TiPress
+9
LUGANO
14.09.20 - 11:230
Aggiornamento : 15:23

I futuri medici da oggi studiano in Ticino

Al via oggi il Master triennale USI. «Fertilizzeranno i nostri reparti con il loro contributo umano e scientifico»

LUGANO - Studiare Medicina in Ticino è realtà. Da questa mattina 48 studenti e studentesse hanno iniziato il Master dell'USI della durata di tre anni. Con l'inizio dell’anno accademico 2020-2021 ha preso il via uno dei progetti accademici più attesi per la Svizzera italiana.

Il primo giorno dei 48 - che hanno ottenuto il Bachelor principalmente al Politecnico di Zurigo (ETH) e all'Università di Basilea - ha avuto luogo "extra muros" presso il Centro Sportivo Nazionale della Gioventù a Tenero (CST). Lì sono previste alcune attività di team building, corsi di comunicazione con i pazienti e altre attività introduttive. Giovedì raggiungeranno il nuovo Campus Est a Lugano, dove proseguiranno con uno speciale programma di avviamento al Master che, sull’arco di due settimane, li vedrà impegnati sia con i primi corsi tra cui quelli interprofessionali con gli studenti d'infermieristica della SUPSI, sia con attività che li porteranno a conoscere da vicino il sistema sanitario cantonale. Ci saranno anche lezioni di lingua italiana, fondamentali per la comunicazione con il paziente sul territorio.

Il Master in Medicina è stato inaugurato questa mattina. Il consigliere di Stato Manuele Bertoli ha espresso soddisfazione: «Il fatto di associare il nostro sistema ospedaliero a una facoltà universitaria è un’ottima garanzia per poter disporre della medicina di punta al servizio dell’intera comunità e per richiamare in Ticino specialisti di grande spessore, al contempo medici e professori universitari». Luigi Mariani, membro del Consiglio di amministrazione dell’EOC, ha lodato «i giovani cervelli, motori del cambiamento, dell'innovazione e del progresso» che «fertilizzeranno i nostri reparti clinici con il loro contributo umano e scientifico». I 48 studenti che hanno iniziato oggi il Master hanno ricevuto il ringraziamento del rettore dell'USI Boas Erez: «Da quanto ho potuto osservare, emerge una grande voglia di fare e d'impegnarsi; ho l’impressione che da loro potremo imparare molto».

Ad accompagnare gli studenti del Master sull’arco dei prossimi tre anni vi saranno 20 professori di ruolo, tra cui nove professori medici EOC che – in base all’accordo tra l’USI e l’Ente – sono impegnati a tempo parziale nella formazione. Oltre a questi, la Facoltà di scienze biomediche dell’USI dispone di 50 medici con titolo accademico che collaborano nell’insegnamento. Inoltre, 25 medici seguiranno gli studenti nella pratica "al letto del paziente" negli ospedali e nelle cliniche e almeno 25 medici di famiglia saranno coinvolti nella formazione a partire dal quarto semestre (secondo anno). 

La cadenza settimanale dei corsi si alterna fra teoria e pratica, con 8 ore dedicate alla prima (e altre due ore per temi a scelta), 2 giorni dedicati alla formazione al letto del paziente, che includono la redazione del proprio portfolio di casi clinici, e 4 ore di discussioni sugli stessi e di esercizi pratici legati agli argomenti trattati nella formazione al letto del paziente o nell’ambito dei corsi. Infine, vi sono 2 mezze giornate dedicate allo studio individuale.

Il Master

Il Master in Medicina dell’USI si svolge su un periodo di tre anni ed è basato su un modello formativo integrato che permette di raggiungere gli obiettivi del nuovo standard di formazione svizzero, riassunti con la sigla PROFILES, un acronimo che sta per Principal Relevant Objectives and Framework for Integrative Learning and Education in Switzerland. Questi obiettivi – che saranno adottati in tutta la Svizzera ma che per il momento solo l’USI offre – implicano formazioni trasversali lungo tutta la durata del Master, con ad esempio situazioni cliniche, insegnamenti di salute pubblica e approfondimenti nel campo dell’etica. Il Master è concepito per collegare le discipline e promuovere anche nuovi metodi di apprendimento e, più globalmente, un livello più elevato di formazione medica. Il curriculum del Master vedrà gli studenti sia in classe per seguire i corsi teorici sia nelle cliniche e ospedali del Cantone per la pratica al letto del paziente. Il programma degli studi prevede anche la possibilità di ‘personalizzare’ il proprio curriculum, con l’offerta di corsi opzionali e la scelta di casi clinici da seguire e approfondire. Inoltre, la ricerca è completamente integrata nei moduli formativi e gli studenti avranno la possibilità di esplorarla ulteriormente nel proprio lavoro di tesi. Infine, nel terzo anno gli studenti che lo vorranno potranno avviare un percorso di dottorato di ricerca. 

TiPress
Guarda tutte le 13 immagini
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
FOTO
CANTONE
1 ora
Ajla va come un treno
L'atleta ticinese scelta come testimonial della Ferrovia Centovallina.
CANTONE
1 ora
Altri 214 contagi e cinque morti in Ticino
L'andamento della pandemia nel nostro cantone rimane «seria», ma abbastanza stabile.
FOTO
CANTONE
4 ore
«Quella volta che incontrai Diego a Buenos Aires»
Nel cuore di Maradona c’è sempre stato uno spazio di riguardo per il nostro paese, dove ha soggiornato con le sue figlie.
CANTONE
5 ore
«Solo il 5.7% dei soccorritori ha contratto la malattia»
Il direttore sanitario della Croce Verde luganese ci ha indicato i protocolli per garantire la sicurezza degli operatori
CANTONE / SVIZZERA
12 ore
I coltelli finiranno sotto chiave?
L'attacco di ieri a Lugano è avvenuto con un coltello preso direttamente dagli scaffali della Manor
CANTONE
14 ore
Aggressione alla Manor, l'accusa è di tentato omicidio e lesioni gravi
L'Imam Jelassi: «Condanniamo con forza ogni forma di violenza gratuita a prescindere da chi la commetta»
LUGANO
18 ore
La famiglia rompe il silenzio: «Chiediamo rispetto»
Fotografi e giornalisti davanti all’abitazione dei genitori della 28enne che ha accoltellato una donna ieri alla Manor.
CANTONE
19 ore
«Non sapevamo. Chiariremo e affronteremo»
Sui presunti abusi in Rsi viene comunicato che le indagini saranno affidate ad esterni.
CANTONE
19 ore
«In Ticino restrizioni prorogate fino al 18 dicembre»
Durante una conferenza stampa a Palazzo delle Orsoline il governo ha illustrato la sua strategia
LUGANO
20 ore
«Questo terrore non c'entra con l'Islam»
Aggressione alla Manor: la dura condanna della comunità musulmana sciita in Ticino
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile