Deposit
CANTONE
08.09.20 - 06:000
Aggiornamento : 10:29

Un silenzio travolto da fiumi di parole

Anna racconta come ha superato il blocco che la faceva stare zitta con la gente e sul lavoro

Oggi è la Giornata internazionale dell'alfabetizzazione. Una giovane di origine straniera racconta come ha superato «il problema di non riuscire a comunicare con le persone». Pepita Vera Conforti del DECS: «Migliorando le competenze rafforziamo l'autonomia delle persone»

LUGANO - Quante volte è stata zitta perché non osava chiedere. L’aridità di una lingua asciutta, basica, che non era la sua, per lei di origine straniera, è stata a lungo un vuoto pesante da portare.

Bloccata per paura - In passato, perché oggi Anna (nome di fantasia), una trentenne che in Ticino ha trovato famiglia e lavoro come collaboratrice nel settore socio-sanitario, si sente un’altra persona. «Prima mi sentivo bloccata. Avevo paura di non farmi capire dai colleghi. Il mio problema era di non riuscire a comunicare con la gente. Ma anche a casa trovavo difficoltà. Ad esempio, per fare una telefonata o andare in un ufficio dovevo farmi aiutare da mio marito» ricorda.

«Il corso mi ha liberata» - Anna oggi ha voltato pagina. Merito soprattutto di un corso, cui ha partecipato due anni fa, organizzato da Croce Rossa Svizzera nell’ambito della Promozione cantonale delle competenze di base degli adulti. Un progetto innovativo che lavorava sul miglioramento delle relazioni nel contesto professionale partendo anche dal rafforzamento della comprensione e dell’uso dell’italiano. Se le parole sono attrezzi, oggi Anna cammina più leggera e spedita grazie al buon numero di vocaboli che porta sempre con sé. Al lavoro, come in famiglia, la sua autostima è cresciuta: «Grazie al corso mi sono liberata. Ho capito che non dovevo avere paura di sbagliare perché non sono di madre lingua italiana» dice. «Oggi sento che la mia vita è più tranquilla e libera. Se non capisco non ho più timore di chiedere. Il corso mi ha dato forza e autostima. L’apprendimento di una lingua parte dalla testa e abbattersi peggiora solo la situazione». Anche in famiglia hanno apprezzato il cambiamento «Mio marito è stato molto contento, quasi meravigliato quando gli dicevo di avere sbrigato questa o quell’altra faccenda».

«Più competenze, più autonomia» - Nel 2020 l’analfabetismo nei Paesi industrializzati conosce infatti molte sfumature che non possono essere ridotte alla semplice difficoltà di scrittura o lettura. «Più parole io posseggo, meglio costruisco relazioni e acquisto autonomia. Perché sono in grado di capire. È questo uno degli obiettivi dei corsi - spiega Pepita Vera Conforti, che per il DECS coordina i progetti di Promozione competenze di base degli adulti. «Il fatto di essere scolarizzati non è, per tanti motivi che possono andare dal lungo tempo trascorso a un percorso scolastico zoppicante, garanzia di possedere gli strumenti di lingua o di calcolo e con il lockdown abbiamo pienamente compreso la necessità di governare al meglio gli strumenti digitale. Noi lavoriamo per migliorare o rafforzare queste competenze e di conseguenza l’autonomia delle persone nella comunità».

L'appuntamento oggi - In occasione della Giornata internazionale dell’alfabetizzazione, questo pomeriggio dalle 16 chi passerà dalla Città dei mestieri, in Viale Stazione 25 a Bellinzona, potrà partecipare al concorso “Ruzzle, trova più parole possibile”.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
CANTONE
2 ore
Ecco la conferma: è allerta neve
MeteoSvizzera dirama un avviso di "pericolo forte", con la fase più intensa prevista venerdì tra le 6 e le 18
SONDAGGIO
CANTONE
3 ore
Ecco la rivoluzione del trasporto pubblico
Mancano meno di due settimane al giorno X: il prossimo 13 dicembre sarà messo in esercizio il tunnel del Ceneri
CANTONE
4 ore
Covid, 270 casi e 8 decessi in Ticino
Sono 329 le persone ricoverate col Covid-19. Un dato in diminuzione per il quarto giorno consecutivo.
CANTONE
4 ore
Il dottor Ostinelli si difende: «Sono contro il regime di terrore e il pensiero unico»
Sull'Ordine dei Medici (che da lui aveva preso pubblicamente le distanze): «Nessuna propaganda. Disapprovo questo agire»
CANTONE
4 ore
«Quello di domani sarà un risveglio invernale»
MeteoSvizzera preannuncia un'allerta meteo di grado 4. La conferma attesa in mattinata
CANTONE
7 ore
Aumenta la disoccupazione, ma anche i permessi G: «Ecco perché»
Il sindacalista Gargantini spiega il meccanismo morboso messo in atto: «Si prendono tre precari al posto di uno fisso»
ORSELINA
8 ore
Quando Maradona chiese di curarsi in Ticino
Il fatto risale al primo lustro degli anni 2000. Il ricordo di Claudio Filliger, ex direttore della Clinica Varini.
CANTONE
18 ore
I consigli della Polizia fanno arrabbiare le femministe
Il collettivo "Io l'8 ogni giorno" punta il dito contro un vademecum anti-aggressione, e chiede di rimuoverlo
BELLINZONA
19 ore
I giovani ne hanno combinate (anche con il Covid)
Furti, incendi, reati sui social, assembramenti. Il punto con il Magistrato dei minorenni
LUGANO
21 ore
Colpì la giornalista con una testata, identificata dalla polizia
Si tratta di una 20enne svizzera domiciliata nel Luganese che il 30 novembre manifestava contro le restrizioni Covid
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile