Immobili
Veicoli
deposit
MENDRISIO
23.09.20 - 16:290

L'acqua momò è potabile

Le Aziende industriali di Mendrisio rassicurano la popolazione sul pesticida clorotalonil

MENDRISIO - La presenza di clorotalonil nelle acque di falda preoccupa gli esperti e non solo. A seguito del nostro articolo sulle ultime analisi condotte in Ticino dal Laboratorio cantonale, le Aziende industriali di Mendrisio (AIM) tranquillizzano la popolazione, precisando che l'acqua distribuita nel Mendrisiotto «è e rimane potabile». 

Il pesticida - utilizzato nella viticoltura a partire dagli anni Settanta - ha «un periodo di vita assai breve nel terreno» precisano le Aim in una nota. «Assai più lungo è il periodo di vita dei sottoprodotti in cui si scompone, chiamati metaboliti». 

L'Ufficio federale della sicurezza alimentare (Usav) ha dichiarato che «non si può escludere un pericolo per la salute per alcuni prodotti di degradazione del clorotalonil». Nel 2019 le Aim sono state avvisate dal Laboratorio cantonale della presenza dell'inquinante in alcuni pozzi: in particolare nel pozzo Gerbo (a Genestrerio) e nei pozzi Nuovo e Vecchio (a Ligornetto).

Al riguardo le Aim ribadiscono che «l'acqua nei pozzi citati è e rimane potabile, anche se in taluni casi la soglia prevista dall'Ordinanza federale è superata» in quanto «non vi è un pericolo immediato per la salute pubblica». Le Aim «sono tenute a misurare pubblicamente le concentrazioni dei metaboliti e a pubblicarne i risultati» sul sito aim.mendrisio.ch. L'azienda ha inoltre tempo due anni per ridurre i valori al di sotto della soglia. 

Dopo il divieto dell'impiego del clorotalonil in agricoltura, deciso da Berna a partire da quest'anno, le Aim «hanno comunicato alla popolazione questa situazione aggiornando regolarmente il proprio sito con le concentrazioni dei metaboliti rilevati». 

La soluzione del problema, precisa ancora la nota, sta avvenendo su tre direttrici: un maggiore scambio di acqua all’interno della rete cittadina, la riperforazione del pozzo Prati Maggi, e l'attivazione dell'Aquedotto regionale (ARM) almeno in parte. 

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
LUGANO
14 ore
Il Ceresio è da livello B... una secca da record
Non piove da mesi, il bacino è ai minimi storici e tra i proprietari di imbarcazioni cresce il malcontento
CANTONE
14 ore
Nessun distretto sfugge ai radar
La lista dei controlli della velocità annunciati per la settimana dal 31 gennaio al 6 febbraio
CANTONE
17 ore
Droni peggio degli avvoltoi: rischiano di rovinare il nido del Gipeto
«Lasciamo tranquilli questi rapaci» è l'appello lanciato da Ficedula ai disturbatori
FOTO
BELLINZONA
20 ore
Dorme al gelo, lo aiutano e tenta la fuga
Un giovane, al freddo, in un sacco a pelo. È quanto osservato questa mattina di fronte a un negozio in via Henri Guisan
CANTONE/ITALIA
20 ore
Ancora uno sciopero, Tilo fermi domenica in Italia
Disagi per chi viaggerà tra il Ticino e l'Italia domenica. Circoleranno solo gli Eurocity
CANTONE
1 gior
«Don Tamagni si sente come se il mondo gli fosse crollato addosso»
La solitudine del prete in carcere per avere rubato 800.000 franchi. Nonostante tutto, riceve visite e sostegno.
AGNO
1 gior
L'operaio schiacciato da un macchinario è deceduto
Si tratta di un 51enne svizzero domiciliato nel canton Zurigo.
LUGANO
1 gior
Frontaliere, ma «vive in Marocco»
Nuovi dettagli sul caso del presunto prestanome della 'ndrangheta con un piede in Ticino
LUGANO
1 gior
Lugano, dopo anni in calo, diventa più grande
Nel corso del 2021 la popolazione è aumentata di 95 unità.
CANTONE
1 gior
«La cassa nera mi è stata ordinata»
Al Tribunale militare parlano l’ex comandante Antonini e l’ex capo dello stato maggiore delle guardie di confine
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile