Ti Press
La clinica Sant'Anna di Sorengo
CANTONE
24.09.20 - 14:160

Le cliniche non ci stanno: «L'aumento dei premi non è colpa nostra»

La presenza di numerose cliniche private in Ticino non c'entra nulla: «È un pregiudizio ideologico», ammonisce l'ACPT.

L'Associazione condivide lo sconcerto degli assicurati per l'ennesimo aumento. Ma rispedisce le critiche al mittente.

SORENGO - L’ennesimo aumento dei premi di cassa malati, che colpisce in maniera particolarmente pesante gli assicurati del Ticino, ha suscitato parecchio disappunto. Fra i vari commenti negativi, c’è anche chi ha attribuito la causa dell’incremento alla presenza nel nostro cantone di numerose cliniche private.

«È un’affermazione che riflette una scarsa conoscenza del problema o la volontà di alimentare un pregiudizio ideologico. I fatti stanno diversamente e parlano chiaro», commenta l'Associazione delle Cliniche Private Ticinesi (ACPT) per bocca del suo presidente Giancarlo Dillena. 

Prezzi inferiori agli ospedali pubblici - Innanzitutto perché i prezzi delle prestazioni erogate dalle cliniche private e pagate dall’assicurazione di base (LaMal) sono in realtà significativamente inferiori ai prezzi delle stesse prestazioni erogate dagli ospedali pubblici, spiega l'ACPT.

Non parlate di sussidi - Inoltre i volumi delle prestazioni retribuite al 100% sono limitati secondo il contributo globale (fissati ogni anno per ogni fornitore dal Consiglio di Stato). «Per quanto riguarda il settore acuto - aggiunge Dillena - bisogna poi ricordare che le casse malati coprono il 45% delle prestazioni, essendo il resto (55%) a carico dello Stato (il che vale sia per gli ospedali pubblici che per le cliniche private). Il Cantone paga così prestazioni effettivamente erogate: parlare di "sussidi", come fa qualcuno, è quindi totalmente errato e fuorviante».

Sconcerto condiviso - Precisati questi fatti, l’ACPT condivide lo sconcerto e la preoccupazione degli assicurati, dell’autorità cantonale e di tutte le strutture ospedaliere per questo ulteriore aumento, che viene a gravare pesantemente sugli assicurati ticinesi. In quest’ottica gli istituti privati - assicurano - continueranno i loro sforzi per razionalizzare e contenere i costi, «fermo restando che la priorità fondamentale rimane il costante miglioramento della qualità delle cure e la garanzia della loro accessibilità». 

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
CANTONE / SVIZZERA
11 min
Aumentano ancora i frontalieri
A fine giugno, in Ticino i lavoratori provenienti dall'Italia erano 71'586.
LUGANO
2 ore
Pericolo di piena per il Ceresio
L'allerta di livello 3 (pericolo marcato) resterà in vigore fino alle 12 di domani
CANTONE
2 ore
«Il settore turistico deve osare di più»
Anche quest'anno gli alberghi ticinesi stanno facendo il pieno di ospiti, registrando un +27,4% rispetto al 2019
LOCARNO
10 ore
Excellence Award a Laetitia Casta: «Se un film lo scegli con il cuore, non puoi sbagliare»
L'attrice è stata premiata nel corso della serata di apertura della 74a edizione del Locarno Film Festival.
LOCARNO
12 ore
Berset apre il Locarno Film Festival
«Questa estate il cinema contribuirà a eliminare la pandemia dalla superficie dei nostri pensieri».
CANTONE
13 ore
«È diventata la pandemia dei non vaccinati»
I primi dodicenni sono stati vaccinati anche in Ticino. Ma serve farlo? Lo abbiamo chiesto all’esperto Alessandro Diana.
LUGANO
15 ore
Paghe indecenti e ambiente pessimo: tanto Casinò per nulla?
A seguito di alcune critiche mosse da sindacati e politici, la casa da gioco aveva proceduto con un audit esterno.
CANTONE
18 ore
Estinta? No, è alle Bolle
La sua presenza in Svizzera era stata osservata nel 1939 e 1942 solamente a Sierre (VS)
CANTONE
19 ore
Piove, ennesima allerta meteo
Fino a domattina sono attese forte precipitazioni su tutto il Cantone.
CONFINE
22 ore
Anziana scippata per un biglietto
Il 41enne in aula: «Non so perché l'ho fatto».
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile