deposit
CANTONE
06.09.20 - 21:010

Case anziani e ospedali "blindati": si raccolgono firme

Una petizione online, indirizzata a Raffaele De Rosa e Giorgio Merlani, chiede di allentare le restrizioni alle visite.

«Stiamo vivendo un'odissea, ma per smuovere le acque serve l'appoggio di tante persone», spiega la promotrice Daniela Lozzi.

LUGANO - A causa dell'emergenza coronavirus, le autorità cantonali hanno emanato delle direttive per le visite ai degenti ospedalieri e agli ospiti delle case anziani. Normative che, nonostante abbiano come obiettivo quello di salvaguardare la salute di una parte della popolazione particolarmente a rischio, non sono state accolte da tutti in modo positivo. Già nelle scorse settimane abbiamo riferito di famigliari preoccupati a causa dell'isolamento a cui sono sottoposti i loro cari (vedi articoli correlati).

Ora c'è chi ha deciso di attivarsi e di lanciare una petizione online per chiedere di allentare queste restrizioni e d'introdurre sostanziali deroghe per le persone particolarmente vulnerabili o in fin di vita. «Stiamo vivendo un’odissea e vogliamo provare a smuovere le acque ma questo è possibile solo con l’approvazione di tante persone», spiega la promotrice Daniela Lozzi. Le firme verranno poi indirizzate al direttore del DSS Raffaele De Rosa e al Medico cantonale Giorgio Merlani.

«Riteniamo - prosegue - che la situazione attuale della pandemia non giustifichi più delle restrizioni così limitanti per poter visitare i nostri malati e anziani». La promotrice lamenta in particolare che non vengano fatte distinzioni fra malati gravi e malati lievi, tra anziani e giovani, tra persone con handicap gravi o no: «Tutti nello stesso calderone di totale abbandono». Inoltre viene fatto notare come in altri cantoni, confrontati con dati ben più allarmanti di quelli ticinesi, non vigono restrizioni così severe per le visite.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
CANTONE
1 ora
Guarda troppi film, Salt lo “disconnette”
Un 25enne del Mendrisiotto è tra i clienti più scomodi dell'operatore. Servizio interrotto per eccesso di roaming
CANTONE
1 ora
Quest'anno il mercatino lo vedrai sul display
Successo inatteso per un gruppo Facebook che dà spazio all'artigianato locale: i membri sono già oltre novemila
BELLINZONA
9 ore
Il personal shopper si sposta online e ti veste sui social
Reinventarsi in un mestiere tradizionale attraverso la tecnologia. Una sfida vinta durante la pandemia
LUGANO
12 ore
Scarcerato don Chiappini
Il giudice dei provvedimenti coercitivi non ha convalidato il fermo. Il sacerdote torna a piede libero
FOTO E VIDEO
MAROGGIA
14 ore
Enorme incendio al Mulino Maroggia, ci sono intossicati
Pompieri e Polizia sono sul posto, ma il loro intervento è reso difficile dalla "forza" del rogo.
CANTONE
15 ore
Messaggi di Ermani: «Non luogo a procedere»
Per il Procuratore generale sostituto la segnalazione di Pronzini non ha aggiunto nulla a quanto già di dominio pubblico
CANTONE
16 ore
Da Bedano a Balerna altri contagi in casa anziani
Piccolo focolaio in un reparto della Stella Maris. Cinque residenti isolati al quarto piano. Altri casi a Ca' Rezzonico
TAVERNE
16 ore
Incidente in A2, disagi
Tra Taverne e il monte Ceneri si segnala un sinistro in direzione nord
CANTONE
17 ore
Lockdown 2: cineasti ticinesi fatevi avanti
«Mai prima di questa primavera era stato realizzato un progetto a livello nazionale in così poco tempo»
FOTO
BELLINZONA
20 ore
Le rotonde di Camorino sono (infine) pronte
Dopo mesi di cantiere e qualche polemica, le nuove rotatorie sono entrate in servizio negli scorsi giorni.
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile