keystone
+4
CITTÀ DEL VATICANO
04.10.20 - 18:570
Aggiornamento : 20:49

Tre guardie svizzero-italiane

Le reclute della Guardia pontificia hanno giurato oggi in Vaticano, in presenza delle famiglie

CITTÀ DEL VATICANO - Trentotto reclute delle guardie svizzere hanno prestato giuramento questo pomeriggio in Vaticano. Tra questi, anche tre ticinesi. Causa l'emergenza-Covid, la cerimonia è slittata ad oggi dalla data canonica del 6 maggio, che ricorda l'eroica morte dei 147 soldati elvetici caduti in difesa di papa Clemente VII nel Sacco di Roma (1527).

La cerimonia, trasmessa anche in streaming, si è svolta nel cortile di San Damaso in forma strettamente privata, con solo i familiari più stretti delle guardie, genitori, fratelli e sorelle, e senza la partecipazione di un cantone ospite.

Le guardie hanno indossato la "Gran Gala", cioè l'uniforme di gala comprensiva di armatura, che viene indossata esclusivamente per la benedizione papale "Urbi et Orbi" a Natale e Pasqua. Attualmente i cantoni meglio rappresentati nella Guardia sono il Vallese (17), seguito da San Gallo (16) e Lucerna (12). Le nuove guardie hanno giurato in lingua tedesca (22), francese (12), italiana (3) e in romancio (1).

«Saluto i familiari e gli amici delle guardie svizzere, venuti ad assistere oggi al giuramento delle nuove reclute. E questi ragazzi sono bravi! La Guardia svizzera fa un percorso di vita al servizio della Chiesa, al servizio del Sommo Pontefice. Sono ragazzi bravi che vengono qui per due, tre, quattro anni e più. Vi chiedo un caloroso applauso alla Guardia Svizzera», ha detto papa Francesco, al termine dell'Angelus in Piazza San Pietro.

Al giuramento era invece presente in rappresentanza del pontefice mons. Edgar Peña Parra, sostituto della Segreteria di Stato. Dopo il discorso del comandante del Corpo, colonnello Christoph Graf, è stato il cappellano della Guardia, don Thomas Widmer, a leggere per intero il testo del giuramento nelle quattro lingue nazionali.

«Giuro di servire fedelmente, lealmente e onorevolmente il Sommo Pontefice Francesco e i suoi legittimi successori, come pure di dedicarmi a loro con tutte le forze, sacrificando, ove occorra, anche la vita per la loro difesa. Assumo del pari questi impegni riguardo al Sacro Collegio dei Cardinali per la durata della Sede vacante. Prometto inoltre al Capitano Comandante e agli altri miei Superiori rispetto, fedeltà e ubbidienza. Lo giuro. Che Iddio e i nostri Santi Patroni mi assistano», recita il testo.

Poi i nuovi alabardieri, che secondo le regole devono essere alti almeno 174 centimetri e avere meno di 30 anni, chiamati per nome, si sono fatti avanti e ciascuno, con la mano sinistra sulla bandiera della Guardia e la destra alzata con tre dita aperte, a simbolo della Trinità, ha confermato e giurato a gran voce: «Io, ..., giuro di osservare fedelmente, lealmente e onorevolmente tutto ciò che in questo momento mi è stato letto. Che Dio o i suoi santi mi assistano».

La giornata era iniziata, stamane di buon'ora, con la messa celebrata all'altare della Confessione della Basilica vaticana dal cardinale segretario di Stato Pietro Parolin.

keystone-sda.ch / STF (Gregorio Borgia)
Guarda tutte le 8 immagini
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
CANTONE
36 min
Escursionisti che mettono i bastoni fra le ruote dei bikers
Ostacoli e trappole piazzati sui Monti di Claro: la convivenza fra i vari fruitori dei sentieri non è sempre semplice.
CHIASSO/LUGANO
1 ora
Anche in treno si viaggia un po' stretti
Pendolari stipati su un convoglio dimezzato. Le Ffs: «Può capitare, ma esistono diverse alternative»
CANTONE
3 ore
Mascherine, è iniziata la guerra dei prezzi
A gennaio, la domanda di FFP2 è aumentata notevolmente. Ma non in Ticino
LUGANO
5 ore
Cade dalla scalinata, finisce in ospedale
L'incidente si è verificato sulla strada che transita sul Ponte del diavolo.
CANTONE
9 ore
Delitto di Muralto: 30enne a processo per assassinio
È stato rinviato a giudizio il cittadino germanico che era stato fermato a seguito dei fatti del 9 aprile 2019
CANTONE
10 ore
Negli ospedali ci sono meno di 200 pazienti col coronavirus
Le autorità sanitarie cantonali segnalano altri 58 contagi e 6 nuovi decessi
CANTONE / SVIZZERA
10 ore
Salt: «Problema tecnico risolto»
I primi disagi erano stati riscontrati attorno alle 15 di ieri. Il guasto è stato sistemato in tarda serata
FOTO E VIDEO
AIROLO
11 ore
Tampona un camion fermo sull'A2: è gravissimo
L'incidente è avvenuto questa mattina nei pressi dell'area di servizio di Stalvedro.
VIDEO
CANTONE
12 ore
In moto anche d'inverno: attenzione a ghiaccio e temperature!
Il TCS: «La guida di una due ruote esige, come per l'auto, una prudenza e un'attenzione permanente»
VIDEO
SEMENTINA
14 ore
«Gira poca gente, affari giù del 50%»
Crisi Covid: stare a casa equivale a usare poco l'auto. Sconforto tra i benzinai. Lo sfogo del 35enne Davide Ciaburri.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile