioni ci consentono di esibirci, abbiamo pensato di fare un appello per chi fosse interessato a seguirci. Anche perché forse, presto, le regole potrebbero cambiare anche da noi. Inasprendosi. Ci scusiamo se la nostra "uscita" può avere offeso o urtato qualcuno. Lo ribadisco: le intenzioni erano ben altre».  

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
LUGANO
4 ore
Brucia l'auto del medico: condannato
Un 58enne se l'era presa per un'operazione «andata male». Ed è finito davanti al giudice
LUGANO
6 ore
È la sola al mondo ad avere quella malattia: lo scopre dopo 7 anni
L’incredibile percorso di Silvia Arioli, classe 1982: «Ho trovato la verità solo perché sono caparbia e “del mestiere”».
LUGANO
8 ore
Delitto alla pensione La Santa: l'accusa è assassinio
Il 34enne austriaco dovrà rispondere davanti al giudice dei fatti avvenuti lo scorso 17 dicembre a Viganello.
PAMBIO-NORANCO
9 ore
Sparisce un'urna tra le lapidi
Cimitero profanato. La denuncia è stata confermata da Marco Regazzoni, comandante della Polizia Ceresio Sud.
CANTONE
9 ore
Sfruttamento della prostituzione: arresti confermati
Due soggetti, già finiti in manette, avrebbero gestito un giro di "lucciole" presso diversi appartamenti.
CANTONE
9 ore
Pazienti oncologici col coronavirus monitorati a distanza
Si tratta di un progetto pilota dello IOSI, premiato al congresso della Società svizzera di ricerca sul cancro
CANTONE
9 ore
Salario minimo: sarà «fisso, garantito e prevedibile»
Il Governo adotta il nuovo regolamento. Viene anzitutto specificata la nozione di “stagista”
CANTONE
11 ore
Rientrano in gioco anche i cinque procuratori "bocciati"
La Commissione Giustizia e diritti ha proposto al Parlamento 27 nomi ritenuti idonei alla carica di procuratore pubblico
CANTONE
13 ore
«Messi in circolazione 2'000 chili di canapa e hashish»
Avviata nel 2017, l'indagine è stata condotta dalla Polizia cantonale in collaborazione con agenti spagnoli e italiani.
CANTONE
14 ore
Altri quattro decessi in Ticino, 128 i nuovi positivi
Da inizio pandemia sono 542 le vittime del coronavirus nel nostro cantone.
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile