Foto Lettore Tio/20Minuti
BELLINZONA
25.09.20 - 17:070
Aggiornamento : 22:27

Mamme col SUV scatenate: ancora un po' ed entrano in classe

Nuove segnalazioni dalla zona delle scuole nord. Il municipale Roberto Malacrida: «Chiediamo più rispetto».

Il fenomeno si ripresenta (non solo nella capitale) in particolare quando piove. E ora ci si mette pure il Covid: «C'è la paura che i bimbi si prendano il raffreddore».

BELLINZONA - È un normale venerdì di pioggia a Bellinzona. Sono le 11.30 circa. Nei pressi delle scuole comunali nord va in scena il "solito" caos. Con mamme scatenate che, quasi, entrano in classe coi loro macchinoni. Mamme col SUV, e non solo. Una situazione insostenibile, secondo diversi residenti. E anche Roberto Malacrida, capo del Dicastero scuola, è deluso e preoccupato. «In particolare – osserva – la trovo una grave mancanza di rispetto verso quei genitori che rispettano giustamente le regole e non si comportano in maniera invadente». 

Non accade solo nella capitale – Si tratta di una situazione che, periodicamente, si verifica anche in tante altre località della Svizzera italiana. Condizioni analoghe le ritroviamo anche nel Locarnese, nel Luganese, nel Mendrisiotto, in più località. Il caso di Bellinzona, e più nello specifico delle scuole nord, tuttavia, è emblematico. Perché le autorità e i docenti stanno facendo tutto il possibile per arginare il fenomeno. «Il collega di Municipio Simone Gianini, capo del Dicastero territorio e mobilità, ad esempio, ha lavorato parecchio su questa tematica».

Correttivi ignorati – Già. Nel corso degli anni sono stati introdotti vari correttivi. E ora vi è pure un agente di sorveglianza sul posto. «Un professionista che tuttavia non può arrivare dappertutto. Ci sarebbero delle aree apposite in cui i genitori possono aspettare i bambini. È pazzesco come alcuni facciano finta di nulla». Creando tra l'altro condizioni di pericolo per i pedoni, come sottolinea una residente che, esasperata, si è rivolta alla redazione di Tio/20Minuti. Affranta si sfoga: «Non cambierà nulla finché qualcuno non ci rimetterà le penne». 

L'ansia che primeggia – Perché il messaggio non riesce a passare? Malacrida ha una sua teoria. «Penso che ci vorrà tempo. A predominare è l'ansia di alcune mamme. In particolare perché nei giorni di pioggia c'è il rischio che i bimbi si prendano un raffreddore».

Chi si ammala, non va a lezione – E qui subentra anche il problema del Covid-19. Chi si ammala, anche leggermente, non può frequentare le lezioni. La regola vale per tutte le scuole del Ticino. «Può essere che questo fattore abbia contribuito ad alimentare le paure di determinati genitori. Io vorrei fare un appello al buonsenso. Chiediamo un po' più di rispetto». 



 

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
FOTO E VIDEO
MASSAGNO
3 ore
Una quarantena che fa viaggiare con la fantasia
Noemi è una bambina di nove anni che ci racconta i suoi dieci giorni chiusa in casa: «Disegno per realizzare un libro»
CHIASSO
7 ore
Casa Soave, nove anziani positivi al coronavirus
Tutti quanti si trovano in isolamento nelle loro stanze.
AIROLO
9 ore
«Pronti a sciare da fine novembre»
La stagione bianca che verrà vista da Mauro Pini, direttore degli impianti di Airolo-Pesciüm
CHIASSO
10 ore
Delitto di via Valdani, padre e figlio rinviati a giudizio
Dovranno rispondere di assassinio, subordinatamente omicidio intenzionale, e aggressione.
CANTONE
10 ore
«C'è preoccupazione per la durata della seconda ondata»
Da Bellinzona il DSS fa il punto della situazione e spiega gli adattamenti decisi per il prossimo futuro.
BELLINZONA
12 ore
«La polizia interferisce in modo sproporzionato e antidemocratico»
L’accusa arriva da ForumAlternativo, che pubblica su YouTube quanto accaduto martedì mattina
CANTONE / SVIZZERA
14 ore
Contagi e frontalieri: «È ora di limitare gli spostamenti?»
Piero Marchesi interroga le Camere federali sulla situazione ticinese
CANOBBIO
15 ore
Quattro classi in quarantena: «Ci vogliono misure urgenti»
I genitori degli allievi che frequentano le Medie di Canobbio sono preoccupati. E scrivono al Governo ticinese
CANTONE
16 ore
Secondo giorno sopra i 300 contagi, 5 nuove vittime
Sono 6'910 le persone risultate positive al test PCR da inizio pandemia. 361 i decessi
CANTONE
17 ore
A ridosso delle vacanze... altre tre classi in quarantena
La misura è stata adottata per allievi di tre diversi istituti scolastici ticinesi
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile