Ti Press
La clinica Sant'Anna di Sorengo
CANTONE
24.09.20 - 14:160

Le cliniche non ci stanno: «L'aumento dei premi non è colpa nostra»

La presenza di numerose cliniche private in Ticino non c'entra nulla: «È un pregiudizio ideologico», ammonisce l'ACPT.

L'Associazione condivide lo sconcerto degli assicurati per l'ennesimo aumento. Ma rispedisce le critiche al mittente.

SORENGO - L’ennesimo aumento dei premi di cassa malati, che colpisce in maniera particolarmente pesante gli assicurati del Ticino, ha suscitato parecchio disappunto. Fra i vari commenti negativi, c’è anche chi ha attribuito la causa dell’incremento alla presenza nel nostro cantone di numerose cliniche private.

«È un’affermazione che riflette una scarsa conoscenza del problema o la volontà di alimentare un pregiudizio ideologico. I fatti stanno diversamente e parlano chiaro», commenta l'Associazione delle Cliniche Private Ticinesi (ACPT) per bocca del suo presidente Giancarlo Dillena. 

Prezzi inferiori agli ospedali pubblici - Innanzitutto perché i prezzi delle prestazioni erogate dalle cliniche private e pagate dall’assicurazione di base (LaMal) sono in realtà significativamente inferiori ai prezzi delle stesse prestazioni erogate dagli ospedali pubblici, spiega l'ACPT.

Non parlate di sussidi - Inoltre i volumi delle prestazioni retribuite al 100% sono limitati secondo il contributo globale (fissati ogni anno per ogni fornitore dal Consiglio di Stato). «Per quanto riguarda il settore acuto - aggiunge Dillena - bisogna poi ricordare che le casse malati coprono il 45% delle prestazioni, essendo il resto (55%) a carico dello Stato (il che vale sia per gli ospedali pubblici che per le cliniche private). Il Cantone paga così prestazioni effettivamente erogate: parlare di "sussidi", come fa qualcuno, è quindi totalmente errato e fuorviante».

Sconcerto condiviso - Precisati questi fatti, l’ACPT condivide lo sconcerto e la preoccupazione degli assicurati, dell’autorità cantonale e di tutte le strutture ospedaliere per questo ulteriore aumento, che viene a gravare pesantemente sugli assicurati ticinesi. In quest’ottica gli istituti privati - assicurano - continueranno i loro sforzi per razionalizzare e contenere i costi, «fermo restando che la priorità fondamentale rimane il costante miglioramento della qualità delle cure e la garanzia della loro accessibilità». 

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
LUGANO
2 ore
Infortunio sul lavoro a Cadro, 59enne in fin di vita
L'uomo è caduto da un'altezza di circa un metro e mezzo, battendo la testa. La sua vita è in pericolo.
BELLINZONA
2 ore
Altre 28 postazioni per il bike sharing di Bellinzona
Il Municipio intende aumentare ulteriormente il numero di biciclette disponibili sul territorio comunale
CANTONE
2 ore
I nuovi contagi in Ticino sono 36
Quattro le sezioni in quarantena nelle scuole ticinesi
CANTONE
4 ore
Tecnologie: «Si sta creando una tribù di esclusi»
Il "divario digitale" si è amplificato con la pandemia. Serenella Morinini, 73enne valmaggese, suona la carica.
LUGANO
4 ore
L'uomo che vuole costruire lo stadio
Chi è l'imprenditore che realizzerà il Polo Sportivo, votazione permettendo? Lo abbiamo intervistato.
LOCARNO
6 ore
Colpo di spugna alla Santa Chiara: disdetta all'ex direttrice e altri 3 medici
Tre allontanati con effetto immediato. Il quarto dovrà lasciare a fine anno. Contestate loro gravi manchevolezze
Massagno
6 ore
Per Elisa ci vogliono 18 milioni
L'edificio ha un valore di stima peritale di 18 milioni e mezzo
CANTONE
21 ore
L'obiettivo: ri-vaccinare trentamila anziani entro Natale
Ecco la tabella di marcia delle autorità sanitarie cantonali per la somministrazione del richiamo
CANTONE
1 gior
Mortale in pista: condanna confermata
Il Tribunale federale ha respinto il ricorso contro la sentenza per l'omicidio colposo avvenuto all'aeroporto di Lodrino
BRISSAGO
1 gior
Un'intera scuola in quarantena
Le elementari in isolamento. Domani partono i test a tappeto: «Ma solo per chi vuole farli»
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile