Archivio Tipress
CANTONE
02.09.20 - 13:460
Aggiornamento : 20:05

I ristoranti vogliono più spazio all'aperto... anche durante l'inverno

Con il virus, GastroTicino chiede facilitazioni per il riscaldamento delle terrazze esterne o l'installazione di gazebi

«Le norme attuali rischiano di mettere in difficoltà le attività, con chiusure e licenziamenti»

BELLINZONA - La stagione estiva ha certamente aiutato bar e ristoranti, che hanno potuto accogliere i clienti negli spazi all'aperto. Ma alle soglie dell'autunno e le temperature che si faranno sempre più rigide, per il settore non mancano le preoccupazioni: «Il permanere delle norme per arginare la diffusione del virus farà sì che i locali avranno molti meno posti interni a disposizione della clientela» afferma infatti GastroTicino in un odierno comunicato.

Una situazione, questa, che rischia quindi di pesare sul settore, con tanto di chiusure e licenziamenti, nonché un impoverimento dell'offerta turistica e sociale, sottolinea ancora l'associazione. Ecco dunque che alle autorità cantonali e comunali viene chiesto d'intervenire, valutando «la possibilità di poter concedere facilitazioni per arredare e riscaldare le terrazze esterne o gli spazi sul suolo pubblico con tende, gazebi chiusi e altre strutture simili». Si tratta di una misura che alcuni Comuni hanno già concesso, «consapevoli che si tratta di aiuti eccezionali per l'autunno-inverno 2020-2021».

La richiesta di GastroTicino giunge anche in considerazione del fatto che in molte piazze verosimilmente non avranno luogo o saranno in forse i grandi eventi di dicembre, come Locarno on Ice, i villaggi di Natale senza ristorazione e altro ancora. La facilitazione permetterebbe quindi a bar e ristoranti «di poter proporre un'alternativa alla popolazione, rendendo vive le piazze, sempre tenendo in considerazione le norme sul distanziamento sociale e gli assembramenti».

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
CANTONE
1 ora
Governo e Cellula sanitaria insieme per prevedere l'evoluzione della pandemia
Si è discusso dello scambio continuo di informazioni sulla situazione epidemiologica.
CANTONE
4 ore
Diciotto pazienti in meno all'ospedale
Nelle ultime 24 ore 4 persone sono state ricoverate, mentre 20 sono state dimesse.
CANTONE / SVIZZERA
5 ore
Ecco le sfide 2021 per i consumatori
Al centro della “battaglia” ci saranno il Nutri-Score sugli imballaggi e le azioni collettive
BELLINZONA
8 ore
«Mi ha "distrutto" la spalla e non mi vuole risarcire»
Lo sfogo del 29enne che il 10 febbraio 2016 venne aggredito da un calciatore a carnevale: «Sono in un limbo».
CANTONE
8 ore
Loro sono tra i pochi a fare affari
Chi se lo sarebbe aspettato un anno fa a quest'ora? Col Covid "vanno di moda" le fabbriche di mascherine.
CANTONE
18 ore
Escursionisti che mettono i bastoni fra le ruote dei bikers
Ostacoli e trappole piazzati sui Monti di Claro: la convivenza fra i vari fruitori dei sentieri non è sempre semplice.
CHIASSO/LUGANO
20 ore
Anche in treno si viaggia un po' stretti
Pendolari stipati su un convoglio dimezzato. Le Ffs: «Può capitare, ma esistono diverse alternative»
CANTONE
22 ore
Mascherine, è iniziata la guerra dei prezzi
A gennaio, la domanda di FFP2 è aumentata notevolmente. Ma non in Ticino
LUGANO
23 ore
Cade dalla scalinata, finisce in ospedale
L'incidente si è verificato sulla strada che transita sul Ponte del diavolo.
CANTONE
1 gior
Delitto di Muralto: 30enne a processo per assassinio
È stato rinviato a giudizio il cittadino germanico che era stato fermato a seguito dei fatti del 9 aprile 2019
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile