Tipress
CANTONE
07.10.20 - 09:400
Aggiornamento : 17:15

Due quinti dei ticinesi desidera vivere in campagna o in una piccola città

Lo studio su dove vorremmo abitare da anziani: meglio in campagna, o in un paese del Mediterraneo

Le esigenze necessarie: mezzi bus e ottime infrastrutture. Tutto quello che c'è da sapere su come i ticinesi vorrebbero vivere in età pensionabile

LUGANO - Come vorremmo che fosse la nostra casa quando saremo vecchi? O meglio, dove vorremmo abitare in età anziana? Quasi quattro ticinesi su dieci preferirebbe trasferirsi in campagna e il 38% prediligerebbe una città di dimensioni ridotte. L’importante è che ci siano bus e mezzi pubblici a portata di mano e ottime infrastrutture. Solo il 4% non disdegnerebbe vivere in una metropoli. È questa la fotografia che emerge da un sondaggio condotto da comparis.ch su dove e come vorrebbero trascorrere il “buen retiro” gli svizzeri.  A proposito di “buen retiro”: a molti non dispiacerebbe abbandonare il Ticino in età pensionabile e andarsene all’estero. Lo desidera almeno il 22% dei ticinesi. Un dato superiore alla media svizzera. I cugini romandi, infatti, ammontano al 10%, mentre i tedeschi svizzeri solo al 9%. Nel contesto del desiderio di risiedere all'estero, il 63% dei ticinesi vorrebbe spiagge e sole del Mediterraneo non solo durante le vacanze, ma anche durante il pensionamento. Oltre un quinto sogna addirittura di trasferirsi definitivamente con l'età nell'Europa dell'Est, e l'11% vorrebbe vivere in Asia. Anche quasi la metà degli svizzeri romandi preferirebbe risiedere in un appartamento ubicato in una piccola città, mentre la metà degli svizzeri tedeschi preferirebbe trascorrere la vecchiaia in campagna.

 Meglio vivere in casa propria - Una cosa è certa: con l'avanzare dell'età, le persone trascorrono sempre più tempo nella loro casa. Il 40% degli svizzeri desidera così rimanere a casa propria anche durante l'età senile, percentuale che corrisponde a oltre un terzo dei ticinesi. Il 9% sarebbe disposto anche ad accettare soluzioni come quartieri appositamente dedicati agli anziani e dotati delle necessarie infrastrutture. Il 15% degli svizzeri occidentali e il 14% degli svizzeri tedeschi potrebbe inoltre concepire l'idea di risiedere in un appartamento con servizi quali pulizie e pasti oppure assistenza. Sono soprattutto gli uomini (46%) che preferiscono vivere a casa propria. Al contrario, una donna su dodici ha palesato l'interesse a condividere un'abitazione con altri anziani. 

Bus a portata di mano - Chi ha già affrontato la questione della soluzione abitativa ideale con l'età, si concentra in primo luogo su una buona infrastruttura per raggiungere negozi e medici (il 65%), su un buon collegamento con i mezzi pubblici (59%), sulla necessaria sfera privata (54%) e su una zona tranquilla e residenziale (54%-52%). Il contatto con altre persone gioca un ruolo particolarmente rilevante nelle economie domestiche con bambini (55%), mentre il 57% di chi vive solo accorda priorità a un ascensore. Pertanto, anche brevi distanze e la possibilità di dedicarsi senza intoppi alla casa e all'appartamento sono fattori decisamente rilevanti.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
LUGANO
20 min
«Questo terrore non c'entra con l'Islam»
Aggressione alla Manor: la dura condanna della comunità musulmana sciita in Ticino
FOTO
CANTONE
37 min
«Gli assembramenti sono stati solo spostati di un'ora»
Lo slittamento dell'orario delle scuole superiori non avrebbe finora avuto l'effetto sperato.
CANTONE
3 ore
Aveva tentato di recarsi in Siria, senza successo
La fedpol ha fornito nuove informazioni sulla donna che ieri ha ferito due persone alla Manor di Lugano.
ONSERNONE
3 ore
Mentre tagliava le piante, gli è caduto addosso un muro
L'incidente si è verificato in Valle Onsernone. Gravi ferite per un 52enne della regione
CANTONE
4 ore
«Sconcerto e delusione» per la conferenza stampa di ieri
Critiche da parte dell’Associazione ticinese dei giornalisti per come Gobbi e Cocchi hanno gestito la conferenza stampa
CANTONE
4 ore
Altre dieci vittime del Covid-19 in Ticino
Nelle ultime ventiquattro ore 21 persone sono state ricoverate in ospedale, mentre 29 lo hanno lasciato.
CANTONE
6 ore
«Quando mi ha detto “ti ammazzo” qualcosa si è rotto»
Quella di Federica è solo una delle tante, troppe, storie di violenza. Che non è solo fisica, ma psicologica, verbale
FOTO E VIDEO
MAROGGIA
8 ore
«Un colpo duro per tutti. Maroggia ha perso il suo ultimo simbolo»
Il Mulino apparteneva alla famiglia Fontana da 42 anni ed era stato tramandato di padre in figlio.
CANTONE
8 ore
Il Ticino chiama Berna
Un'iniziativa cantonale chiede di modificare il codice penale, a tutela delle donne vittima di violenza
CANTONE
16 ore
«Già coinvolta in un'indagine legata al terrorismo»
La Fedpol conferma il possibile ruolo della donna in fatti legati al terrorismo jihadista
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile