Laboratorio Bosco di montagna
CANTONE
01.09.20 - 11:250

25 anni di Laboratorio Bosco di montagna

«I giovani avranno l'occasione di scoprire le loro radici e l’importanza dello stare insieme per un obiettivo comune»

VALLE MAGGIA - Il Laboratorio Bosco di montagna (BWBW) è una fondazione svizzera di pubblica utilità impegnata nell’educazione giovanile e ambientale, con sede a Thun. Si rivolge principalmente alle scuole e alle aziende formatrici, coinvolgendo i giovani dai 14 anni e i loro docenti in settimane di volontariato che diventano attività concrete di educazione allo sviluppo sostenibile. In questi giorni alcuni giovani allievi della scuola superiore di Embrach e della scuola media di Tann presteranno le loro braccia e il loro entusiasmo a favore dei boschi di Vallemaggia e Valle di Blenio.  

Quest’anno il Ticino ospita due progetti, dal 31 agosto al 12 settembre, che permetteranno per esempio di sistemare il sentiero trasversale nel bosco di protezione Sgrüssa a Maggia, di effettuare degli interventi di lotta alle neofite invasive ad Avegno e Gordevio, di intervenire in boschi di protezione o di migliorare la fruibilità di alcune zone paesaggisticamente interessanti in Valle di Blenio. In occasione dei festeggiamenti per i 25 anni, il CEO del BWBW, l’ingegnere forestale Kaspar Zürcher, visiterà il cantiere valmaggese il 2 settembre.  

«Un’azione indispensabile», comunica il DIpartimento del territorio (DT), «considerando che i boschi di montagna sono un elemento ecologicamente portante del nostro paesaggio alpino: proteggono dai pericoli della natura, regolano il clima e l’equilibrio idrogeologico oltre ad avere molte altre funzioni. Ma ciò è possibile solo se i boschi sono ben curati e sfruttati in modo sostenibile». Inoltre il DT ricorda che si tratta di un'occasione per i giovani per scoprire le loro radici e l’importanza dello stare insieme per un obiettivo comune.    

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
BELLINZONA
2 ore
Tensione alle stelle, rissa e partita sospesa
Doveva essere un incontro (calcistico) quello fra Semine e Locarno. Ma si è trasformato in scontro (fisico).
CANTONE
5 ore
Il terrorismo sbarca a Lugano, raccontato da chi l'ha vissuto
La figlia di Aldo Moro insieme ai colpevoli: una «giustizia riparativa» per andare avanti
MENDRISIO
17 ore
«Salverei il mio rosso che è stato servito anche alla Casa Bianca»
Novantadue anni lui, 190 l'azienda. Cesare Valsangiacomo racconta perché l'attuale non è la stagione più difficile
LUGANO
17 ore
Festa non autorizzata nel parco di Villa Saroli
La scorsa notte la polizia è intervenuta per disperdere oltre un centinaio di giovani e ripristinare la quiete pubblica
CANTONE
20 ore
Caso Eitan: «Nessun controllo dalla Polizia cantonale»
La precisazione dopo la fuga passata dallo scalo di Agno: «Non siamo stati noi a intervenire»
CANTONE / BERNA
20 ore
«Noi donne non rendiamo meno degli uomini. Nè sul lavoro, nè a casa»
Sindacati e organizzazioni femministe a Berna contro la riforma dell'AVS.
LUGANO
1 gior
Il nonno di Eitan fermato dalla polizia ticinese per un controllo
Poche le informazioni invece sul misterioso guidatore che ha accompagnato i due all'aeroporto.
BELLINZONA
1 gior
Il Palazzo delle Orsoline e la fontana si accendono di arancione
La settimana d’azione “Sicurezza dei pazienti 2021”, appena terminata, mira a sensibilizzare l'opinione pubblica
LUGANO
1 gior
Premi svizzeri di musica consegnati al LAC
Alla cerimonia era presente anche il Consigliere federale Alain Berset
LUGANO
1 gior
Eitan in aeroporto: «Non potevamo saperlo»
Lugano-Airport si smarca sul caso del piccolo sopravvissuto alla tragedia del Mottarone
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile