Keystone - foto d'archivio
CANTONE
01.10.20 - 14:000
Aggiornamento : 17:50

Il contratto è di quattro mesi, ma tre sono di prova

La denuncia del sindacato Syna: «I datori di lavoro scaricano il rischio imprenditoriale sui dipendenti»

«Se l’impresa si ritrova dinanzi a un afflusso ridotto di ospiti o addirittura a una chiusura, il personale può essere lasciato a piedi nel giro di una settimana».

BELLINZONA - Si avvicina l’inverno e con esso anche i lavori stagionali. Che quest’anno sono contraddistinti da (ancora più) precarietà, a causa della presenza del coronavirus. Le temute chiusure temporanee e le restrizioni nel settore della ristorazione e dell’alberghiera rappresentano dei rischi. Che «i datori di lavoro stanno scaricando sui dipendenti».

È la denuncia del sindacato Syna, secondo cui attualmente per la stagione invernale si stanno stipulando contratti di quattro mesi con periodi di prova di tre mesi. Questo, perché durante il periodo di prova il rapporto di lavoro può essere risolto con un termine di preavviso di soli sette giorni. «Se l’impresa si ritrova dinanzi a un afflusso ridotto di ospiti o addirittura a una chiusura, il personale può essere lasciato a piedi nel giro di una settimana».

Inoltre, pare che i contratti attualmente non indichino il grado di occupazione, che viene concordato solo a voce. «Così, però, i dipendenti subiscono forti fluttuazioni di reddito, fino alla perdita completa del salario - scrive il sindacato -. Il problema sta nella forma scritta: l’obbligo legale di continuare a percepire il salario non può essere rivendicato senza prove scritte».

Il Syna si rivolge pertanto alle autorità politiche affinché «creino un ambiente economico sicuro» nell’industria alberghiera e della ristorazione per la stagione invernale, «evitino la chiusura degli esercizi», «salvaguardino con misure di protezione i posti di lavoro» e permettano ai ristoranti di offrire più posti a sedere all’aperto ricorrendo a funghi riscaldanti, tende e altro.

Infine la richiesta ai datori di lavoro: «Non scaricate il rischio imprenditoriale su dipendenti, non utilizzate scappatoie e trucchetti legali nei contratti di lavoro, perché significa giocare con il reddito dei lavoratori».

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Alexandra Tomas 3 sett fa su fb
Non solo nella stagione d’inverno!! Anche d’estate!! Ad Ascona in piazza quest’anno quando era pienissimo di turisti, da giugno a settembre....tre mesi di prova!!! Ahhh dimenticavo: il personale era tutto frontaliero da Como( anche i prodotti arrivavano da Italia) e solo 2 residenti . Così aiutano la economia ticinese ! Bravi 👏🏼👏🏼
Led Swan 3 sett fa su fb
In poche parole i sindacati chiedono che il governo faccia nevicare ma solo di notte perchè di giorno si scia, che rimangano aperti i ristoranti anche se la gente non ha soldi per andarci e che il distanziamento sociale valga unicamente per i ristoranti di paese e città perchê il covid non supera l'altitudine di 1500 metri.... . Cari sindacati, e se per caso le stazioni decidessero di non aprire viste le spese ulteriori e i rischi che si pigliano?
comp61 4 sett fa su tio
Dove sta il problema? Contratto a ore.
Don Quijote 4 sett fa su tio
Queste sono le chiacchiere di chi in vita sua ha sempre vissuto bene grazie ai rischi degli altri. Provate voi ad aprire un'attività, iniziate a pagare le spesse fisse, l'affitto, il leasing, l'energia elettrica, le assicurazioni, i balzelli statali, ecologisti, rossi, verdi, cantonali e comunali, poi versate lo stipendio al personale anche se non avete clienti o ordinazioni o sono diminuite significativamente, in più, dovete pagare l’affitto della vostra abitazione e magari mantenere una famiglia. Cari signori del tutto è facile, smettetela di belare, le cose sono molto più complicate e l’80% delle aziende hanno meno di 10 dipendenti, non siamo tutti UBS, La Roche e compagnia bella che, oltre agli utili e riserve che sono in grado di accumulare, in caso di catastrofe arriva lo stato con il pannolino pagato dai contribuenti e dalle piccole aziende.
miba 4 sett fa su tio
@Don Quijote Pienamente d'accordo con il tuo commento! Se fossero i sindacalisti a dover gestire determinate aziende il problema non si porrebbe nemmeno più perché avrebbero già fatto fallimento ancora prima del coronavirus. Bello stare seduti dietro una scrivania, ricevere un salario spesso troppo elevato in rapporto a quello che si fa, ed avere quindi il buon tempo per studiare come andare a scassare i marroni a chi lavora, da lavoro e soprattutto rischia
Dario Khoshkholgh 4 sett fa su fb
Si ... 5 ..... ahhahahahaha
Angelčo Stojov 4 sett fa su fb
Allora lavora tre mesi e il quarto mettiti in malattia o infortunio e via
Laurent Pottiez 4 sett fa su fb
Sono bugie il contratto di 4 mesi prima nella pandemia era già cosi. La prova era sempre per la fino di 3 - 7 - 15 giorni poi 1 - 2 - 3 mesi e quindi la stagione e già finita poi il dattori di lavori non l'interessi che l'impiego rimane 3 mesi l'interessi solo giusto solo la perioda Natale e Capodanno e forze su Carnavale se va bene. Quindi l'impiego non riesco di totalizzare 1 anno di lavori entro su 2 anni che dice la revisioni la LADI. E quindi l'impiego di lavoro ricade in Ufficio Sostengno Sociale perche li manca giorni lavorativi per avere diritti a la disocupazioni. Chi e il dattori di lavori che ti tieni dopo 8 mesi di lavori dopo la stagioni invernale ? I diritti quadri sono 1 anno di lavori entro su 2 anni per 260 giorni indennità E 18 mesi di lavori entro su 2 anni per 400 giorni indennità nel settori Alberghieri - Vendità e impossibile.
Erica Verri 4 sett fa su fb
Spadea Giovanna
Equalizer 4 sett fa su tio
C'è poco da denunciare, non è una questione di scarico di rischio imprenditoriale, è semplicemente una questione che, se c'è lavoro ti do da fare, e se non c'è ti devo lasciare a casa, mica che i datori sono Babbo Natale, né devono sostituirsi allo stato per aiutare la cittadinanza.
Şerife Vurşan 4 sett fa su fb
😡😡😢
Attilio Porrini 4 sett fa su fb
Chi deve intervenire, intervenga. Tutti sti politici che a parole incantano, dove sono?
Cristina Santoro 4 sett fa su fb
deve smettere questa forma di sfruttamento!!
Steve Vassalli 4 sett fa su fb
Io ho firmato contratto di 6 mesi per 4 anni con.la.stessa ditta..e tutti avevano 3 mesi di prova E uno schifo ..
Antonella Eramo 4 sett fa su fb
È uno schifo!
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
FOTO E VIDEO
MASSAGNO
3 ore
Una quarantena che fa viaggiare con la fantasia
Noemi è una bambina di nove anni che ci racconta i suoi dieci giorni chiusa in casa: «Disegno per realizzare un libro»
CHIASSO
7 ore
Casa Soave, nove anziani positivi al coronavirus
Tutti quanti si trovano in isolamento nelle loro stanze.
AIROLO
8 ore
«Pronti a sciare da fine novembre»
La stagione bianca che verrà vista da Mauro Pini, direttore degli impianti di Airolo-Pesciüm
CHIASSO
9 ore
Delitto di via Valdani, padre e figlio rinviati a giudizio
Dovranno rispondere di assassinio, subordinatamente omicidio intenzionale, e aggressione.
CANTONE
10 ore
«C'è preoccupazione per la durata della seconda ondata»
Da Bellinzona il DSS fa il punto della situazione e spiega gli adattamenti decisi per il prossimo futuro.
BELLINZONA
12 ore
«La polizia interferisce in modo sproporzionato e antidemocratico»
L’accusa arriva da ForumAlternativo, che pubblica su YouTube quanto accaduto martedì mattina
CANTONE / SVIZZERA
13 ore
Contagi e frontalieri: «È ora di limitare gli spostamenti?»
Piero Marchesi interroga le Camere federali sulla situazione ticinese
CANOBBIO
14 ore
Quattro classi in quarantena: «Ci vogliono misure urgenti»
I genitori degli allievi che frequentano le Medie di Canobbio sono preoccupati. E scrivono al Governo ticinese
CANTONE
16 ore
Secondo giorno sopra i 300 contagi, 5 nuove vittime
Sono 6'910 le persone risultate positive al test PCR da inizio pandemia. 361 i decessi
CANTONE
16 ore
A ridosso delle vacanze... altre tre classi in quarantena
La misura è stata adottata per allievi di tre diversi istituti scolastici ticinesi
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile