Tipress
CANTONE
31.08.20 - 11:440
Aggiornamento : 12:37

“Per la qualità e sicurezza delle cure ospedaliere” benedetta dal Governo

Il Consiglio di Stato intende dare seguito a quanto richiesto dai promotori dell'iniziativa del 27 marzo 2017.

Il Cantone: «Le proposte sono state discusse e concordate con i promotori. Se il Gran Consiglio lo accoglierà, l'iniziativa sarà ritirata».

BELLINZONA - “Per la qualità e sicurezza delle cure ospedaliere” ha avuto - durante la seduta del 26 agosto - la benedizione del Governo ticinese. Il Consiglio di Stato intende infatti dare seguito a quanto richiesto dai promotori dell'iniziativa popolare elaborata lo scorso 27 marzo 2017, sottoponendo il messaggio al Parlamento. L'iniziativa, ricordiamo, proponeva di codificare il concetto che gli istituti (ospedali pubblici e cliniche private) svolgono un compito d'interesse pubblico. In più si voleva «una maggior trasparenza nella gestione contabile e finanziaria» degli istituti e «promuovere la qualità e la sicurezza delle cure», verificando nel contempo «l’appropriatezza delle prestazioni per contenere gli esuberi». Infine per quanto riguarda la formazione, i promotori esigevano «condizioni di lavoro adeguate».

Le proposte contenute nel Rapporto del governo intendono, da un lato, «rafforzare quanto già implementato fin qui dal Cantone», in particolare attraverso le disposizioni contenute nella Legge sanitaria, nella Legge cantonale di applicazione della legge federale sull’assicurazione malattie (LCAMal) e nei Contratti di prestazione in essere con gli istituti ospedalieri e, dall’altro lato, «concretizzare le richieste dei promotori dell’iniziativa».  

In particolare con due modifiche della LCAMal, si propone di ritenere d’interesse pubblico tutti gli istituti che figurano sull’elenco pianificatorio e di considerare - nella valutazione e nella scelta degli istituti ai quali attribuire dei mandati pianificatori - anche il criterio dell’appropriatezza delle cure e la disponibilità di strumenti e procedure che garantiscano la sicurezza dei pazienti.

Inoltre, il Cantone propone di ancorare nel Decreto pianificatorio del 15 dicembre 2015, la metodologia di Zurigo utilizzata per lo studio del fabbisogno di cure e l’attribuzione dei mandati e di confermare la competenza del Consiglio di Stato a effettuare aggiornamenti formali e di lieve entità (già prevista nella LCAMal) di mandati e requisiti, ogniqualvolta il Canton Zurigo aggiorna il modello, adattandoli alla realtà cantonale.

Il Consiglio di Stato ha pure elaborato un Regolamento sulla qualità e la sicurezza in applicazione della Legge sanitaria, che prevede la nomina di una commissione qualità e sicurezza, la definizione dei requisiti vincolanti per il rilascio dell’autorizzazione di polizia sanitaria, la presenza di possibilità formative di base e continua, l’adozione di sistemi informatici che facilitano il lavoro in rete e la garanzia di funzionamento in caso di eventi maggiori, nonché la partecipazione alla gestione e al coordinamento degli stessi.

Le proposte sono state discusse e concordate con i promotori dell’iniziativa nel corso di diversi incontri. «Qualora il rapporto del Consiglio di Stato, una volta terminato l’iter parlamentare, trovasse pieno accoglimento da parte del Gran Consiglio - conclude la nota del Governo - l’iniziativa sarà ritirata».  

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
CANTONE
38 min
Covid, altri 219 casi e 3 decessi in Ticino
Nelle ultime ventiquattro ore si è reso necessario il ricovero di 34 malati. Quindici sono stati dimessi
CANTONE
1 ora
È prevista altra neve (stavolta in montagna)
Mattinata di tregua, poi nel pomeriggio arriveranno nuove precipitazioni
LUGANO
2 ore
Pubblicità dei mercatini di Lugano a Losanna in tempo di covid: arriva l'interpellanza
Demis Fumasoli interroga il Municipio: «La volontà di attirare persone da lontano è un pugno nello stomaco».
FOTO E VIDEO
CANTONE
17 ore
Disagi sulle strade e black out
Disagi in tutto il Cantone: colonne, incidenti, alberi caduti, black out e trasporto pubblico in difficoltà.
CANTONE
17 ore
La neve non ferma i radar, ecco dove saranno
La prossima settimana i controlli mobili colpiranno però solo tre distretti.
CANTONE
18 ore
Maltempo, ritardi e soppressioni di treni
Saltata la corrente alla stazione di Chiasso. Scambi bloccati a Cadenazzo e a Bellinzona
FOTO
CANTONE
20 ore
Neve, continuano i disagi nel Sottoceneri
Diverse le strade chiuse e le code. La polizia invita a limitare gli spostamenti.
LOSONE
21 ore
Limo della Silo Melezza: "Questa è ecomafia"
Un'accusa pesante, con tanto di nomi e cognomi, arriva attraverso un'interpellanza inoltrata oggi da Matteo Pronzini
CANTONE
23 ore
Mancava da oltre 150 anni, ma ora è tornato
Il Gipeto, il più grande avvoltoio delle Alpi, è tornato a nidificare su suolo ticinese.
CANTONE
1 gior
Altre 27 persone ricoverate, i pazienti dimessi sono 18
Nelle ultime 24 ore i nuovi contagi accertati sono stati 323. Si tratta della cifra più alta delle ultime tre settimane.
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile