Tipress
18 settembre 2020 a Riva San Vitale il lago è verde ramarro
LUGANO
04.10.20 - 22:220

Sotto il verde delle alghe «poco ossigeno e microplastiche»

Parola ai ricercatori della Supsi che stanno effettuando una campagna di prelievi e monitoraggi nel bacino

Lo stato generale del lago è abbastanza buono, ma preoccupa la scarsa ossigenazione degli strati profondi e l'alta concentrazione di micro frammenti

di Redazione
Michele Novaga/Spi

LUGANO - LUGANO - Ha mostrato una brutta cera il Ceresio nelle scorse settimane. Colpa di un limaccioso strato di alghe che ne ha prescritto il divieto di balneazione. Ma qual è lo stato di salute del lago al di là delle inquietanti apparenze? Abbastanza buono, rispondono i ricercatori dell’Istituto di scienze della terra alla Supsi, anche se i problemi non mancano. 

Il bicchiere mezzo pieno - Si ha guardando al passato: «Quando il Ceresio è stato colpito dal fenomeno dell’eutrofizzazione a seguito dell’inquinamento da fosforo ma ora è in fase di risanamento» spiega Fabio Lepori, a capo del team impegnato nel monitoraggio del lago su mandato del Cantone (nell'ambito di un programma italo-svizzero). 

La sfida è duplice - «Uno degli obiettivi del programma di risanamento – sottolinea il ricercatore della Supsi - è quello di portare una buona ossigenazione nella colonna d’acqua che va fino ai 100 metri di profondità. Ora la situazione dell’ossigenazione delle acque profonde rimane critica e spesso, soprattutto d’estate, viene a mancare l’ossigenazione e il lago entra in una situazione di anossia». Un problema che potrebbe essere aggravato dal riscaldamento climatico con una maggiore stratificazione delle acque e la conseguente difficoltà di riossigenare le acque profonde.

Microplastiche macroproblema - Il secondo malanno è rappresentato dalle microplastiche, la cui concentrazione è particolarmente elevata nel Ceresio: «Uno studio pilota condotto dal Cantone negli scorsi anni indica che il loro livello è pari a 0,2 micro particelle per metro quadrato: un valore doppio rispetto alla media degli altri laghi della Svizzera» ricorda Camilla Capelli ricercatrice della Supsi che sta studiando la presenza di questi inquinanti nel lago. Si tratta, spiega, «soprattutto di frammenti di fibre tessili e di film di imballaggi, quasi invisibili a occhio nudo dato che hanno una dimensione massima di pochi millimetri e che potrebbero entrare nella catena alimentare dell'uomo creando anche un danno all'ecosistema».

Presto prelievi in profondità - Uno degli obiettivi della ricerca in corso è anche stabilire in quali parti del Ceresio le concentrazioni sono più elevate. «Stiamo effettuando dei prelievi di acqua superficiali con una speciale rete detta manta che screma la superficie dell’acqua e raccoglie le plastiche galleggianti. L’anno prossimo ci concentreremo nella colonna d’acqua in profondità e anche nei sedimenti» conclude la specialista.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
LUGANO
36 min
Inchiesta ex Macello: i municipali saranno interrogati martedì
Entrano nel vivo le verifiche ordinate dal Ministero pubblico rispetto alla procedura di demolizione dello stabile.
CANTONE
19 ore
Siete pronti a riaprire l'ombrello?
Da domani in Ticino ritornano temporali e la pioggia ci accompagnerà fino a venerdì tirandoci fuori dalla zona canicola
FOTO E VIDEO
CANTONE
23 ore
Ecco qui i nuovi treni delle FLP
Presentati oggi ad Agno sostituiranno i “veterani” del 1978. Zali: «Un passo non da poco verso il futuro»
FOTO
ACQUAROSSA
1 gior
Centauro cade, la moto prende fuoco
Incidente poco prima delle 6 sulla strada cantonale, all'altezza di Lottigna
MENDRISIO
1 gior
La versione degli studenti: niente aggressione alla polizia
I presenti ai fatti avvenuti nelle prime ore di venerdì contestano la ricostruzione su ogni punto.
CANTONE
1 gior
Dal Ticino una mano al Nepal: inviati 20 concentratori d'ossigeno
L'importante donazione per contrastare il coronavirus giunge dall'associazione Kam For Sud
TENERO
1 gior
Scompare in acqua, è in pericolo di vita
Principio di annegamento al lido Mappo. Un 83enne grigionese è stato ricoverato in condizioni critiche
MENDRISIO
1 gior
Poliziotti attaccati da una ventina di giovani: due arresti
In totale sono sette le persone che sono state medicate al Pronto soccorso.
RIVA SAN VITALE
1 gior
Frontale a Riva: due feriti
Gli occupanti delle due automobili coinvolte avrebbero riportato lesioni non gravi.
CANTONE
1 gior
Tre casi di variante Delta in Ticino
Il medico cantonale Merlani e il direttore del Dss De Rosa in conferenza stampa: segui la diretta
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile