Immobili
Veicoli
TiPress - foto d'archivio
CANTONE
16.09.20 - 12:530
Aggiornamento : 16:13

Il coronavirus affossa le finanze cantonali

Da Bellinzona un disavanzo di 269,5 milioni di franchi nel rendiconto intermedio di fine agosto

Pesano le maggiori uscite (tra cui +50 milioni di franchi di contributi per ospedalizzazioni e +9,3 milioni di franchi per l'emergenza) e i minori ricavi.

Era prevedibile. Ma ora ci sono le (prime) cifre. Le finanze cantonali sono state affossate dalla pandemia di coronavirus: dal rendiconto intermedio di fine agosto 2020 risulta un disavanzo di ben 269,5 milioni di franchi (a fronte del previsto avanzo d’esercizio di 4,1 milioni di franchi). 

I dati sono influenzati sia da una maggiore spesa (per complessivi 59,5 milioni di franchi), sia da minori ricavi (per 214,1 milioni di franchi). Ovviamente i dati presentati sono ancora parziali e dovranno essere ulteriormente verificati e aggiornati, vista l’incertezza del periodo economico attuale. Ma dal preconsuntivo una cosa è certa: la crisi innescata dal Covid-19 sta avendo conseguenze importanti sulle finanze cantonali. 

Su i costi - Tra le spese "rilevanti" il Consiglio di Stato menziona i +50 milioni di franchi di contributi per ospedalizzazioni, i +19 milioni di franchi di contributi per agevolazioni tariffali nel settore della mobilità e i +5,6 milioni di franchi di contributi a istituti per invalidi. Le spese legate all'emergenza sanitaria ammontano a +9,3 milioni di franchi e +3 milioni di franchi sono stati spesi in contributi alle case anziani.

Giù le entrate - Per quanto riguarda le entrate, invece, i minori ricavi sono determinati principalmente dalla riduzione dei gettiti fiscali per 198,9 milioni di franchi, dal mancato incasso della tassa di collegamento per 18 milioni di franchi e dalle minori entrate dell’imposta alla fonte per 12,3 milioni di franchi. E sono meno, rispetto al previsto, anche tasse e multe: si riducono di 9 milioni di franchi la quota sul ricavo IFD, di 5,5 milioni di franchi le tasse del registro fondiario, di 5,2 milioni di franchi le entrate nell’ambito della formazione professionale, di 4,5 milioni di franchi le tasse della sezione circolazione, di 4,1 milioni di franchi le multe per infrazioni alla circolazione stradale e di 2 milioni di franchi le tasse sulle case da gioco.

Un po' di respiro - Tra le enormi cifre al ribasso, c'è anche però un incremento: 82,5 milioni di franchi rispetto al preventivo della quota sull’utile della Banca nazionale svizzera (BNS). Grazie all’ottimo risultato conseguito nel 2019, infatti, la BNS ha potuto distribuire più risorse del previsto ai Cantoni. «L’incremento non è quindi strutturale e potrebbe manifestarsi in modo più ridotto nei prossimi anni», precisa però il Consiglio di Stato. 

In allegato il rapporto del DFE che riporta anche il confronto dei dati con il preventivo.

Allegati
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
CONFINE
11 ore
Frontalieri italiani, l'accordo avanza
La commissione economia e tributi del Nazionale promuove la riforma fiscale (quasi) all'unanimità
CANTONE
14 ore
La marcia di chiusura dei Centri vaccinali: «Affrettatevi ad iscrivervi»
Il rallentamento delle richieste ha portato le autorità a ridimensionare progressivamente il dispositivo
CANTONE
17 ore
Identikit dell'astensionista ticinese
Chi è, che lavoro fa, cosa ha votato e perché non vuole votare più. Lo studio dell'Università di Losanna
BELLINZONA
17 ore
La capitale è ancora più grande
A fine 2021 sotto l'ombra dei Castelli abitavano 44'530 persone, ovvero 474 in più rispetto a un anno prima.
CANTONE
19 ore
Altri due decessi in Ticino, dieci nuove quarantene nelle scuole
Negli ospedali si contano quattro Covid-pazienti in meno, per un totale di 173.
CHIASSO
21 ore
«Insultata e minacciata solo per aver svolto il mio lavoro»
Finita più volte al centro di un polverone mediatico, la dottoressa Mariangela De Cesare ha voluto “vuotare il sacco”.
FOCUS
22 ore
I detenuti che non vogliono uscire
Il reinserimento sociale è un problema, per chi è dietro le sbarre. Tanto che molti preferiscono rimanerci
LUGANO
23 ore
«Non era il pianto di mia figlia»
Una 90enne luganese vittima dei "falsi poliziotti". Racconta come ha morso la foglia
CANTONE
1 gior
«Una relazione moralmente inappropriata, ma legale»
«Si è trattato di una relazione consenziente, e lei aveva 16 anni», si è giustificato il Governo.
CANTONE
1 gior
«Nessun allarme diossina in Ticino»
A differenza del Canton Vaud, in Ticino i valori nel terreno di questi composti sono sotto il livello di guardia.
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile